giovedì 2 giugno 2011

Italica Metaponto: Le pagelle



Gilio 7 Il Benji Price della situazione, spesso fa miracoli, sfoggia parate d’istinto, colpi di reni, sicuro nelle palle alte, riflessi da gatto. Di categoria insomma.

Di Stefano 6 Famoso per il suo aplomb: sempre moderato, mai un richiamo da parte degli arbitri, grande correttezza. Uno di quelli che in uno spogliatoio ci vogliono.

Carella 6,5 Non delude le attese dimostrando che l’allenamento paga. Sciorina prestazioni di livello e si adatta. Molto positivo nel complesso.

D’Ascanio 6 Difende con ordine senza farsi mai sorprendere. Puntuale, tenace, bene sia da libero che da esterno. Molto eclettico e duttile.

Turillo M. 6,5 Imposta ogni volta che può e aiuta la difesa quando questa ne ha bisogno. Ci mette spesso una pezza in situazioni disperate. Davvero onnipresente.

Braico 6,5 Prima parte di stagione un po’ in sordina, ma al giro di boa si trasforma giocando anche di fino. Barcolla ma non molla, un vero baluardo in retroguardia.

Di Caro 6,5 E’ la solita freccia pronta a ripartire con le sue scorribande. Troppo lezioso in qualche giocata, fa un po’ tremare per la paura del contropiede, ma con lui il gioco è molto più fluido.

Buttiglione 6 Gioca tutto sommato bene, ma spesso cade nei tranelli degli avversari. Un pugile in mezzo al campo, le da e le prende, ma si propone poco in avanti.

De Tommaso 7 il cosacco sente moltissimo il suo ruolo e gioca una stagione da incorniciare. Mix di cuore, grinta, tecnica e intelligenza, un pitbull in mezzo al campo insomma.

Pallotta 6,5 Non ha paura ad entrare sul pallone, molto gagliardo, tenta anche qualche dribbling e arriva davanti porta. La cerniera tra centrocampo e attacco.

Panio 7 lotta come un leone e riparte con la leggiadria di una ballerina classica. È quasi impossibile sradicargli palla, e inoltre dispensa giocate sublimi con estrema facilità.

Minervini 6,5 Gran temperamento, combinato con una tecnica sopraffina, è un tuttofare, con grandi recuperi a centrocampo, ripartenze micidiali e ovviamente bei gol.

Troiano 6 Si smarca bene, ma quando riceve palla non sempre incide. Può cambiare la partita dato il fare funambolico, ma quest’anno non ha fatto moltissimo.

Alfano 6,5 E’ la punta di riferimento, realizza qualche gol, peraltro non facilissimi. Sempre motivato, gestisce molti palloni e qualcuno lo infila pure. Una bella sopresa.

Settembrino 6,5 Un po’ esterno di centrocampo un po’ punta. Ovunque giochi però, semina il panico. E’ strepitoso nei coast to coast e onnipresente sul versante offensivo.

Turillo G. 6,5 Fondamentale per gli equilibri offensivi, ci mette il naso in quasi tutte le azioni gol metapontine. Quasi irrinunciabile nell’undici di partenza.

Lopapa 6 Praticamente inoperoso, l’ex allenatore bianconero a 55 anni suonati funge da superuomo spogliatoio coi suoi consigli e il suo calcistico sapere.

Armento 6 Allestisce un ottimo collettivo, ma il voto si abbassa di almeno un punto alla luce dei 5 mesi di squalifica rimediati nel post gara contro l’Agromonte.







Cristian Camardo

Nessun commento:

Posta un commento