domenica 22 novembre 2009

Condannata la preside del liceo di Policoro


Una causa coi sindacati persa per non aver rispettato le norme sulle relazioni sindacali, una serie di compensi per attività aggiuntive percepiti mentre le attivià erano già ricomprese nella normale retribuzione, 100 euro di schede telefoniche acquistate con i soldi della gita scolastica.

Questi i contro la dirigente scolastica del liceo E. Fermi di Policoro che sostenuta dal suo avvocato difensore a giustificato l'acquisto delle schede telefoniche per aggiornare le famiglie sull'andamento del viaggio di istruzione.

Una considerazione al riguardo può essere fatta se si pensa la fascia di età degli studenti del liceo che partecipavano alla crociera di istruzione, quindi, indubbiamente è pensabile che ci sia un rapporto telefonico diretto tra gli studenti e le famiglie per avere notizie sull'andamento della gita, senza che sia necessario un contatto tra preside e famiglie.

La dirigente scolastica, Fumarola Anna Maria è stata perciò condannata dalla Corte dei Conti di Basilicata, a pagare una somma pari a 4.346,83 € quale "danno erariale" frutto di somme percepite indebitamente.

Nessun commento:

Posta un commento