martedì 27 ottobre 2009

Il TAR dà ragione ai cittadini.


Pista Mattei, i terreni espropriati devono essere restituiti ai titolari.
I suoli espropriati ad alcuni cittadini della collina materana per il potenziamento dell'aviosuperficie Mattei di Pisticci da trasformare, anche con l'allungamento della pista, i aereoporto, devono essere restituiti ai titolari.
Questo è quanto stabilito da Tar di Basilicata che ha annullato, quindi, la delibera del consiglio di amministrazione dell'Asi di Matera numero 72 del 18 dicembre 2007, con cui si approvava il progetto definitivo dei lavori, e <>.
E' stato cosi accolto il ricorso dei cttadini proprietari dei terreni in questione.
Una sentenza, però, che rallenta il progetto di ampliamento della Pista Mattei per la quale la Regione Basilicata ha già stanziato 8 milioni di euro.
Nei giorni scorsi si è discusso del progetto di ampliamento della pistafinanziato dalla Regione Basilicata ed affidato al Consorzio Industriale di Matera che non prevederebbe con certezza la ralizzazione di un passaggio alternativo che permetta alle 20 famiglie residenti in contrada Trincinaro, di raggiungere facilmente la zona confinante di Pisticci scalo ove si trovano negozi, attività produttive, scuole ed uffici, ed inoltre negherebbe un facile accesso alla Basentana.

Nessun commento:

Posta un commento