lunedì 26 settembre 2011

Aurora Marconia ed Aurora Tursi si elidono a vicenda. Gara tesa e ricca di cartellini.

Termina in parità lo sconto al vertice tra Aurora Marconia e l’Aurora Tursi. Le due compagini materane impattano con il punteggio di 1 a 1, offrendo a tratti buon calcio, ma peccando in molte occasioni in cui la gara è stata trasformata in una vera e propria caccia al cartellino. Impegnatissimo è stato, infatti, il Signor Cauzillo, non poche volte costretto a mettere mano al taschino. Il primo tempo è un inno alla noia, tranne qualche sporadica occasione, come quella capitata sul destro di Andreulli, che però si vede bloccare il tiro da Lo Basso. Il pallino del gioco è dei padroni di casa, ma la manovra staziona per lo più sulla trequarti avversaria, anche perché il Tursi si difende in maniera ordinata, concedendo di rado al Marconia, la possibilità di andare al tiro. Al 26’ Pasquale Moliterni viene espulso e lascia il Marconia in dieci, dopo aver rimediato due gialli nell’arco di altrettanti minuti. Al 34’ il Tursi tenta la reazione con Paparella, che da calcio piazzato sfiora la traversa. Si giunge al minuto 40, quando Andreulli ben innescato da Protopapa, si invola verso la porta avversaria, ma viene atterrato in area da Cataldo. Cauzillo non ha dubbi e concede il penalty, prima di mostrare il rosso al difensore tursitano autore del fallo. Andreulli trasforma in rete il calcio di rigore, portando i suoi in vantaggio, allo scadere della prima frazione di gara. Il secondo tempo prende una piega nervosa. La consapevolezza di essere in dieci, provoca in entrambe le compagini una reazione curiosa e la partita si trasforma in una battaglia. Cartellini gialli a volontà ed anche un rosso sventolato a Pierre Gialdino per gioco pericoloso. Con tutte queste interruzioni, risulta complicato costruire un azione degna di nota, ma l’Aurora Tursi ci riesce. Al 15’ del secondo tempo, in una mischia in area marconese, sbuca il piedino caldo di Sciancalepore che pareggia i conti. In seguito, il forcing tursitano è quasi incontenibile per la retroguardia di casa, che fatica a sventare le molteplici occasioni create da Paparella e Sciancalepore. Al 37’ Gialdino atterra Paparella in area. Rigore per il Tursi ed espulsione di Gialdino, che lascia la sua squadra in nove uomini. Dagli undici metri ci prova Paparella, ma Sasà D’Urso apre il manuale del calcio, e sfoderando un colpo di reni strepitoso, riesce a deviare in calcio d’angolo il tiro velenoso. Nei residui minuti di gara, l’Aurora Marconia si sbilancia in avanti alla ricerca del goal vittoria. Andreulli e Lambertini sono imprecisi sottoporta e la gara si chiude con un goal per parte. Le due Aurora cozzano tra loro, favorendo il sorpasso dello Sporting Pignola, che ha piegato in casa la pratica Santarcangiolese.




Tabellino



Aurora Marconia: D’Urso, Gammino(dal 28’ st Lambertini), Bruno, Chiruzzi (dal 39’ st Donadio), Lo Bianco, Protopapa, Cucina, Gialdino, Andreulli, Cappiello, Moliterni;



A disp: Parisi, Moliterni T., Labellarte;



All.: Viola;



Aurora Tursi: Lo Basso, Lucarelli (dal 39’ st Miraglia), Digno, Belviso, Cataldo, Magrone, Airoldi (dal 42’ pt Manfredi), Fortuna, Paparella, Sciancalepore, De Bari;



A disp: Crocco, Libone, Aurelio, Di Tullio, Ciaglia;



All.: Pitrelli;




Terna arbitrale: Marco Gerando Cauzillo di Potenza (Macrì e Collocola di Bernalda)



Marcatori: Andreulli 41’ pt; Sciancalepore 15’ st;



Ammoniti: Protopapa (M), Miraglia (T), Sciancalepore (T), Magrone(T), Moliterni (M), Gialdino (M);
Espulsi: Moliterni (M), Gialdino (M), Cataldo (T);



Note



Recuperi: 1’ pt; 3’ st;
Spettatori: 200 circa;




su LaNuova del sud di lunedì 26/09/2011



Mario Quinto

sabato 17 settembre 2011

Grande finale con Povia. Il cantautore milanese ha concluso con uno splendido concerto i festeggiamenti in onore alla Madonna delle Grazie.

Chiusi in grande stile i festeggiamenti in onore alla Madonna delle Grazie, protettrice della città di Marconia. Nella serata di domenica 11 Settembre in Piazza Elettra, ha avuto luogo il concerto di Giuseppe Povia. Il cantautore milanese impegnato per lo Scacco Matto Rock Tour 2011, è giunto a Marconia per la 26° tappa di questo fantastico giro, che include numerose piazze italiane, tra le quali proprio quella intitolata alla secondogenita di Guglielmo Marconi. Iniziando l’esibizione con circa quaranta minuti di ritardo, Povia è riuscito poi a farsi perdonare, regalando uno spettacolo delizioso e molto coinvolgente. L’adrenalina sprigionata da lui e dalla sua band, hanno costituito un mix eccellente, che ha catturato gli animi degli spettatori trascinandoli in un vortice di emozioni. A partire dalle 22 circa, il cantante vincitore della 56° Edizione del Festival di San Remo, ha intrattenuto il pubblico non solo attraverso la musica, ma anche ponendo all’attenzione degli spettatori problematiche, quali il maltrattamento e sfruttamento dei bambini come anche quelle adolescenziali. Il pluripremiato cantante, con la canzone “Vorrei avere il becco”, ha dato il via il concerto, per poi proseguire esibendo “Single”, “Centravanti di mestiere” e “Luca era gay”, brano per il quale ha ricevuto numerose critiche dall’ArciGay ed è stato oggetto di una interrogazione Parlamentare per una presunta violazione della Carta dei Diritti Fondamentali. Il brano è giunto secondo dietro a La forza mia di Marco Carta, al Festival di San Remo del 2009 ed ha vinto il premio Mogol come miglior testo. Caratteristica unica dello spettacolo è stata la possibilità da parte del pubblico di interagire con il cantautore, inviando sms istantanei per esternare sensazioni ed emozioni del momento. Prima di concludere il concerto e salutare la folla gremita, l’artista ha cantato uno dei successi più importanti “I bambini fanno . . . ooohh”, in seguito ha presentato e ringraziato la sua band composta da Claudio Del Signore alla batteria, Mirko Pieri al basso, Thomas Romano e Giulio Pineschi alle due chitarre ed Alessio Buccella alle tastiere, come sempre accompagnati dall’ammaliante voce di Monia Russo. A concludere di fatto la Festa Patronale di Marconia, è stato lo spettacolo dei fuochi pirotecnici, che fino a notte fonda ha attirato l’attenzione dei numerosi turisti giunti a Marconia in occasione delle festività.



su LaNuova del sud di mercoledì 14/09/2011





Mario Quinto

martedì 13 settembre 2011

Ottimo esordio per l'Aurora Marconia. Tre sberle piegano il Balvano.


L’Aurora Marconia vince e convince, nella prima gara del campionato di Promozione 2011/2012, asfaltando gli avversari del Balvano. Gli azzurroblu si impongono con un secco 3 a 0 sul Balvano, lanciando un vero e proprio segnale alle pretendenti al titolo. Pino Viola schiera il suo classico 4-3-3 iperoffensivo, lanciando nella mischia Pasquale Moliterni nel ruolo di esterno alto, sacrificando un acciaccato Lambertini in panca. Il calcio d’inizio è a favore del Balvano, ma è l’Aurora a farsi subito viva in avanti grazie alle grandi capacità del fuoriclasse Fabiolino Andrulli, che si fa notare in molte occasioni con giocate spettacolari. Al 9’ Cappiello casca in area avversaria e l’arbitro non ha dubbi nell’assegnare il penalty. A nulla servono le proteste dei calciatori balvanesi, per la concessione di un rigore discutibile. Andreulli realizza la rete, che sblocca il risultato a favore dell’Aurora Marconia. Il Balvano prova a reagire, ma la difesa marconese è attenta e riesce a sventare ogni attacco ospite. Chiriuzzi e Bruno giganteggiano in difesa, rendendo più che sicura la porta difesa da D’Urso. Al 32’ il traversone di Chiruzzi e ben letto da Andreulli, che vince il duello in velocità con D’Eboli e calcia di poco alto sulla traversa. Si giunge al 45’ quando Moliterni, involatosi sulla sinistra, con un traversone, manda a nozze Cappiello, che aggancia e mette a rete. Termina, dunque, con il doppio vantaggio marconese il primo tempo, che ha visto l’Aurora dominare letteralmente sul flebile Balvano. L’Aurora da il via al secondo tempo con lo stesso ritmo. Dopo alcuni minuti di assedio, all’8’ st arriva la rete del tris. Il cross di Protopapa, descrive una parabola invitante per Moliterni, che l’esterno materano non può far altro che spingere in rete. Gli ospiti abbozzano una reazione con Malandrino, ma la rapidità latita ed il Balvano riesce di rado a raggiungere la porta marconese. Sul finale una sciabolata di Cappiello viene arpionata da Andreulli che davanti al portiere avversario invece di calciare perde palla dopo un dribbling di troppo. Quindi, termina 3 a 0, una gara mai stata in discussione, che l’Aurora Marconia ha meritato di vincere senza mai rischiare e dimostrando di avere tutte le carte in regola, per puntare ad ottenere ottimi risultati.



Tabellino


Aurora Marconia: D’Urso, Chiruzzi, Lobianco, Bruno, Gammino, Cucina, Protopapa, Gialdino, Andreulli(35’ Colombo), Moliterni P.;


A disp: Parisi, Moliterni T., Donadio


All.: Viola;


Balvano: Ambrosio, Turturiello V., Verderame, D’Eboli, Di Nardo, De Palma, Caponigri, Malandrino, Polverino, Carleo, Saracco(33’ pt Turturiello M.);


A disp.: Spera, Luongo, Romano, Pacella, Maturro;


All.: Valanzano;


Arbitro: Capolupo di Matera;


Marcatori: Andreulli 10’ pt, Cappiello 45’ pt, Moliterni P. 8 pt;


Ammonito: Cucina;


Note


Recuperi: 0’ pt, 3’ st;


Spettatori: 100 circa;


su LaNuova del Sud di lunedì 12/09/2011



Mario Quinto

Grande successo per il 1° Trofeo Madonna delle Grazie.

In occasione dei festeggiamenti in onore della Madonna delle Grazie a Marconia, il Comitato Feste e la Scuola Calcio Holly&Benji hanno organizzato il 1° Torneo Madonna delle Grazie. La competizione, svolta presso la struttura dello Stadio Comunale di Marconia, è stata organizzata per i bambini di età compresa tra i 6 e gli 8 anni, della categoria Primi Calci ed ha visto la partecipazione delle scuole calcio di Potenza, Scanzano, Bernalda, Ginosa, Pisticci ed ovviamente la scuola calcio organizzatrice Holly&Benji di Marconia. I ragazzini hanno disputato gare di calcio a 6 ed ogni squadra partecipante ha giocato 5 gare da 15 minuti ciascuna. Durante tutte le 15 gare totali si sono maggiormente messe in evidenza le scuole calcio di Bernalda, Potenza e Marconia che hanno mostrato un gioco più fluido, con ottime individualità. Al termine delle gare, gli strumentisti dell’Associazione Bandistica Culturale “Guglielmo Marconi” hanno guidato tutti i ragazzini, con i rispettivi accompagnatori che si sono esibiti in una bellissima parata, a partire dal campo sportivo fino alla centralissima Piazza Elettra. Giunti sotto il palco della piazza i bambini si sono disposti in cerchio ed è avvenuta la premiazione. Davanti al Sindaco del Comune di Pisticci Vito Di Trani, l’Assessore allo Sport Francesco Laviola, sono state premiate tutte le scuole calcio che hanno partecipato - “perché al termine di una manifestazione del genere, a vincere deve essere lo sport ed il fair play e sono felicissimo perché in questa splendida giornata siamo riusciti a perseguire questo nobile obiettivo” – esordisce il Presidente della scuola calcio Holly&Benji, Bruno Agneta. L’attaccante del Pisticci poi conclude dicendo -“Dunque, la manifestazione si può dire riuscita, anche grazie alla grossa mano fornitami dal Comitato Feste madonna delle Grazie di Marconia e l’Amministrazione Comunale che vorrei ringraziare”. Grande successo per la manifestazione svoltasi ieri al Comunale di Marconia, che per essere alla prima edizione è stata indubbiamente ben organizzata dalla Scuola Calcio Holly&Benji e dal Comitato Feste, che collaborando in perfetta sintonia sono riusciti a mettere su una competizione, che per il prossimo anno riserverà certamente novità ed ulteriori sorprese.



su LaNuova del sud di domenica 11/09/2011


Mario Quinto

venerdì 9 settembre 2011

Nel territorio pisticcese eliminate molte discariche abusive. L'Assessore Capistrano:"Serve una presa di coscienza da parte dei cittadini"

L’assiduo lavoro dell’Assessorato all’ambiente del Comune di Pisticci comincia a far registrare i primi riscontri positivi. L’Assessore al ramo Antonio Capistrano con un comunicato divulgativo ha inteso informare tutta la cittadinanza dell’attività svolta in questi primi due mesi di amministrazione. Il giovane Assessore esordisce asserendo che: “In diverse aree del territorio pisticcese è stata attuata una vasta operazione di bonifica. In stretta collaborazione con il Sindaco abbiamo voluto dare un forte segnale ai nostri concittadini facendo spazzar via tonnellate di rifiuti dislocati in diverse aree comunali, adibite a discariche abusive da parte di selvaggi cittadini”. In seguito rivolgendo l’appello a tutta la cittadinanza, chiede una maggiore responsabilità e una perentoria presa di coscienza, che permetta di combattere ed eliminare il fenomeno della creazione di discariche abusive. L’intenzione di tutti i cittadini, infatti, deve essere univoca, perché per centrare un obiettivo importante, qual è quello di mantenere la massima pulizia in tutto il territorio, bisogna che ognuno prenda coscienza delle proprie mancanze e corregga le cattive abitudini. “Per ottenere migliori risultati” - continua Capistrano - “continueremo a vigilare sul territorio e sanzionare, con fermezza chi non abbia rispetto per esso. Per centrare un traguardo importante come questo, abbiamo bisogno della partecipazione di ogni cittadino, che si deve sentire coinvolto nella tutela del territorio e dell’ambiente in cui vive”. Infine annuncia il nuovo servizio di raccolta RAEE (Rifiuti Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) e di materiali ingombranti: “La raccolta sarà effettuata a domicilio, semplicemente chiamando il numero verde 800.615.622. La ditta appaltatrice provvederà al ritiro gratuito di materiali elettrici e ingombranti quali 
televisori, stampanti, monitor, frigoriferi, lavatrici ma anche materassi e mobili e si occuperà di trasportarli al centro di raccolta sito in località Lavandaio”. Un servizio che sarà approntato a breve e che testimonia la seria intenzione, da parte dell’Amministrazione Comunale, di combattere il fenomeno delle discariche abusive, che da qualche tempo martoria tutto il territorio pisticcese.





su LaNuova del sud di domenica 04/09/2011



Mario Quinto

lunedì 5 settembre 2011

Una qualificazione di misura. L'Aurora Marconia si fa valere ma Scarfone regala il passaggio del turno al Pisticci.

Il Pisticci conquista la qualificazione al secondo turno di Coppa Italia Basilicata, battendo di misura i cugini dell’Aurora. Causa l’indisponibilità dello Stadio Gaetano Michetti, si rigioca allo Stadio Comunale di Marconia. Pino Viola persevera con il suo 4-3-3, cambiando solo Colombo con il neoacquisto Fabio Andreulli, rispetto alla formazione schierata all’andata. Nella prima parte di gara l’Aurora mostra sprazzi di bel gioco, con Andreulli che dispensa passaggi smarcanti ai suoi compagni, i quali in più di un occasione falliscono le conclusioni a rete. Ci prova prima Lambertini, con una spettacolare volè e poi Cappiello, con un tiro dal limite, ma Rondinone intercetta agevolmente entrambe le conclusioni. Al 32’ l’occasione d’oro capita sul mancino di Andreulli, che nel tentativo di portarsi la palla sul piede preferito, viene anticipato da Armento. Termina senza reti un primo tempo in cui i marconesi hanno dettato il ritmo, andando più volte vicini al vantaggio. La seconda frazione di gara ha inizio con il Pisticci, che cambia marcia. L’atteggiamento offensivo dei gialloblù, mette in imbarazzo la difesa marconese, che in alcune occasioni si fa cogliere impreparata. Al 10’ il baby Masiello si incunea tra Protopapa e Cocina, ma conclude debolmente verso la porta difesa da D’Urso. Pochi minuti più tardi, Agneta combina con Masiello, la cui conclusione è deviata sopra la traversa. Nasce dal corner successivo l’occasione che da la svolta alla gara. Al 17’ nel tentare l’uscita, l’estremo difensore marconese, atterra Scarfone. Il Signor Martinelli indica il discetto e sancisce con un giallo D’Urso reo di aver commesso il fallo da rigore. Si occupa della battuta lo stesso Scarfone, che dagli undici metri, mette a rete senza problemi. Dopo il goal del vantaggi pisticcese, la gara sale di tono. Al 22’ Chiruzzi serve Andreulli, che incrocia ottimamente ma stringe troppo la traiettoria della sfera, che sfiora il palo alla sinistra di Rondinone. L’ex Juve Stabia Andreulli ci prova anche da calcio piazzato, ma la conclusione è deviata in corner. Sul capovolgimento di fronte, Masiello si porta sull’out di destra e serve ad Agneta un assist goloso. L’attaccante pisticcese colpisce al volo, ma trova la pronta reazione di D’Urso, che blocca in due tempi. Al 40’ l’under D’Onofrio ci prova dal limite, ma la conclusione rasenta il palo. Al 45’ doccia anticipata per Andreulli, che riceve il suo secondo giallo, per aver rivolto qualche parola di troppo all’arbitro. Termina dopo sei noiosi minuti di recupero una gara che nessuna delle due formazioni ha meritato di vincere, ma che il Pisticci ha portato a casa conquistando la qualificazione al secondo turno.











Tabellino



Aurora Marconia: D’Urso, Bello, Chiruzzi, Lobianco, Gammino, Cucina, Protopapa, Gialdino(40’ Moliterni), Cappiello, Lambertini, Andreulli;



A disp: Parisi, Donadio, Scialpi, Colombo;



Allenatore: Viola;



C.S.Pisticci: Rondinone, Lucarelli(5’ pt Scarfone), Salerno, Visconti, Armento, Gambino, Masiello, Moro(32’ st Iannuzziello), Schena(25’ st D’Onofrio), Agneta, Martemucci;



A disp: Clementelli, Barbalinardo;



Allenatore: Fortunato;



Marcatore: Scarfone (R)18' st;+



Arbitro: Pasquale Martinelli;

Ammoniti: Salerno(P), Protopapa(M), D’Urso(M), Andreulli(M);



Espulso: Andreulli per proteste;

Note
Recuperi: 1’ pt, 6’ st;



Spettatori: 200 circa;




su LaNuova del sud di oggi 05/09/2011




Mario Quinto

domenica 4 settembre 2011

Ritorno del derby di Coppa Italia Lucana. Domenica anche Fabio Andreulli tra le fila dell'Aurora Marconia.

Decisiva per definire la squadra che supererà il primo turno di Coppa Italia Basilicata, sarà la gara che si disputerà alle 18 di oggi, al Comunale di Marconia, tra C.S.Pisticci ed Aurora. L’indisponibilità dello Stadio “Gaetano Michetti” di Pisticci, ha quindi dirottato le due squadre a sfidarsi sul campo amico degli azzurroblu marconesi. La disputa d’andata terminò a reti bianche, con l’Aurora Marconia che aveva dimostrato di avere più numeri spendibili, per cercare di imporsi sui cugini pisticcesi e puntare alla qualificazione. A dare man forte agli aurorini, ci sarà il fresco di firma Fabio Andreulli. Il centrocampista, classe ’84, fin dall’inizio della preparazione si allena con il gruppo e solo venerdì pomeriggio, prima della seduta di rifinitura, ha deciso di porre segno indelebile sul pezzo di carta, che per questa stagione, lo legherà alla squadra e la città in cui ha dato i primi calci al pallone. Andreulli, infatti, prima di calcare i campi di serie C, è cresciuto nelle giovanili del Marconia, ed è da qui che è partito per affrontare una carriera di tutto rispetto tra Juve Stabia, Teramo, Viareggio e Canavese. Lo scorso anno, ha avuto la possibilità di fare uno spezzone di campionato in serie D nelle fila del Pisticci e quindi domenica sarà in campo, per affrontare i cugini da ex. Mister Viola certamente non farà a meno lui, schierandolo a centrocampo al fianco di Protopapa. Per il resto, da ciò che si è potuto intuire durante la partitella, Pino Viola dovrebbe schierare D’Urso tra i pali con Bello, Chiruzzi, Lobianco e Gammino a completare il reparto difensivo. A centrocampo con Protopapa, Andreulli e Cocina centrali, gli esterni saranno Cappiello e Colombo. In attacco l’unica punta Lambertini cercherà di mostrare le sue reali abilità, per riscattare l’opaca prestazione dell’andata. Dall’altra parte i gialloblè di Mister Fortunato tenteranno di fare la loro gara, sistemando la difesa, che all’andata ha lasciato molto a desiderare e puntando forte sul tandem d’attacco Bozzi-Agneta. Si prospetta un derby d’indubbio valore calcistico, che certamente attirerà al Comunale di Marconia, il pubblico delle grandi occasioni.




su Lanuova del sud di oggi 04/09/2011



Mario Quinto