sabato 26 marzo 2011

L'Italia sostenibile c'è. Stasera al via l'ora della Terra.

Giro del Mondo a luci spente e un minuto di silenzio per il Giappone a Roma Green Carpet in Piazza Navona con De Sica e Rosolino Prima volta per Duomo di Milano e Ponte Vecchio a Firenze e decine di iniziative in tutta Italia

Senza contare la moltitudine di movimenti a livello territoriale, singoli cittadini, famiglie, condomini solidali, bilanci di giustizia e gruppi di acquisto solidale, o esperienze più strutturate - come l’Associazione Comuni Virtuosi o il Coordinamento Agende 21 Locali Italiane, che insieme all’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e all’UPI (Unione Province d’Italia) ha elaborato la cosiddetta “Carta delle Città e dei territori per il clima” - che hanno fatto della sostenibilità una vera e propria bandiera, sia a livello ambientale che sociale e culturale, un “brulicare” di sostenibilità quotidiana, testimoniato anche da centinaia di messaggi arrivati sulla piattaforma globale del WWF “Beyond the Hour” (www.wwf.it), che sta raccogliendo le azioni “green” di cittadini, istituzioni e imprese da tutto il mondo.

Completano il quadro le decine di imprese che, anche in Italia, hanno visto nella green economy una strada vantaggiosa non solo sotto il profilo ambientale, ma anche economico, e che come il WWF ha raccontato nelle scorse settimane, hanno attivato concreti piani di riduzione delle proprie emissioni e del proprio impatto ambientale (vedi nota allegata).

L’Ora della Terra di sabato 26 sarà quindi un’occasione unica per celebrare il futuro sostenibile che c’è già e a livello globale si aprirà con un minuto di silenzio dedicato alle vittime del Giappone. Nel mondo hanno aderito migliaia di città in oltre 131 Paesi, che spegneranno monumenti simbolo come la Tour Eiffel, la Porta di Brandeburgo, il Ponte sul Bosforo o le avveniristiche Kuwait Towers. In Italia hanno aderito oltre 100 Comuni, decine di imprese, migliaia di cittadini che si sono registrati sul sito o hanno partecipato alle molte iniziative organizzate online su www.wwf.it. Alla gallery di testimonial italiani - rappresentata quest’anno da Marco Mengoni, Paola Maugeri, Massimiliano Rosolino, Vittorio Brumotti, Camila Raznovich, e dal personaggio di animazione Pocoyo “Primo ambasciatore globale” per aumentare la consapevolezza ambientale dei bambini - si aggiunge oggi, per il terzo anno consecutivo anche il capitano della Roma FRANCESCO TOTTI che, oscurando il suo sito web, ha detto: “Anche quest’anno ho deciso di sostenere l’Ora della Terra del WWF ed unirmi a questa grande squadra globale, composta da centinaia di milioni di persone che in tutto il mondo con le loro azioni concrete stanno creando le basi per un futuro più sostenibile.

Gli eventi centrali per l’Italia saranno a Roma, in Piazza Navona, alla presenza di celebrities come Christian De Sica e Massimiliano Rosolino, e Milano, in piazza Duomo, che si spegne quest’anno per la prima volta. Ma iniziative speciali sono state organizzate in tutta Italia. Si spegneranno infatti Ponte Vecchio e Palazzo Vecchio a Firenze, come il Pirellone e il Castello Sforzesco a Milano, la Torre di Pisa, Piazza del Campo a Siena, il maschio Angioino di Napoli, le Torri degli Asinelli a Bologna, la Basilica di Superga a Torino, piazza Pretoria a Palermo, la piazza del Duomo di Siracusa, la fortezza Albornoz di Urbino, la cattedrale e il Castello di Federico II a Lucera. E in tutta Italia, cene a lume di candela, osservazioni delle stelle, visite notturne nelle Oasi del WWF e moltissime iniziative speciali per tutte le età.

Nessun commento:

Posta un commento