giovedì 21 aprile 2011

Pasquino: "Attenti a non adagiarci sugli allori". Il numero uno della Rotunda Maris mantiene calmi gli animi.

Nel turno dedicato allo stop dei campionati regionali, abbiamo intervistato il presidente rossoblu della Rotunda Maris Pierluigi Pasquino, specie dopo la brillante vittoria contro la formazione materana agli ordini di Paradiso. “ Abbiamo fatto una grande partita e ottenuto i 3 punti contro una squadra che nutre i mezzi per ambire a traguardi prestigiosi. Oggi purtroppo navighiamo nelle torbide acque dei tempestosi mari della bassa classifica, e in futuro dovremo necessariamente profondere impegno e dedizione per lasciare quella zona rossa che, alla luce degli ultimi risultati contro Golden Boys e ancor prima Colobraro, proprio non ci appartiene. Dovremo reagire, e vincere le nostre partite sopratutto mentalmente, per guardare avanti con fiducia, senza mai scoraggiarci”. Poi una proiezione sul prossimo incontro: “Bisogna assolutamente vincerlo, anche perché ci siamo dati obiettivi tutto sommato ambiziosi per la stagione in corso. Purtroppo la storia del nostro campionato dice altro, siamo penultimi, ma lotteremo fino all’ultimo secondo dell’ultima gara stagionale per difendere e onorare i nostri colori, provando a fare quanti più punti possibili. La ricetta da cucinare per riempirsi la pancia e conquistare il bottino pieno anche nel prossimo match: “ Certamente dovremo sfruttare tutte le nostre potenzialità e la nostra scia positiva. Nonostante la penultima posizione, stiamo facendo bene e lo sappiamo, anche perché i sette gol fatti nelle ultime due apparizioni, non sono noccioline. Ma dovremo stare attenti a non adagiarci sugli allori perché, in campionati del genere, ogni gara, anche la più semplice sulla carta, è aperta a qualsiasi risultato”. Lei qualche settimana fa ha annunziato per la stagione ventura una sostanziale rivoluzione organica, dal momento che vorrebbe aprire un nuovo ciclo nella prossima stagione: “Per me il calcio è una cosa molto seria, e da quando presiedo questa società, ho sempre lavorato alacremente per metter su un collettivo ferreo, che possa diventare col tempo e col sacrificio, una squadra vincente. Purtroppo nella stagione in corso ci sono state molte sconfitte e consequenziali momenti duri, ma non dobbiamo seguire il filone del disastro, temendo di mal figurare nelle prossime uscite, perché la nostra è stata comunque una presenza significativa nel girone, paupera di risultati per molti versi, ma comunque dignitosa per tanti altri. Infine un elogio dovuto al collettivo: “Tutti i miei calciatori affrontano le gare ben consci di poterle vincere. Certo, la nostra posizione in classifica dice ben altro, ma se negli undici, ogni domenica schieriamo quattro o cinque under, allora mi sembra quasi normale non esigere di contendere il primato al Val Sarmento. Sono comunque soddisfatto di come le cose stiano evolvendosi perché, questo campionato ha regalato forti emozioni ai nostri tifosi e dato buone chance e tanti compiacimenti specie a calciatori under come Lobreglio, come Lateana e Cuccarese, piccoli anagraficamente ma di grande prospettiva. Con ogni probabilità questi aiuteranno la Rotunda Maris a poter alzare la voce nella prossima stagione”.



Cristian Camardo

Nessun commento:

Posta un commento