martedì 29 marzo 2011

Rotunda Maris bella e sfortunata. Anche al cospetto del Senise, una grande prova di carattere.

Il Real Senise espugna Rotondella e resta secondo. Sotto 1-0 dopo 10 minuti grazie al tocco ravvicinato di Ciancia, gli ospiti rimontano e battono 2-1 la Rotunda Maris grazie allo sfortunato autogol di Gentile prima e al rigore trasformato freddamente da Tricarico poi. L’attacco rossoblu si affida alle folate delle schegge Lateana e Lufrano. Ripoli va in panchina, e dietro la coppia d’attacco c’è a sorpresa Lobreglio, uomo ovunque nello scacchiere rossoblu. La partita: osservato un minuto di silenzio per la disgrazia capitata a Tucci. Rossoblu col lutto al braccio. Gli undici di Rinaldi sono inaspettatamente midiciali e cominciano benissimo, arrembando la difesa senisina con Lobreglio e Lufrano, che spesso riescono a incunearsi tra le maglie difensive della compagine affidata a Scarpino. Bastano dieci minuti ai padroni di casa per insaccare la rete del vantaggio. Punizione velenosa di Lobreglio dai 20 metri, Collarino respinge male e Ciancia, rapacissimo, si avventa sul pallone vagante in area e lo spinge in rete per il meritato 1-0. Soli dieci minuti più tardi, un miracoloso salvataggio di Collarino sul missile di Laguardia, evita il tracollo della formazione ospite, in totale balìa dell’undici Rinaldiano. Lo spartito del resto del primo tempo non cambia, resta sempre e comunque di stampo rotundese, che creano tanto ma non riescono a concretizzare. A inizio ripresa le danze sono sempre animate dai ballerini rossoblu. Lobreglio spara un diagonale micidiale che sfiora il palo alla destra di Collarino, Lufrano affetta costantemente la difesa ospite con dei tagli e cambi di direzione rapidissimi, Collarino ancora compie due salvataggi miracolosi prima su di D’Ambrosio e poi su Demininno. Poi la sfiga. L’immancabile sfiga. Alla prima sgroppata degna di menzione di Pioggia, Gentile tenta di allontanare goffamente il cross dell’esterno ospite, ma la palla deviata, prende la direzione sbagliata e si dirige verso Cuccarese, incredulamente beffato. Due minuti dopo la Rotunda Maris rischia seriamente di capitolare ma fortunatamente per l’undici di Rinaldi, Filazzola opta per annullare la rete di Castelluccio in sospetto fuorigioco. Ospiti più convinti in questo momento delicato del match, spingono e giungono a creare un parapiglia nei 16 metri rossoblu, e D’Ambrosio tocca inavvertitamente con la manina. Filazzola non ha dubbi e indica il dischetto. Tricarico non si fa ipnotizzare da Cuccarese e lo spiazza. I rossoblu non ci stanno e ripartono in avanti e al 43’ segnano con Ciancia, ma Filazzola annulla considerando la palla non varcante la linea di porta. Ma le emozioni non sono finite perché sul gong Tricarico prova al volo, ma c'è prima la deviazione di Ripoli e poi quella di Cuccarese di piede. Rossoblu super nel primo tempo, ma pesano i grandi errori di Gentile per il gol del pari e il tocco di mano di D’Ambrosio. Tre punti d’oro per la formazione ospite che mantiene la seconda posizione, continuando a tenere nel mirino la capolista Val Sarmento.

TABELLINO

Rotunda Maris: Cuccarese, Lillo, Gentile, Laguardia (5’ st Ripoli), D’Ambrosio, Lateana F., Demininno, Ciancia, Lobreglio, Lateana R., Lufrano;


All.:Rinaldi



Real Senise: Collarino, Palermo, L’Amico, Roseti R., Daranno, Petruccelli, Pioggia, Frantino, Tricarico, Sassano, Castelluccio;


A disp.: Forenza, Barone, Molfese, Micele, Roseti E.;


Dir. Acc: Scarpino


Arbitro: Filazzola Mario, Grazio Marcatori: 10’ pt Ciancia (RM); 18’ st autogol Gentile (RS) 32’ st Tricarico (RS); Ammoniti: Micele (RS), Lillo (RM), D’Ambrosio (RM), Lufrano (RM);



NOTE



Recuperi: 2’ pt ; 2’ st


Calci d’angolo: 4-2


Spettatori: 80 circa


Cristian Camardo

Nessun commento:

Posta un commento