martedì 3 maggio 2011

Pareggio divertente tra Colobraro e Sant'Arcangangelo



Si dice che quando il gioco si faccia duro, ai duri piaccia giocare eccome. Lo sanno bene Colobraro e Sant’Arcangelo, che si trovano di fronte per contendersi 3 punti e concludere il campionato regalandosi qualche altra piccola soddisfazione. Il minimo sindacale per i gialloblu di casa, un sogno per invece per i santarcangiolesi. Il momento, però, è delicato, perché entrambe le squadre non vivono un eccellente momento. Non ne può che uscire una partita tesa, dove in avvio non manca qualche colpo sotto la cintura. Gli ospiti hanno meno da perdere, mentre gli uomini di Troccoli devono fare necessariamente bottino pieno, ma l’assenza di mordente potrebbe fortemente condizionare le sorti del match. Colobraresi che giocano sin da subito a viso aperto. Nonostante la buona volontà però, le idee dei padroni di casa sono confuse, si gioca a strappi, ma senza la necessaria brillantezza per affondare e colpire. Poco dopo la mezz’ora i gialloblu mette il naso in area ospite con Valinoti che ci prova da vicinissimo e ci vuole una prodezza di De Filippo per evitare il peggio. La compagine ospite prende coraggio sul finire della prima frazione tentando la conclusione a più riprese, e passano con Virgilio che insacca di testa il delizioso cross di Appella su calcio piazzato dalla sinistra. Valinoti e compagni invece gestiscono maggiormente il pallone a centrocampo, manovrano tutto sommato bene, anche se al momento di concretizzare sono poco lucidi. La verità però, è che i padroni di casa dovrebbero fare qualcosina in più, perché il pareggio andrebbe di lusso al sodalizio di Marino. Detto e fatto. Dopo il botta e risposta in avvio ripresa, con Valinoti da una parte e Viriglio dall’altra, giunge il pareggio direttamente su punizione di Marta al 15’ della ripresa. A questo punto i padroni di casa prendono saldamente in mano le redini del match e sfiorano addirittura il bis quando De Filippo esce a vuoto su Valinoti e Guerriero si immola sulla linea salvando il colpo di testa a botta sicura del bomber. Ora la partita è spettacolare, si vivacizza e si apre a qualsiasi prospettabile scenario. Dopo le proteste per un presunto fallo da penalty su Cafaro e l’anticipo decisivo di Armentano su Fiorenza, il finale di gara si accende perché al 26’ Appella corregge di testa il corner di Parino. La compagine di casa incassa il colpo, reagisce, e a dieci minuti dal termine Cafaro sfrutta una perfetta sponda di Valinoti e pareggia i conti. Sembra ora che il Colobraro possa addirittura ribaltare il risultato e poco dopo ancora Valinoti sfiora il tris con un sinistro al volo che avrebbe meritato di più. Nemmeno il tempo di protestare per una spinta subita dallo stesso centravanti gialloblu e Appella ribalta il fronte, mettendo in mezzo un traversone per Virgilio, ma Bianchi esce bene evitando i patemi dell’ultimo minuto. E’ giusta festa la formazione santarcangiolese, che strappa un signor pari e gela uno stadio intero, che onestamente si aspettava i 3 punti.


Tabellino


Colobraro: Bianchi, Manga, Matinato, Fittipaldi, Marta, Fiorenza, Bruno, Cafaro G.(15’ st Cafaro A.), Violante A. (10’ st Violante G.), Valinoti;
A disp: Pupia, Violante M.;


All: Troccoli


Sant’Arcangelo: De Filippo, Guerriero, Di Sirio, Armentano, De Salvo, Parino, Appella, Locci, Virgilio, Pipo, Simeone;
A disp: Castelluccio, Pugliese, La Grotta;


All: Marino


Arbitro: Gianmarco Serra (sezione di Bernalda)


Marcatori: 42’ pt Virgilio (S), 15’ st Marta (C), 26’ st Appella (S), Cafaro A. (C)


Ammoniti: Bianchi, Marta, Bruno, Valinoti (C) De Salvo, Appella (S)


Cristian Camardo

Nessun commento:

Posta un commento