mercoledì 2 marzo 2011

Presentazione de "La società dei beni comuni". Confronto sul tema dei 'commons'.



Presso la Biblioteca comunale di Tito, sabato 5 marzo alle ore 18:30, si svolgerà la presentazione del libro "La società dei beni comuni" curato dal giornalista Paolo Cacciari, presentato da Paolo Baffari per un dialogo sul tema "Il bene comune".

Il libro, pubblicato dalla Ediesseeditore, raccoglie diciannove opinioni di autrici ed autori italiani che da diverse visuali disciplinari (storica, giuridica, filosofica, antropologica, ambientalista) si sono confrontati con il tema dei 'commons'. Aria, acqua, terra, energia e conoscenza sono risorse speciali, beni primari da cui tutto dipende e la cui fruizione richede quindi attenzioni particolari. L'applicazione a tali beni della logica del mercato ha sperimentato infatti i più clamorosi fallimenti. Il riconoscimento del Nobel all'economista Elinor Ostrom dimostra che il pensiero unico neoliberista sta incrinandosi anche dentro l'accademia. Ma nella sfera politica italiana non vi è ancora traccia di ravvedimento: la saga delle privatizzazioni procede, ma cresce anche l'opposizione da parte di numerosi gruppi di cittadinanza attiva, di comitati, di associazioni in nome di una società più consapevole nei riguardi della natura e più responsabile nei confronti di tutta la comunità umana.
L'iniziativa è organizzata dall'associazione culturale Libera Associazione RiCrea e vuole proporre un momento di riflesione sulle tematiche sociali, relative allo sfruttamento dei cosidetti commons. Per l'occasione saranno presenti i referenti regionali del Comitato Promotore "Acqua Bene Comune" costituitisi spontaneamente contro la privatizzazione della gestione dell'acqua. Durante il dibattito saranno proiettati dei brevi filmati seul tema "Non farti rubare l'acqua!".
La presentazione del libro farà il via, a delle riflessioni sui beni primari come l'acqua e sulla necessità di difenderla dai tentativi di privatizzazione.
A conclusione dell'incontro, sarà possibile continuare la serata presso l'Enoteca VI' di Tito con la proposta di una "degustazione sociale" accompagnata da prodotti vitivinicoli.
Si tratta di una campagna che riguarda tutti da vicino, come esseri umani e come cittadini di una regione che ha bisogno di rivincite.

Mario Quinto

Nessun commento:

Posta un commento