domenica 21 settembre 2014

Via ai lavori di ripristino della Destra Basento

Il 18 Settembre sono stato avviati i lavori di ripristino della Strada Provinciale Sponda Destra Basento ed il tratto dissestato di via Dinu Adamesteanu, che la collega fino a via Olivastreto. Un altro cantiere, dunque, è stato aperto per eliminare i segni lasciati dagli eventi alluvionali dello scorso anno, che hanno colpito pesantemente l'intero territorio comunale. L'intervento è stato effettuato dalla ditta di Francesco Di Marsico aggiudicataria dell'appalto.

Cattura tartarughe e le vende on line. Denunciato un giovane di Bernalda

Per aver catturato 28 esemplari di testuggini della specie protetta ''Hermanni'', che poi metteva in vendita su internet, un giovane di Bernalda (Matera) è stato segnalato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Matera nell'ambito di un'operazione congiunta condotta dei volontari dell'Anpana e da agenti del Corpo forestale dello Stato.

giovedì 17 luglio 2014

Fondi per mitigazione rischio sismico Ospedale di Tinchi

Su proposta dell’assessore Aldo Berlinguer, la Giunta Regionale ha stanziato la somma di 850.000 euro per interventi di mitigazione del rischio sismico presso il padiglione B del Presidio Ospedaliero di Tinchi. Il provvedimento – sottolinea in una nota l’amministrazione comunale di Pisticci - rientra negli accordi stabiliti in occasione della riunione del tavolo istituito presso la regione al quale erano presenti i diversi organismi interessati. L’accordo prevede anche che le attività ospedaliere non subiranno interferenze nel corso dei lavori previsti e proseguiranno senza interruzione alcuna. 
Il provvedimento – continua la nota - riveste inoltre carattere d’urgenza e dispone il contestuale mandato agli Uffici regionali di predisporre le procedure utili all’erogazione del contributo all’ASM. 
Apprendiamo con soddisfazione la notizia – conclude la nota del Comune – e ribadiamo la massima attenzione da parte dell’amministrazione comunale affinché vengano eseguiti tutti gli interventi concordati che faranno del nosocomio pisticcese un presidio importante dell’intero sistema sanitario regionale.

mercoledì 16 luglio 2014

Madonna del Carmine a Tinchi. La ciliegina è il concerto dei New Trolls.


De Palo e De Scalzi (New Trolls)

Ecco il programma per le festività in onore della Madonna del Carmine a Tinchi. Quest'anno il comitato feste del piccolo centro nel comune di Pisticci, ha deciso di tornare a fare le cose in grande. Ragion per cui, è stato stilato un programma civile particolarmente variegato e molto attraente. Il calendario degli eventi avrà inizio già oggi, mercoledì 16 Luglio, con l'apertura e presentazione del percorso fotografico su Angelina Lo Dico. L'approfondimento su ciò che storicamente ha rappresentato a Tinchi “La Maestra Santa” si svolgerà nella Chiesa Madonna del Carmine, con il patrocinio dell'Amministrazione Comunale e la collaborazione delle Associazioni Etnie, Ligustrm Leuc e Archeoart. In seguito ai saluti dell'amministrazione comunale e del parroco, grazie all'archeologo Antonio Affuso e lo storico Prof. Giuseppe Coniglio si discuteranno gli aspetti sociali, storici e religiosi del territorio di Tinchi, infine la consegna del premio “Angelina Lo Dico. Tinchi, il bivio” alla sua prima edizione. Giovedì 17 in chiesa il concerto dei piccoli artisti della parrocchia, anticiperà l'esibizione della scuola coreografica “A.S.D. Taccomatto” di Giusy Panetta. Durante la serata successiva si svolgerà la sagra “Sapori e Folklore” allietata dal gruppo folk “La Pacchianella”. Sabato 18 Luglio nel pomeriggio si svolgerà la processione motorizzata con l'effige della Madonna per le vie di Tinchi, Centro Agricolo e Caporotondo, seguita dalla benedizione di tutte le auto. Durante la serata, a partire dalle 22 nel piazzale antistante la chiesa si svolgerà il concerto dei New Trolls. Come un pezzo di storia della musica italiana, i New Trolls dei grandi Nico De Palo e Vittorio De Scalzi, riporteranno alla luce ricordi di un epoca passata, proponendo le particolare tonalità psichedeliche che da sempre li contraddistinguono. Nella giornata conclusiva, Domenica 20 Luglio si svolgerà la processione per le vie di Tinchi, in presenza di don Luciano Calabrese di Marianopoli, città natale di Angelina Lo Dico. La serata sarà allietata dalla tribute band dei Nomadi “Samia Band”. Un calendario religioso e civile, indubbiamente ricco ed affascinante, quello redatto dal comitato della Madonna del Carmine, che per il 41° anno è riuscita ad organizzare egregiamente le festività in onore della Madonna del Carmine.

su La Nuova del Sud del 16/07/2014
Mario Quinto

Sporting Soccer al via, si parte dai più piccoli

Si è svolta ieri a Marconia, la cerimonia inaugurale della quattordicesima edizione dello Sporting Soccer. Nella cornice del campetto parrocchiale, rimesso a nuovo lo scorso anno grazie al meticoloso lavoro dall'Ass. Pandora organizzatrice del torneo di calcio a 5, c'è stato divertimento per tutti i gusti. Fin dal tardo pomeriggio, i ragazzi dello Staff dello Sporting Soccer in stretta collaborazione con i terapisti dell' Associazione Italiana Assistenza Spastici, hanno organizzato tanti giochi per i bambini del centro Aias di Marconia, alternati a momenti di riflessione, per rimarcare che attraverso lo sport è possibile valicare ogni diversità. In seguito è avvenuta la cerimonia di presentazione di tutte le squadre iscritte allo Sportin Soccer XIV Kids e dei fantastici trofei, alla presenza del Vicesindaco di Pisticci Dott. Domenico Albano. Il taglio del nastro ufficiale è avvenuto intorno alle 21 con il fischio d'inizio della gara tra Parr. San Giovanni Bosco e Pro Loco San Mauro Forte, valevole per il Girone B della categoria Giovanissimi. Il finale è stato netto in favore del San Mauro, non quanto lo è stata la differenza vista in campo. I parrocchiali hanno pagato, per alcune incertezze difensive, a causa delle quali il risultato si è assestato sul 6 a 3. Nel secondo incontro per il girone A della categoria Esordienti, i Physical Mania hanno surclassato gli avversari dell'Atl. Pisticci Seven, orfana di un portiere. Il team di Lo Senno, ha imposto il suo gioco fin dall'inizio grazie all'estro di Cecchi e Dragonetti, autori di gran parte delle marcature nel 15 a 1 finale. La disputa che ha concluso la prima è stata disputata tra Foto Grieco e Peppino Campagna Bernalda del girone A dei Giovanissimi. I bernaldesi hanno fatto il cappotto agli avversari rifilando ben 9 reti e subendone solo 1. Sano agonismo e fair play hanno caratterizzato la prima giornata dell'evento più social dell'estate pisticcese, che è ormai nel clou e attende soltanto di essere vissuto.

su La Nuova del Sud del 16/07/2014
Mario Quinto

Onorevole Latronico su ex Club Med di Pisticci

L'on. Cosimo Latronico (FI) In una nota, fa sapere di aver inviato una missiva al governatore lucano, Marcello Pittella, ed all'amministratore delegato di Invitalia, Domenico Arcuri, sollecitando un’iniziativa per riprendere il progetto di ristrutturazione e di riapertura del villaggio turistico di Marina di Pisticci per anni gestito da “Club Med” e di proprieta' di “Italia turismo”: una società partecipata da Invitalia e dalla Cassa depositi e prestiti. “Occorrono circa 20 milioni di euro per realizzare il progetto - scrive Latronico - che consentirebbe di riaprire un impianto fermo da anni che è stato peraltro una bandiera del turismo ionico lucano dove hanno trovato occupazione stagionale centinaia di addetti. Da tempo si attende una soluzione e non sono mancati impegni, non onorati, a riaprire l'impianto. Suggerisco al presidente della Regione di utilizzare lo strumento del contratto di sviluppo che presenta adeguate risorse finanziarie coinvolgendo naturalmente Invitalia perché si arrivi a progettare e finanziare l'opera per poterla aprire già dalla stagione prossima. La situazione di grave crisi occupazionale, da un lato, e la potenzialità inespressa del turismo ionico lucano dall’altro, meritano l'assunzione di un tempestiva iniziativa”.

Il 18 Luglio a Pisticci tappa di "Viaggio a cavallo"

Il 18 luglio la città di Pisticci ospiterà una tappa del “Viaggio a cavallo in Basilicata”, dei ragazzi ospiti dell’Istituto Opera Padri Trinitari di Venosa: lo rende noto l’assessore del Comune di Pisticci, Pasquale Grieco. 
“Accoglieremo con gioia questi ragazzi - commenta - che sicuramente riusciranno a regalarci una splendida giornata, piena di tante e emozioni. Grazie alla disponibilità del direttore Padre Angelo Cipollone e dei suoi collaboratori, siamo riusciti ad avere una tappa del viaggio presso il comune di Pisticci, che è prevista nel primo pomeriggio di venerdì”.

martedì 15 luglio 2014

Onorevole Latronico: emendamenti in favore della Basilicata

Due emendamenti con “evidenti benefici per la Basilicata” sono stati presentati su iniziativa dell’on. Cosimo Latronico (FI). In particolare uno, presentato al Senato, su iniziativa del parlamentare lucano “autorizza la Regione Basilicata ad escludere dal computo del patto di stabilità interno i pagamenti effettuati a fronte di spese di investimento in conto capitale per un importo corrispondente a quello delle risorse autonome di natura né tributaria né sanzionatoria iscritte nel titolo primo delle entrate del suo bilancio di previsione, in aggiunta a quelli consentiti in attuazione dei principi sanciti dall'articolo 1, comma 448, della legge n. 228 del 2012”. L’altro a sua firma, presentato direttamente alla Camera, “permette alle imprese che hanno assunto mutui a valere sulla legge 488 – ha commentato Latronico - di godere di provvedimenti di sospensione delle scadenze delle rate dei mutui al pari di altri incentivi per affrontare la situazione di crisi economica e finanziaria che attraversa il settore imprenditoriale. Sono diverse le imprese che anche in Basilicata hanno avuto accesso a mutui contratti con banche per finanziamenti a valere sulla legge 488 che hanno chiesto di ottenere queste facilitazioni. La norma consentirebbe proprio l'ottenimento di tale misura”.

Lettera aperta del Sindaco di Pisticci a Matteo Renzi

Il Sindaco di Pisticci Vito Di Trani
Non so, caro Presidente se il suo provare vergogna, dichiarato in un'intervista al Corriere della Sera del 13 luglio u.s.: "Io mi vergogno di andare a parlare delle interconnessioni tra Francia e Spagna, dell'accordo Gazprom o di South Stream, quando potrei raddoppiare la percentuale del petrolio e del gas in Italia e dare lavoro a 40 mila persone e non lo si fa per paura delle reazioni di tre, quattro comitatini... ", è pari al mio, cittadino ed uomo delle istituzioni, lucano DOC, non renziano, ma onesto e maniaco della legalità.
Lei nel momento in cui liquida l'opposizione alle trivellazioni registrata in Basilicata come frutto dell'azione di quattro comitatini dimostra di non conoscere la realtà in cui si muove, o meglio la nostra realtà lucana!
La delusione è tanta come la rabbia. Da noi si estrae petrolio dal 1960, diamo tantissimo all'Italia dal punto di vista energetico: la nostra terra è diventata come una groviera, con pozzi di petrolio ovunque. Quello che era un territorio incontaminato adesso è l'emblema dell'inquinamento: falde e corsi d'acqua sono inquinati, la salute umana è fortemente compromessa. Tanto ciò è vero che in questa regione, oltre alle centinaia di siti contaminati connessi elle estrazioni, insistono due siti SIN, uno a Tito e un altro in val Basento dove la stessa ARPAB certifica l'inquinamento delle falde acquifere e chiede ai comuni interessati, tra cui Pisticci, di emettere ordinanza di divieto di utilizzo delle acque a tutela della salute pubblica. Anche gli indicatori relativi alle insorgenze di neoplasie e malattie respiratorie registrano incidenze in crescita e sopra la media nazionale.
Le tante sbandierate contropartite e ricchezze derivanti dalle attività estrattive sono relegate ancora nel cassetto dei sogni. Da noi infatti, le infrastrutture sono meno di niente, e la disoccupazione è alle stelle con forte ripresa dell'emigrazione, dato questo evidenziato anche dal decremento demografico. Altro dato da ascrivere all'impatto delle estrazioni petrolifere è, secondo la Confederazione Italiana Agricoltori, il dimezzamento delle aziende agricole che si è verificato in dieci anni.
Sono con il mio presidente Marcello Pittella quando dice che dobbiamo essere ancora risarciti per quello che abbiamo patito e per quello che stiamo patendo. Se le Sue esternazioni pari a quelle del Ministro Guidi sono il nuovo che avanza, Le dico cordialmente che non mi ci rivedo nel Suo "nuovo", e ferito e tradito Le voglio dire che accanto ai "quattro comitatini" troverà anche me e la mia gente ad impedirle il raddoppio delle estrazioni e a chiederle il risarcimento per quello che è diventata la Val Basento e per quello che è e sarà la val d'Agri, per le migliaia di giovani disoccupati per le tante promesse non mantenute e per la povertà imperante. Eppure Lei ha fatto fino a qualche giorno fa il sindaco, dovrebbe sapere ascoltare la gente e soprattutto i "comitatini". Di quell'esperienza pare che Le sia rimasta poco o niente.
Sono tante le ragioni del popolo lucano (non 3 o 4 comitatini), per restare costernato di fronte alle Sue esternazioni, e ne avrebbe a sufficienza per dire basta ad una situazione non più sostenibile e che meriterebbe maggiore attenzione da parte del Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana e quindi anche della Basilicata e della sua gente. Non abbia paura di raccontare la sofferenza delle persone, trovi il coraggio di portare anche sui tavoli europei le questioni legate al disastro ambientale provocato dalle attività estrattive in Basilicata che, sebbene poco considerata, non può essere equiparata a una landa deserta, e i suoi 580.000 abitanti hanno dignità, storia e cultura che devono essere rispettate al pari di ogni cittadino europeo. Grumentum, tra i pozzi di petrolio, è un insediamento romano risalente al VI secolo a.C. ma in Basilicata ve ne sono molti altri e di più remoti: ecco dove affonda la nostra storia.
La problematica legata alle estrazioni petrolifere sarà oggetto di discussione, giovedì prossimo, presso il Ministero dello Sviluppo Economico tra Tecnici del Ministero, Presidente della Regione Basilicata, Sindaco di Pisticci, Eni e Tecnoparco, avremmo piacere Signor Presidente se la discussione si potesse giovare del Suo contributo.
Pisticci 15 luglio 2015
Il Sindaco di Pisticci
Dr. Vito Di Trani

venerdì 27 giugno 2014

Il Comitato in difesa dell'Ospedale di Tinchi scrive a Papa Francesco

A sua Santità                                                                                                                      
Papa Francesco 
Santità,

Questa lettera le viene da una “periferia” del Sud Italia, perché lei va verso le periferie del mondo.Chi le scrive è il Comitato per la Difesa dell’Ospedale di Tinchi – Pisticci, nel Metapontino, nella regione Basilicata. Questa terra, l’hanno derubata dell’acqua, del petrolio, delle spiagge che Dio le ha donato. L’hanno criminalmente inquinata, l’abbandono di giovani senza futuro.Di recente, il popolo ha respinto la creazione di un deposito di scorie nucleari nel proprio territorio.Perdura la volontà che questa terra sia per sempre una “discarica” nazionale. Qui stanno bene soltanto i ricchi e i corrotti.Il popolo metapontino è di antichissima tradizione cristiana. La diffusione del Cristianesimo a Metaponto, città di Pitagora, risale al II secolo a.c. ne fa fede la struttura planimentrica della Chiesa Paleocristiana di santa Pelagina, con annesso battistero, risalenti a quell’età. Ma questa realtà è ignorata e villipesa. La chiesa attuale, locale, non è dalla parte dei poveri. La politica, la giustizia, le istituzioni “dominano”; sono “allergiche” ai bisogni della gente comune. C’è la mafia, che però opera “senza clamore”, e persegue le stesse finalità della mafia più potente.Santità, vogliono chiudere l’Ospedale di Tinchi, unico bene pubblico sopravvissuto nel territorio, difeso dal Comitato da quasi cinque anni di lotta impari. Di questa chiusura, che il popolo respinge, non danno spiegazioni: essa nasconde intrighi, interessi, responsabilità. Il popolo non conta!In compenso, abbondano le feste, le frivole celebrazioni, i restauri delle chiese e dei palazzi vescovili. La Fede è spenta; la Carità si millanta; la speranza è morta. Santità, benedica questo Comitato “ribelle”. Esso si rivolge a lei, perché al sud, come in Italia al tempo delle invasioni barbariche, il papa è punto fermo, guida, in assenza di pubbliche autorità credibili e garanti. Santità, non ci lasci soli in questa “infelice” periferia.

Pisticci, li 27 giugno 2014

Il Comitato
per la Difesa dell’Ospedale
di Tinchi – Pisticci (Matera)

giovedì 26 giugno 2014

Turismo: in Basilicata occupazione in aumento.

Il turismo lucano ha dati positivi nel settore dell'occupazione: per la stagione estiva appena cominciata sono stati stipulati 1.810 contratti di lavoro. Il dato emerge dai programmi di assunzione delle imprese dell'industria e dei servizi per il secondo trimestre 2014, monitorate dal Sistema informativo Excelsior di Unioncamere e Ministero del Lavoro. L'aumento dell'occupazione è ''dovuta essenzialmente alla componente stagionale, ma conferma un consolidamento del comparto''.

Terremoti: scossa 1980 riprodotta all'Unibas

In Laboratorio prove per isolare la base di edifici non rec
enti
Anche gli edifici meno recenti possono essere messi al sicuro dai terremoti, riducendo i danni delle scosse attraverso ”l’isolamento alla base”. La prova è stata effettuata oggi in un laboratorio dell’Università della Basilicata, al termine di un seminario internazionale: il sistema ”Pres-Lam”, con l’uso di legno lamellare, è stato ”testato” con una scossa identica, in scala, a quella del sisma dell’Irpinia e della Basilicata del 1980: l’edificio non ha subito alcun danno.

"Grande Manifestazione per Ospedale di Tinchi il 29 Giugno"

“L’assemblea rifletterà sulle iniziative da prendere, sull’idea di una grande manifestazione per domenica mattina 29 giugno e, se necessario, sulla successiva occupazione dell’ASM di Matera". Hanno aspettato che ci fossero le elezioni europee per evitare problemi ed eventuali discussioni e contestazioni. Passate le elezioni, invece di convocare i cittadini e spiegare la situazione e, magari, i loro progetti come sarebbe stato giusto e corretto,  hanno preferito vedersi tra di loro e, come ladri nella notte, hanno deciso. Chiudere tutte le attività dell’ospedale distrettuale mai realizzato, chiudere tutta la struttura per abbattere il terzo piano dopo anni di inganni e bugie. Dopo aver sperperato denaro pubblico per ammodernare e ristrutturare il terzo piano sapendo, come dicono nelle loro delibere, che c’erano problemi strutturali e che mettevano a rischio la salute e la sicurezza dell’utenza e del personale. Problemi certificati da una relazione tecnica affidata a una società esterna nel 2005. Ma, nonostante quella relazione, confermata adesso dalla relazione dell’Università di Basilicata, hanno messo a rischio la salute e la sicurezza di medici, infermieri, personale e pazienti che hanno affollato il terzo nel reparto di Medicina rimasto attivo fino al 2010, ma anche gli ambulatori rimasti al terzo piano fini a tutto il 2012. La domanda è: se c’è una situazione di pericolo, certificata nel 2006, PERCHE’ AMMODERNARE E RISTRUTTURARE IL TERZO PIANO SPENDENDO MILIONI DI EURO? Hanno realizzato anche un nuovo impianto di distribuzione dei gas medicali in tutto il terzo piano il cui collaudo è stato effettuato dopo la chiusura del reparto di medicina. Se non fossimo in Basilicata sarebbe partita una inchiesta, un atto dovuto. Entro il 30 giugno ci avrebbero dovuto consegnare il nuovo reparto di dialisi come più volte annunciato dal Direttore Generale. Ogni mese diceva che a fine mese sarebbe stata pubblicata la gara per la riabilitazione cardiopolmonare. A ogni incontro i direttori, che sono tanti, dicevano che avrebbero fatto partire le attività dell’ambulatorio chirurgico per il trattamento del piede diabetico, che erano state ordinate le attrezzature necessarie anche per endocrinologia. Non hanno fatto nulla. Mentivano tutti sapendo di mentire perché avevano bene in mente il loro percorso. Ora, nel verbale sottoscritto anche dal Sindaco, annunciano che entro il 30 settembre faranno la gara per la nuova dialisi e per la riabilitazione. Non sono più credibili, ogni residua credibilità l’hanno persa perché hanno sempre mentito e ingannato. Il Comitato ha più volte chiesto al Presidente Pittella un incontro, anche con un gruppo ristretto di rappresentanti. Ma non abbiamo mai avuto risposte. Il Comitato Difesa Ospedale di Tinchi ha sempre avuto un atteggiamento costruttivo, si è anche messo a disposizione, a collaborare a un “progetto” che veniva esposto con enfasi dai vertici ASM e dai politici. Ma questo progetto non c’era. Era un inganno. L’assemblea rifletterà sulle iniziative da prendere, sull’idea di una grande manifestazione per domenica mattina 29 giugno e, se necessario, sulla successiva occupazione dell’ASM di Matera. Si chiudessero pure nel loro fortino, ma questa volta i pisticcesi sapranno unirsi e combatteranno. Sanno che non hanno più niente da perdere. E’ la menzogna e l’inganno che fa rabbia. Non gli permetteremo di chiudere Tinchi con la scusa della “sicurezza”. Non permetteremo l’abbattimento del terzo piano senza un progetto finanziato che ne preveda la ricostruzione immediata e contestuale.”
Tinchi, 25 giugno 2014
Il Comitato Difesa Ospedale di Tinchi