lunedì 7 marzo 2011

Importante vittoria per l'Esedra Marconia.


Delicatissimo impegno casalingo per l’Esedra di patron Taddei, che affronta il Barricelle in un match clou per la salvezza. Prestazione fiammeggiante quella offerta dei biancazzurri, specie nel secondo tempo. L’assenza di Piero Iannuzziello pesa eccome nell’economia del gioco difensivo esedrino, ma la squadra comunque si mette bene in campo e passa al 5’ quando un’azione corale iniziata da Scattino, porta Masiello a inventare un corridoio intelligente per il lestissimo Pietrovicci che, incuneatosi tra le maglie barricellesi, aggancia e fa 1-0 di sinistro. Nemmeno il tempo di risistemarsi in campo, che i biancazzurri di Venezia raddoppiano con Laviola.

Irrefrenabile sgroppata di Scattino sull’out di sinistra, dai e vai con Masiello e palla in mezzo per il bomber che insacca da due passi. Gli ospiti non ci stanno e abbozzano una timida reazione che porta Fratantuono al gol che accorcia le distanze. E’ la rete che consente al Barricelle di congegnare una partita nuova, diversa, vocata al recupero del risultato, e quindi aggressiva, brillante, molto concentrata. Gli ospiti, dunque, impongono ritmi abbastanza elevati che infervorano la gara, ma la grinta dei biancazzurri permette di far quadrato attorno a Di Lena e manda in archivio sul 2-1 la prima frazione di gioco.

All’intervallo mister Venezia sprona i suoi alla ricerca del terzo gol che allontani il verosimile spettro rimonta. Ma in avvio ripresa il Barricelle continua imperterrito a riversarsi in avanti, facendo stazionare costantemente la palla nella metà campo esedrina e, goccia dopo goccia, scava la roccia biancazzurra con Marsicano, che pareggia i conti al 7’ con un bel destro che trafigge Di Lena. 2-2 quindi, e tutto da rifare per i biancazzurri. Allora Venezia cambia qualcosa dando inizio alla sagra del gol. Con Scattino leggermente avanzato per supportare Laviola in fase di non possesso, i risultati giungono immediatamente. Pressing asfissiante del capitano biancazzurro che sgomita con Ponzio e liberatosi del suo marcatore, serve Masiello che non sbaglia e riporta avanti i locali.

Poi a Piertrovicci capita due volte la palla del ko ma la punta biancazzura non è lucida e spietata come nell’occasione dell’ 1-0. E allora ci pensa Scattino, che sale in cattedra e dapprima con un destro allucinante che ghiaccia il malcapitato Iannella, e cinque minuti con una rete tanto bella quanto significativa per il team marconese, che alla luce dei fatti, chiude il match e consente di incamerare 3 importantissimi punti da spendere in chiave salvezza. Con il punteggio inchiodato sul 5-2 infatti, i padroni di casa giocano a memoria e amministrano saggiamente il vantaggio sino al triplice fischio che sancisce una vittoria importantissima a livello psicologico. L’Esedra torna bella e pimpante dopo la sosta, e viaggia a pieni cilindri, puntando decisamente a quella che solo qualche domenica fa, sembrava essere una chimerica salvezza.

IL TABELLINO

ESEDRA MARCONIA: Di Lena, Scattino, Masiello, Grieco, Pietrovicci; Fontana, esposito, Settembrino, Laviola;
Allenatore: Venezia
BARRICELLE: Iannella, Marsicano G., Ponzio, Marinelli, Marsicano L., Fratantuono, Lauria N.
Allenatore: Varalla
Arbitro: Lo Signore
Marcatori: Pietrovicci (E) ; Laviola (E) ; Fratantuono (B) ; Marsicano G. (B) ; Masiello (E) ; 2 Scattino (E)
Espulsi: nessuno
Ammoniti: nessuno

NOTE

Calci d’angolo: 6-2
Recuperi: 1’ p.t. ; 1’ s.t.
Spettatori: 30 circa

Cristian Camardo

Nessun commento:

Posta un commento