sabato 17 settembre 2011

Grande finale con Povia. Il cantautore milanese ha concluso con uno splendido concerto i festeggiamenti in onore alla Madonna delle Grazie.

Chiusi in grande stile i festeggiamenti in onore alla Madonna delle Grazie, protettrice della città di Marconia. Nella serata di domenica 11 Settembre in Piazza Elettra, ha avuto luogo il concerto di Giuseppe Povia. Il cantautore milanese impegnato per lo Scacco Matto Rock Tour 2011, è giunto a Marconia per la 26° tappa di questo fantastico giro, che include numerose piazze italiane, tra le quali proprio quella intitolata alla secondogenita di Guglielmo Marconi. Iniziando l’esibizione con circa quaranta minuti di ritardo, Povia è riuscito poi a farsi perdonare, regalando uno spettacolo delizioso e molto coinvolgente. L’adrenalina sprigionata da lui e dalla sua band, hanno costituito un mix eccellente, che ha catturato gli animi degli spettatori trascinandoli in un vortice di emozioni. A partire dalle 22 circa, il cantante vincitore della 56° Edizione del Festival di San Remo, ha intrattenuto il pubblico non solo attraverso la musica, ma anche ponendo all’attenzione degli spettatori problematiche, quali il maltrattamento e sfruttamento dei bambini come anche quelle adolescenziali. Il pluripremiato cantante, con la canzone “Vorrei avere il becco”, ha dato il via il concerto, per poi proseguire esibendo “Single”, “Centravanti di mestiere” e “Luca era gay”, brano per il quale ha ricevuto numerose critiche dall’ArciGay ed è stato oggetto di una interrogazione Parlamentare per una presunta violazione della Carta dei Diritti Fondamentali. Il brano è giunto secondo dietro a La forza mia di Marco Carta, al Festival di San Remo del 2009 ed ha vinto il premio Mogol come miglior testo. Caratteristica unica dello spettacolo è stata la possibilità da parte del pubblico di interagire con il cantautore, inviando sms istantanei per esternare sensazioni ed emozioni del momento. Prima di concludere il concerto e salutare la folla gremita, l’artista ha cantato uno dei successi più importanti “I bambini fanno . . . ooohh”, in seguito ha presentato e ringraziato la sua band composta da Claudio Del Signore alla batteria, Mirko Pieri al basso, Thomas Romano e Giulio Pineschi alle due chitarre ed Alessio Buccella alle tastiere, come sempre accompagnati dall’ammaliante voce di Monia Russo. A concludere di fatto la Festa Patronale di Marconia, è stato lo spettacolo dei fuochi pirotecnici, che fino a notte fonda ha attirato l’attenzione dei numerosi turisti giunti a Marconia in occasione delle festività.



su LaNuova del sud di mercoledì 14/09/2011





Mario Quinto

Nessun commento:

Posta un commento