venerdì 20 maggio 2011

Esedra Marconia: che anno stupendo !

Quella dell’Esedra è una favola a lieto fine. E’ le testimonianza che i sogni, ogni tanto, si realizzano. Questo perché nel Giugno scorso vi erano concrete possibilità di non iscriversi al campionato di C1 per mancanza di fondi pecuniari. In extremis venne interpellato un imprenditore zonale, Domenico Lazzazzera, dichiarato amante dello sport e dei progetti a lungo termine. Egli divenne ben presto il neo patron e diede a tutti carta e penna, per poter scrivere una splendida favola. Proferì che la Dinamo, in primis avrebbe mutato nome in Esedra, et in secundis asserì perentoriamente che la squadra avrebbe lottato per guadagnarsi dignitosamente la permanenza nella categoria. Per farlo, la scelta tecnica ricadde su Vito Venezia, che alla luce dei fatti, è molto più che scommessa vinta. L’obiettivo precipuo di quest’annata, in totale assonanza con lo spirito battagliero del gruppo, è stato il tentativo ben riuscito di affermarsi nella categoria, tramite la conquista della salvezza. Inoltre, si è implementato un bel settore giovanile, gestito passionalmente, e alcuni di loro, su tutti Esposito e Di Mario, sono stati spesso convocati in prima squadra. “Nonostante una stagione altalenante nei risultati – commenta il presidente Taddei – abbiamo concluso la stagione nel migliore dei modi. Abbiamo costituito un gruppo che è diventato, gara dopo gara, il nostro reale valore aggiunto. Abbiamo creato le condizioni per diventare affiatati e giocare entusiasti. Un sentito grazie al patron Lazzazzera, per aver creduto nel progetto, finanziandolo. Un grazie particolare a Venezia, per aver costruito un gruppo, in campo e fuori. Un grazie speciale ai giocatori, che hanno sposato il progetto e perorato la causa salvezza. E un ringraziamento d’uopo va tributato ai nostri tifosi, che hanno trasmesso quel mordente per affrontare al meglio ogni gara”.




Cristan Camardo

Nessun commento:

Posta un commento