domenica 27 febbraio 2011

Borussia Marconia e Moliterno si dividono la posta.


Lo scontro salvezza tra Borussia e Moliterno termina in parità. Le due compagini offrono un bello spettacolo, ma si accontentano di un pareggio che a fine gara sta stretto al Borussia, che ha improntato tutti i 90’ alla ricerca della vittoria.

Il claudicante Cocchiararo va in panca e lascia il posto a Miraglia, che con Cipriano, Giannini e Salerno va a completare il reparto difensivo. Il rientrante Buono affianca Zuccarelli a centrocampo, con Fortunato e Colombo sulle fasce. Attacco che si schiera con Agneta e Di Cecca. Proprio quest’ultimo, al 10’ salta due avversari e calcia verso la porta di Fittipaldi, colpendo il montante. Il Borussia produce una grossa mole di occasioni ma non riesce a capitalizzare. Al 15’ Zuccarelli imbecca alla perfezione Agneta che ben marcato da Troccoli, riesce ugualmente a calciare. L’estremo moliternese è attento e blocca la sfera in due tempi. Dopo 10’ Di Cecca solo davanti al portiere ospite, si divora l’occasione del possibile vantaggio. Termina il primo tempo, senza reti ma con un Borussia Marconia iperoffensivo.

Nel secondo tempo, pronti via, il Moliterno si fa avanti ed al primo affondo passa. Bella combinazione tra Albini e Molletta, mette in movimento Genovese, il quale fa partire un bolide che va ad insaccarsi alle spalle di Rondinone, per il vantaggio dei potentini.

Trascorrono solo cinque minuti e Zuccarelli pesca il jolly. E’ favoloso il traversone che scavalca la difesa ospite e pesca Agneta, il quale non ha problemi a calciare e mettere in rete, la sua decima marcatura stagionale che vale il pareggio marconense. Sostenuti da un gran numero di tifosi e galvanizzati dalla rete del capitano Agneta, i marconensi continuano imperterriti a cercare il goal, trovando la difesa ospite attenta. La gara si avvia verso il termine e negli ultimi minuti in entrambe le squadre prevale la paura di subire e si giunge al triplice fischio finale senza troppi patemi.

Un punto per parte che accontenta entrambe le compagini, perchè visti i risultati degli altri campi, aumenta il divario dalla terzultima e mantiene le squadre ancorate al gruppo di centro classifica.

TABELLINO

Borussia Marconia: Rondinone, Miraglia, Salerno, Giannini, Cipriano, Fortunato(dal 13’ st Ragone), Zuccarelli, Buono(38’ st Caramia), Colombo(13’ st Marchetti), Agneta, Di Cecca;

A disp.: Fuina, Carrera, Sabato, Cocchiararo;

Dirig. Acc.: Angelo Larossa;


Moliterno: Fittipaldi, Troccoli, Lancellotti, Iaquinta, Savone, Mastrangelo, Molletta.D, Albini (dal 22’st Molletta G.), Genovese, Sanchirico (dal 39’st La Salvia), Fratantuono;


Adisp: Rebechi, Gatta, Magalotti, Petrocelli.

All: Vignati

Arbitro: C.a.i (Colangelo-Paolillo)

Marcatori: Genovese 10’st, Agneta 16’st;


NOTE

Ammoniti: Agneta(B); Genovese(M);

Espulsi: nessuno

Recuperi: 1’ pt; 2’ st;

Spettatori: 250 circa


Mario Quinto

venerdì 25 febbraio 2011

Scontro salvezza tra Borussia Marconia e Moliterno. Goia:"L'imperativo è vincere"



Nell’ottava giornata di ritorno del campionato di eccellenza, il Borussia Marconia ha una grande occasione per porre nel dimenticatoio le tre sberle rimediate domenica scorsa, contro il Comprensorio Tanagro.

Al comunale è atteso il Moliterno di mister Vignati, reduce dall’ottima vittoria ottenuta contro il Real Tolve. I potentini proporranno la stessa formazione vittoriosa domenica, puntando sul ritrovato Genovese, autore della tripletta nell’ultimo turno, che sarà affiancato da Albini e Molletta.


L’undici del Borussia Marconia, invece, si schiererà con il solito 4-3-3. Il reparto difensivo dovrebbe presentarsi con Cocchiararo e Cipriano full back, Salerno e Giannini centrali, davanti all’estremo difensore Rondinone. In mediana è aperto ballottaggio tra Zuccarelli e Latartara, con quest’ultimo favorito, mentre Garrammone ed il rientrante Buono cercheranno di arginare le offensive avversarie e di rendersi propositivi in fase di impostazione. Al tridente Agneta-Di Cecca-Ragone è affidato il compito di violare la porta avversaria, per rompere un digiuno, che dura ormai da due giornate.

Il presidente del Borussia, Antonio Gioia, alla vigilia di questo delicato match, tranquillizza gli animi e dichiara: “Non siamo preoccupati. Chiaramente contro il Moliterno, che è una diretta concorrente per la corsa alla salvezza, l’imperativo è vincere. Occorre una prova di carattere, per dimenticare le ultime tre sconfitte. Ho piena fiducia nella mia squadra, sono convinto inoltre, che disponga dei mezzi adatti per raggiungere la salvezza e domenica lo dimostrerà".


Mario Quinto


mercoledì 23 febbraio 2011

Caso Scazzi : arrestati il fratello ed il nipote di Michele Misseri

Secondo gli inquirenti i due hanno avuto un ruolo nell’omicidio della ragazza

I carabinieri del comando provinciale di Taranto hanno arrestato Carmine Misseri e Cosimo Cosma, rispettivamente fratello di Michele Misseri e nipote, figlio di una sorella dell’uomo, con l’accusa di concorso in soppressione del cadavere di Sarah Scazzi, la 15enne di Avetrana uccisa lo scorso 26 agosto. Nella caserma dei carabinieri della Compagnia di Manduria (Taranto) sono arrivate poco fa le mogli di Carmine Misseri e del nipote Cosimo Cosma, arrestati per concorso in soppressione di cadavere per l’omicidio di Sarah Scazzi. Non si sa al momento se le due donne siano state convocate dai carabinieri per essere sentite dagli inquirenti.

Da tempo circolavano voci su un coinvolgimento nell’inchiesta di Cosimo Cosma e Carmine Misseri, tanto che i due erano stati interrogati piu’ volte durante tutti questi mesi. E’ certo che Michele Misseri effettuo’ una chiamata al cellulare del fratello verso le 15,08 in un momento in cui quasi certamente si trovava vicino al pozzo cisterna di contrada ‘Mosca’ dove lo zio della vittima getto’ il corpo di Sarah che fece ritrovare agli inquirenti nella notte tra il 6 e il 7 ottobre al termine della prima confessione. Un’altra telefonata la fece intorno alle 18 della stessa giornata al nipote Mimino. Soprattutto sul contenuto della prima telefonata tra Michele e Carmine i due hanno fornito versioni diverse. In carcere per l’omicidio si trovavano finora lo stesso Michele e la figlia Sabrina. Per l’omicidio di Sarah sono in carcere Michele e sua figlia Sabrina Misseri, quest’ultima accusata dal padre di essere la responsabile del delitto. Nei giorni scorsi i giudici del tribunale d’appello in sede di giudice della Libertà avevano negato la liberazione di Sabrina Misseri. Dai documenti che emergono risulterebbe rafforzata, scrivono i giudici della libertà, l’ipotesi più estrema: a casa Misseri, l’omicidio della giovane Sarah sarebbe stato premeditato. Così i giudici.

L’omicidio di Sarah Scazzi potrebbe essere stato anche premeditato: e’ l’ipotesi che affacciano i giudici del tribunale di Taranto nelle motivazioni con le quali hanno rigettato l’appello dei difensori di Sabrina Misseri. L’ipotesi di una pianificazione del delitto, secondo i giudici, non e’ ovviamente una certezza ma la tesi ne uscirebbe rafforzata dalla documentazione esaminata.

domenica 20 febbraio 2011

Borussia Marconia in crisi d'identità. A Ricigliano arriva la terza sconfitta consecutiva.


S.GREGORIO MAGNO - Il Borussia Marconia torna da Ricigliano con tre goal nel sacco. Il Tanagro mai in difficoltà, è stato padrone del campo per tutti i 90’. Gli jonici scendono in campo con la formazione tipo puntando forte sul tridente Agneta-Ragone-Di Cecca. Il Tanagro di mister Caponigri rimaneggiato dal giudice sportivo, per le squalifiche di Bottiglieri, Lepore e Di Carlo, invece si affida all’estro dei fratelli Serritella.

I rossoblu partono bene, con una bella combinazione sulla destra, Agneta mette in condizione Ragone di colpire di testa. La conclusione viene bloccata facile da Battaglia. Il Tanagro passa al 18’con R. Serritella, ben servito dal fratello Sandrino. Giungiamo al 35’ ed il Tanagro raddoppia. Corner di Ramora deviato in rete con una semirovesciata da S. Serritella.

Il Borussia abbozza una reazione. Al 42’ Di Cecca tenta di fare tutto da solo, superando in velocità Brigantino. La conclusione del numero 11 rossoblu è debole ed facile preda di Battaglia.

Dopo 60’’ di recupero il Signor Caprioli sancisce la fine del primo tempo. La ripresa si apre con il Borussia che prova ad affondare sulle corsie laterali con Agneta e Di Cecca per cercare la punta Ragone. I tentativi dei rossobu non vengono capitalizzati e i padroni di casa ne approfittano,bersagliando la retroguardia rossoblu. La gara scorre veloce fino al 40’ quando Ramora recupera palla a centrocampo e lancia Falcone che entra in area e pone il terzo sigillo sul tabellino dei marcatori. Dopo pochi minuti si giunge al fischio finale. I padroni di casa conquistano una importante vittoria, per la corsa al secondo posto.Il Borussia Marconia incassa la terza sconfitta consecutiva. La zona retrocessione si avvicina sempre più e domenica al comunale arriva il Moliterno.


TABELLINO

Comp. Tanagro: Battaglia, Pignata, Vece, Piegari, trifone, Nicoletti, Genco, Falcone, Serritella S., Ramora, Serritella R.; A disp.: Gorga, Gaudioso, D'Aniello, Brigantino, Ricciardi, Falivena; All.: Caponigri

Borussia Marconia: Rondinone, Cipriano, Salerno, Giannini, Cocchiararo, Garrammone, Zuccarelli, Latartara, Di Cecca, Ragone, Agneta;

A disp.: Fuina, Caramia, Carrera, Fortunato, Sabato, Marchetti, Turano;

Dirigente accompagnatore: Antonio Gioia;

Arbitro: Caprioli (Rago-Pecoraro)

Marcatori: Serritella R. 18' pt; Serritella S. 33' pt; Falcone 40' st;

NOTE

Ammoniti: Piegari, Falivena(CT), Garrammone, Giannini, Latartara(BM);

Recuperi: 1' pt; 3' st;

Spettatori: 300 circa

Mario Quinto

Italica Metaponto decimata, torna sconfitta da Castronuovo.


CASTRONUOVO - L'Italica Metaponto cade in casa del Castonuovo. Dopo aver raccolto quattro punti nelle ultime due gare, sul campo del Castonuovo. La squadra di mister Armento orfana di Turillo, Carella e De Tommaso, si affida alle giocate della coppia d’attacco Alfano-Minervini. Il Castronuovo viene dalla vittoria ottenuta nel recupero, contro il Sant’Arcangelo e schiera un classico 4-4-2 con Pesce e Novelli in attacco.

Dopo alcune fasi di studio, la gara entra nel vivo. Al 15’ Settembrino scambia con Alfano che fa partire un forte destro che sfiora il palo alla destra di Belcore. Il gioco staziona a centrocampo, le squadre si equivalgono. Minuto 28, Alfano scattato sull’out di destra mette al centro un preciso traversone per l’accorrente Minervini, il quale di testa impegna seriamente Cascino. La partita è molto equilibrata, la palla staziona a centrocampo e le difese risultano impenetranti. Mentre la gara si avvia verso la fine del primo tempo, un corner per il Catronuovo viene deviato involontariamente nella propria rete da Turillo.Si va al riposo, quindi, con i padroni di casa in vantaggio grazie ad un autorete.

La ripresa inizia con il Metaponto alla ricerca del pari. Ci prova Alfano con una bella conclusione da fuori area, ma Cascino fa buona guardia. La partita è emozionante e si susseguono molte occasioni da rete e capovolgimenti di fronte. Al 10’st il Castonuovo raddoppia. Novielli in velocità salta Di caro, entra in area e batte Gilio con un preciso diagonale. In seguito il Castronuovo si preoccupa di far addormentare la gara. Si giunge al triplice fischio finale, dopo l’espulsione di Pesce per doppia ammonizione. Il Castronuovo si impone con il più classico dei risultati incamerando punti preziosi per la salvezza.Il Metaponto invece, perde colpi per la corsa al podio e torna sconfitto da Castronuovo. Nella prossima gara, i bianconeri saranno impegnati in casa contro il fanalino di coda Terranova. A fine gara mister Armento dichiara “Ci siamo presentati alla gara decimati quest’oggi. Abbiamo perso una grossa opportunità per avvicinare le prime della classe, ma noi non disperiamo. Per noi la cosa essenziale è che vinca lo sport e con orgoglio sostengo una squadra che è anche quest’anno in corsa per la Coppa Disciplina”


TABELLINO

Castronuovo: Cascino, Martinese, Durante, Arleo, Marino S., Graziano, Allegretti, Appella G., Pesce D., Novielli; A disp: Romano, Marino C., Pesce L., Porfidio, Appella M., Paladino; All: Magno;

Italica Metaponto: Gilio, Di Caro, D’Ascanio, Braico, Lopapa, Pallotta, Alfano, Panio, Settembrino, Minervini, Turillo G.;

A disp: Di Stefano, Troiano; All: Armento

Marcatori: Turillo 45’pt(autogoal), Novielli 10’st;

Arbitro: D’Agrosa sezione di Moliterno

NOTE

Ammoniti: Lopapa, Minervini,

Espulsi: Pesce D. (doppia ammonizione)

Spettatori: 100 circa


Mario Quinto


Rotunda Maris sconfitto in casa. La capolista Val Sarmento porta a casa i tre punti.


ROTONDELLA – Rotunda Maris sconfitto dalla capolista. I rossoblu, sfiorano il pareggio contro il Val Sarmento, che risulta ancora imbattuta, avendo conquistato, con questa, la dodicesima vittoria in altrettante gare disputate. I rossoblu di mister Rinaldi orfani dello squalificato Castronuovo, si affidano a Rubolino, che sosterrà le punte Buongiorno N. e De Michele. La Val Sarmento invece reduce dell’ennesima vittoria nel derby contro il Noepoli, punta forte sul tridente Di Sanzo, Rusciani e D’Amato.

Il Rotunda Maris è reduce dall’ottimo pareggio, ottenuto in casa dei bianconeri dell’Italica Metaponto e brama voglia di conquistare punti in chiave salvezza.

La gara: Val Sarmento in attacco, ma i rossoblu sono tenaci e riescono a sventare, le scorribande degli avversari. Ma al 25’Rusciani rompe gli equilibri e si mette in mostra saltando secco Lillo ed andando al tiro da posizione defilata. La palla si insacca alle spalle dell’incolpevole Cuccarese.Il Rotunda incassa il colpo e soffre le continue scorribande della squadra ospite, che con Di Sanzo va vicina al raddoppio, ma Cuccarese questa volta blocca la sfera in due tempi. Si va al riposo con il Val Sarmento in vantaggio di misura.

Inizia la ripresa ed il Rotunda pareggia. Al 8’ st, Spina serve un assist a De Michele che con un tiro al volo, mette in rete. Inaspettato pareggio rotondese e grande festa per i sostenitori di casa. Il team di mister Rinaldi alza la voce e si affaccia nuovamente dalle parti di Labanca. Al 18’ calcio di punizione per il Rotunda, batte Ciancia, che colpisce la traversa. I sarmentini non ci stanno e cercano il goal vittoria. Ciancio prima e Rusciani poi trovano attenta la difesa di casa. Al 25’ st Rusciani a ridosso dell’area di rigore rossoblu fa partire un preciso diagonale che Cuccarese non riesce a deviare. Nuovamente in vantaggio il Val Sarmento cerca di amministrare, facendo circolare palla. Si susseguono poche altre occasioni e la gara giunge al termine con il triplice fischio del signor Affuso.

A fine gara il presidente del Rotunda, Pasquino commenta"Abbiamo disputato un ottima gara contro la capolista e di questo voglio dare grande merito ai ragazzi che hanno saputo mettere in difficoltà una squadra cosi blasonata". "Vorrei "- conclude il presidente - "infine ringraziare i cittadini che oggi sono accorsi al comunale per sostenerci".


TABELLINO

Rotunda Maris: Cuccarese, Lillo(Ripoli 20’st), Gentile, Latronico, La Guardia, Lo Breglio(Lateana 26’ st), Demininno, Ciancia(Prillo 10’st), Rubolino(Spina 5’st), Buongiorno N., De Michele;

A disp: Buongiorno P.;

All: Rinaldi


Val Sarmento: Labanca,Chidicchimo, Buccolo, Ciancio, Qazmillari, Turtora, Barletta(15’st Di Santo), D’Amato, Ciancia S., Rusciani, Di Sanzo;

A disp: Mazzia, Perretta, Chiaffarella, Ciancia G.;

All: Ciancia V.

Arbitro: Affuso sezione di Bernalda

Marcatori: Rusciani 25' pt; De Michele 8' st; Rusciani 20' st;


NOTE

Ammoniti: Ciancia, De Michele (RM)

Espulsi: Demininno (doppia ammonizione) Spettatori: 150 circa


Mario Quinto

giovedì 17 febbraio 2011

Borussia Marconia senza paura a Ricigliano. Latartara:”Dobbiamo dare il massimo”


Nel prossimo turno, il Borussia Marconia andrà a Ricigliano per affrontare il Comp. Tanagro. I rossoblu sono reduci dalla sconfitta casalinga contro l’Atella, che vincendo ha scavalcato oltre al Viggiano, proprio il Tanagro, ponendosi come prima antagonista, alla capolista Oppido.


Il team di mister Casu viene dalla sconfitta di Rionero, dove ha concluso la gara in inferiorità numerica, per le espulsioni del portiere Lepore e Bottiglieri, che quindi saranno squalificati per la gara contro il Borussia. Nella settimana di preparazione, i rossoblu si sono concentrati sulla disposizione tattica in modalità passiva, con particolare riferimento all’impostazione del pressing in fase di non possesso. La squadra riabbraccerà il rientrante Marchetti che però partirà dalla panchina, a causa di una contusione alla caviglia. Gli undici titolari dovrebbero essere gli stessi di domenica scorsa. Tra i pali Rondinone e difesa con Cipriano, Salerno, Giannini e Cocchiararo. In attacco Agneta e Di Cecca proveranno a pungere la difesa avversaria, a sostegno della punta centrale Ragone. A centrocampo dovrebbero trovare spazio, Zuccarelli, Garrammone e Latartara.

Proprio quest’ultimo ha dichiarato: “Dopo la sfortunata sconfitta contro l’Atella, voltiamo pagina e pensiamo al Tanagro. La prossima sarà una gara ostica, su un campo difficile. Risulterà fondamentale fare bene, per dimostrare la maturità acquisita, dopo le ultime due sconfitte. D’ora in poi dobbiamo dare il massimo in tutte le partite, per raggiungere il prima possibile la quota salvezza”.


Mario Quinto

L’A.D.A.M. presenta “La buona salute comincia a tavola”, seminario sulla buona salute nell’ambito della nutrizione.


L’Assoziazione diversamente abili di Marconia nata il 20 settembre 2010 orgogliosamente presieduta da Angelo Florio, presenta un seminario sulla buona salute. L’evento che si terrà sabato 19 febbraio alle ore 18:00, nell’aula della delegazione comunale di Marconia, sarà argomentato dall’endocrinologo Dott. Pasquale Bellitti e dalla nutrizionista Dott.ssa Antonella Florio. Compito del Prof. Franco Laviola sarà invece quello di presentare le attività motorie, che risultano fondamentali, al fine di condurre un sano stile di vita.

Il gruppo associativo A.D.A.M. dalla sua costituzione, è stato molto presente sul territorio organizzando diverse attività legate al tempo libero, sviluppando iniziative atte a sensibilizzare la cittadinanza ed intervenendo nel campo dell’educazione e della didattica, ponendo come matrice comune, il disprezzo verso qualsiasi tipo di discriminazione sociale.

Il presidente Angelo Florio ha dichiarato: “Sono molto fiero di poter presentare un evento di una cosi importante levatura sociale. Vorrei ringraziare anticipatamente gli esperti che interverranno, i quali fin da subito si sono messi a disposizione, per trattare il tema ‘La buona salute comincia a tavola’ le cui importanti dinamiche molto spesso vengono trascurate”.

Mario Quinto

Il N.O.V. festeggia il primo anno di attività. Due serate dal tema: "Cosa è stato fatto .. cosa facciamo .. cosa faremo"



Ad un anno dalla costituzione del Nucleo Operativo Volontari del Metapontino che diramò gli incarichi e le varie mansioni, Rocco De Marco annuncia due appuntamenti per festeggiare il primo anniversario dell’associazione da lui presieduta. L’associazione costituita nel febbraio 2010 conta circa sessanta soci, che costituiscono un gruppo abbastanza giovane e dinamico. L’unita di protezione civile N.O.V. ha organizzato due eventi che avranno come location piazza Elettra a Marconia per domenica 20 febbraio, nella serata d’esordio. Il secondo appuntamento sarà svolto in piazza Umberto I° a Pisticci, domenica 27 Febbraio. Il tema che imperverserà le due serate sarà: “cosa è stato fatto … cosa facciamo … e cosa faremo”. Con questo motto l’associazione si presenterà, proponendo al pubblico, una mostra audiovisiva e fotografica, nella quale saranno rappresentati tutti gli interventi svolti nel primo anno di attività.

Il presidente De Marco ha dichiarato: “Siamo giunti quest’anno al primo anniversario dell’ associazione N.O.V. che orgogliosamente presiedo. Per l’occasione, di concerto con tutti i soci volontari, abbiamo deciso di creare una galleria audiovisiva e fotografica, per mostrare al pubblico gli interventi d’emergenza messi a punto nel periodo di attività”. “Nell’arco dell’anno”- continua De Marco – “abbiamo messo insieme un gran numero di esperienze che ci hanno permesso di raggiungere una discreta maturità. Ma non bisogna mai pensare di essere arrivati, perché in nessun altro come in questo campo, ci si può aspettare di tutto”. “Vorrei”- conclude il presidente – “ringraziare anticipatamente tutta la cittadinanza pisticcese e ricordare che sono in fase di organizzazione, dei corsi di formazione specifici per tutti coloro che vorrebbero acquisire competenze”.


Mario Quinto