mercoledì 16 marzo 2011

L'Italica Metaponto fa poker contro i materani della Golden Boys.


L’Italica tiene fede ai pronostici della vigilia, e al Comunale di Bernalda, sommerge i materani della Golden Boys con un poker altisonante che le permette di appollaiarsi solitaria al quarto posto, a quota 24. Gli ospiti seppur temerari, sono stati letteralmente travolti dal rullo bianconero. La partita: Armento vuole assolutamente vincere e manda in campo la formazione tipo nel suo classico 4-4-2 con la premiata ditta Minervini-Turillo in avanti, per scardinare la difesa ospite. Prestazione scintillante, quella offerta dai bianconeri, dispensatori saggi di splendide giocate. L’inserimento di uomini qualitativamente importanti nello scacchiere Armentiano infatti, è stato più che sufficiente per ritrovare una squadra capace di saper colpire e ben gestire. Bastano quindici minuti per registrare il gol che spiana la strada ai metapontini. Nemmeno il tempo di trovare la giusta quadratura infatti, che Alfano trova il corridoio largo e invitante tra le maglie difensive materane e con un tap-in buca Giordano, che respinge malissimo una punizione di Panio. E' il gol che mette in discesa la partita dei padroni di casa, che sono brillanti, concreti, attenti, ma centellinati. La tattica bianconera, infatti, è sostanzialmente quella di non sprecare molte energie in vista del recupero infrasettimanale a Colobraro, e quindi aspetta con pazienza di infilarsi negli spazi che, col passare dei minuti, gli ospiti distrattamente concedono. Il Matera, infatti, non impone alla gara ritmi elevatissimi e manifesta foga con qualche entrataccia di troppo sulle caviglie degli uomini di Armento, che costa il rosso a Larotonda. Elementi, questi, facilitanti il compito ai bianconeri che ipotecano la vittoria al 20’ della ripresa, quando a raddoppiare è ancora un monumentale Alfano, ma è strepitosa la genialata con cui Minervini lo mette in porta. La reazione materana si esaurisce in un paio di palloni velenosi da calcio piazzato e in tanto nervosismo: Quotrufo, irriguardoso verso Cappella, lascia in 9 i suoi. Le giunture oliate del motore bianconero comportano, nella ripresa, un netto aumento del potenziale della formazione di Armento, che però se ne sta buona nella sua metà campo e lascia uno sterile possesso di palla agli ospiti, che ronzano a lungo sulla trequarti metapontina, ma senza combinare molto. Italica, dunque, che viaggia tranquilla e si permette di segnare anche la terza rete con Panio, che ne fa secchi due e buca Giordano. Protagonista di una prestazione continua e intelligente, il numero 8 guarnisce la sua gara con un gol e un assist. Bianconeri dunque, padroni del campo e al 40’ tocca a Minervini mettere alle spalle di Giordano il quarto gol che fattivamente chiude i conti. “Avevamo voglia di vincere-dice Armento- e ci siamo riusciti con merito e soddisfazione”. L’Italica torna dunque al successo, viaggiando a pieni cilindri e mettendo in cassaforte 3 punti che la ringalluzziscono moralmente, in vista del recupero della quattordicesimo turno a Colobraro.


TABELLINO



Italica Metaponto: Gilio, Di Caro , Braico, Pallotta, De Tommaso, Alfano, Panio, Settembrino (20’ st Settembrino), Minervini, Turillo G.(44’ pt D’Ascanio G.);

A disp.: Di Stefano, Lo Papa;

All.: Armento


Golden Boys Matera: Giordano, Andrulli, Berardi, Larotonda, Scandiffio, Santeramo, Bianchini, Quotrufo, Paradiso T., Ventura, Ferrucci;

A disposizione: Bianco G., Bianco A., Paradiso N., Di Trani;

Dirigente Accompagnatore: Larotunda


Arbitro: Cappella Giulio sezione di Matera


Marcatori: 15’pt Alfano (I) 20’st Alfano (I) 30’ st Panio (I) 40’ Minervini (I)


Espulsi: 35’ pt Larotonda(M) doppio giallo, 20’ st Quotrufo (M) doppio giallo;


NOTE


Recuperi: 2’ p.t. ; 4’ s.t. ;

Calci d’angolo: 5-2

Spettatori: 70 circa


Cristian Camardo

Nessun commento:

Posta un commento