mercoledì 14 dicembre 2011

Quest'Aurora non si ferma più. Al Comunale di Marconia il Latronico cade 2 a 1.

Sesta vittoria consecutiva e primato in classifica più che archiviato per l’Aurora Marconia, che già laureatosi campione d’inverno, piega agevolmente la pratica Latronico. Mister Viola schiera la formazione tipo, con il tridente d’attacco formato da Andreulli, Cappiello e Moliterni, sostenuti dal solido centrocampo retto da Legnante. Primo tempo tutto di marca marconese, con la retroguardia di casa quasi mai impegnata. Al 10’ Carlomagno ci prova dalla distanza, ma l’estremo ospite fa buona guardia. Dopo 4’ Andreulli chiuso in un fazzoletto di campo, salta due uomini, sguscia via e mette al centro dove Moliterni, però, non si fa trovare pronto per schiacciare di testa. In netto predominio l’undici di Viola, prende possesso dell’intero rettangolo di gioco, producendo una grossa mole di occasioni, che per imprecisione degli attaccanti non vengono concluse a rete. Il vantaggio arriva solo al 39’, con Giannini, che salta più in alto di tutti deviando in rete un calcio piazzato di Cappiello. Nel secondo tempo il Latronico, esce fuori. Alla prima occasione fallita da Carraturo, segue il contropiede dell’Aurora, che raddoppia. Stupenda la combine tra Carlomagno e Andreulli, che con un bel lancio mette Legnate nella migliore condizione per battere a rete. Il centrocampista campano, senza difficoltà mette a segno il goal del vantaggio, coincidente con la seconda trasformazione stagionale. Il Latronico frastornato, tenta una nuova reazione, ma Giannini e Chiruzzi giganteggiano in difesa concedendo poche occasioni agli ospiti. Nel prosieguo la gara è gestita quasi totalmente dalla squadra di casa, che mostra la netta superiorità al cospetto dell’ avversario. Nel 2’ di recupero però, il guizzo di Gioia, che approfittando di una distrazione difensiva, segna rendendo meno amara la sconfitta. A parte la distrazione finale, ottima è stata la prestazione offerta dalla squadra di patron Gioia, che solidificando il titolo di campione d’inverno, ha dimostrato in questa occasione di non essere Andreulli dipendente e di poter riuscire a puntare all’ambito traguardo.




Tabellino


Aurora Marconia: D’Urso, Falsone, Cifarelli, (43’ s.t. Lobianco), Giannini (45’ s.t Bruno), Chiruzzi, Gialdino, Cappiello, Legnante, Andreulli, Carlomagno (40’ s.t. Moscara), Moliterni;


A disp. Parisi, Bruno, Moscara, Lobianco, Zaza, Iannuzziello;


All. Viola;




Latronico: Marra, Pansardi, Totaro, Giannatiempo, Marinari (34’ s.t. Bruno), Ponzo, Papaleo, R. Mattinata, Reale (7’ s.t. M. Gesualdi), Carraturo, Gioia;


A disp. Sarli, Cosentino, Zaccara, Bruno, M. Gesualdi, G. Gesualdi;


All. D. Mattinata (squalificato);




Arbitro: Pavone di Bernalda;


Reti: 40’ p.t. Giannini, 5’ s.t. Legnante, 47’ s.t. Gioia;


Ammoniti: Giannatiempo, Ponzo, Papaleo;




Note


Recuperi: 2’ pt, 4’ st;


Spettatori: 200 circa;



su La Nuova del Sud del 14/12/2011




Mario Quinto

domenica 11 dicembre 2011

Il programma per le festività natalizie a Pisticci.






Nei giorni scorsi, il Comune di Pisticci ha pubblicato, il programma degli eventi organizzati in occasione delle prossime festività natalizie. Sottoscritto dall’Assessore a sport, cultura e spettacolo, Francesco Laviola e dal Sindaco Dott. Vito Di Trani, il programma contiene numerose date in cui Associazioni, Enti ed Accademie metteranno in mostra l’operato. Si è già svolta a Marconia, con un grande successo riscontrato, la 1° edizione “Mercatino di Natale”, in cui molti commercianti hanno avuto la possibilità di mettere in mostra la propria attività e sfoggiare i primi saldi. La serata ha visto la partecipazione della protezione civile N.O.V. , che ha curato il lato gastronomico, offrendo ai partecipanti vino caldo e “pettole”. Vasto e pingue, il programma stilato in occasione del prossimo Natale, prevede anche le classiche mostre di presepi. A Marconia, l’Associazione Presepistica “Stella Cometa” terrà in mostra un presepe di medie dimensioni allestito nell’atrio della Delegazione Comunale. Sempre in tema di presepi, il giorno 22 Dicembre a Pisticci, precisamente in Piazza S.Rocco, sarà possibile fare il pieno di originalità, quando l’Associazione Lykeios mostrerà al pubblico il fantastico Presepe di Sabbia. Sabato 17 in Piazza Elettra a Marconia si svolgerà la Festa del Donatore a cura della sezione Avis di Marconia, mentre il giorno seguente sempre nella centralissima piazza, l’Associazione Fidapa della Presidente Pinuccia Sassone terrà la 3° mostra espositiva di creazioni artistiche, che vedrà la partecipazione del Gruppo di musica popolare “L uagliun pu cupa cup”. Venerdì 23 Dicembre, nella Chiesa S.Giovanni Bosco di Marconia si terrà il Concerto di Natale. Il gran finale sarà la Commedia comica in dialetto Pisticcese, che la compagnia teatrale “La Nuova frontiera” inscenerà nell’Auditorium dell’ITAS. La regista Camilla Cisterna, organizzatrice di questo evento da più di un decennio, quest’anno presenterà “A cazzate à sapemme da na nuttate”, che sarà inscenata nei giorni 28-29 Dicembre 4-5 Gennaio.


Mario Quinto

giovedì 8 dicembre 2011

L'Atletico Marconia espugna Matera. Al XXI Settembre i rossoblu conquistano l'intera posta.

Nel quarto turno del girone materano di Terza Categoria Lucana, l’Atletico Marconia del Presidente Camardo torna a sorridere. La squadra rossoblu, infatti, dopo aver incassato, nella scorsa giornata, un sonoro 3 a 0 casalingo dal Nova Siri, come la fenice è riuscita nell’impresa di risorgere, battendo al XXI Settembre l’ F.C. Matera. I padroni di casa, però, hanno venduto cara la pelle, portandosi in vantaggio per ben due volte. Già al 12’ infatti, bomber D’Adamo, usufruendo di un indecisione difensiva degli ospiti, sbuca e mette a segno il vantaggio. Nei primi 45’ il Marconia sembra non esserci.
L’unica azione degna di nota è quella del pari, realizzato su palla inattiva. D’Onofrio, dalla trequarti, batte un calcio piazzato telecomandato sulla testa di Gatto, che al 23’ ristabilisce le distanze. Dopo di ciò, solo Matera in campo. Il blasone dei vari Tataranni, Nicoletti, Adorisio è lampante ed i giovani di belle speranze come La Fiosca e Carbone non sono da meno.
La retroguardia ospite regge, ma sfortunata al 31’ si ritrova nuovamente in svantaggio a causa di un’autorete di Carella, che nel tentativo di appoggiare in corner un traversone pericoloso, fa palo goal e beffa l’incolpevole Mele. Dunque, il Matera conquista nuovamente il vantaggio, andando al riposo sul 2 a 1.
Ad inizio ripresa Morgante cambia le carte in tavola. Fuori uno spento Guadagno per Melfi, e dentro Muliero al posto dell’acciaccato Camardella. I rossoblu ringalluzziti, cominciano a costruire azioni da gioco. D’Onofrio protetto da Melfi, si scrolla di dosso Tataranni ed ha quindi maggiori possibilità di proporsi in attacco. Il neo ingaggiato Colombo, se la spassa sulla fascia di competenza. E proprio dopo una bella combinazione a centrocampo, che la palla giunge a Muliero, il quale all’ 11’dopo aver saltato La Fiasca appoggia in rete, ristabilendo le distanze. I rossoblu appaiono più frizzanti e in molte occasioni creano i presupposti per portarsi in vantaggio. Al 34’ infatti su un lancio di Martino, si avventa D’Onofrio, che con un colpo al volo beffa La Fiasca e sigla il memorabile goal vittoria per i rossoblu, che regala all’Atletico Marconia la gioia di una vittoria storica. Grande merito, per l’importantissima vittoria ottenuta va a tutta la squadra, che è riuscita ad espugnare uno stadio cosi importante contro una squadra dall’indiscusso valore calcistico. Il team di mister Morgante riconquista la leadership e si conferma, dunque, squadra da trasferta avendo conquistato 6 dei 9 punti fuori dalle mura amiche. Non resta aspettarsi, quindi, che i punti arrivino anche in casa, creando concreti presupposti per ambire ad ottenere ottimi risultati.












Tabellino




F.C.Matera: La Fiosca, F. Nicoletti, D’Amelio, Tataranni, Onofrio, R. Nicoletti, Domenichiello (dal 33’ st Paolicelli), Adorisio (27’ pt Masciandaro), D’Adamo, Andriotti, Carbone;



A disp.: Cimarrusti, Miglionico, Festa, Misciagna;



All.: Salvatore;




Atletico Marconia: Mele, Hachimi(dal 45’ st Quinto), Abbruzzese, Carella, Franchini, D’Onofrio, Guadagno (dal 1’ st Melfi), Camardella (dal 39’ pt Muliero), Gatto (dal 24’ st D’Amore), Martino, Colombo;



A disp.: Calandriello, M. Tedesco, Manni;



All.: Morgante;



Arbitro: Montemurro di Matera;



Marcatori: D'Adamo 12' pt, 23' pt Gatto, 31' pt aut. Carella, 11' st Muliero, 34' st D'Onofrio;

Ammoniti: Tataranni, Onofrio(MT), Colombo, D’Onofrio(M);




Note






Recuperi: 2’ pt, 4’ st;
Spettatori: 300 circa;




su La Nuova del sud del 09/12/2011



Mario Quinto

mercoledì 7 dicembre 2011

Esedra Marconia ammazza grandi. Tito surclassato al Taddei Stadium.

Convincente la prestazione dell’Esedra Marconia che al cospetto della capolista Tito, ben figura sfondando i malcapitati ospiti con un risultato pesante. I padroni di casa partono bene e sin dall’inizio improntano il match alla ricerca del goal, che non tarda ad arrivare. Dopo 5’ Masiello, da calcio di punizione indovina l’angolo, portando in vantaggio i rosanero. Trascorrono pochi istanti e capitan Settembrino raddoppia, con una conclusione precisa da fuori area. Al 19’ Masiello sfrutta al meglio l’assist di Regina concludendo a rete. Gli ospiti non accennano a reagire e l’Esedra prende il sopravvento, riuscendo prima del riposo a portare a 4 le reti di vantaggio, grazie alla segnatura di Settembrino. Nel secondo tempo arriva l’attesa reazione dei titesi, che al primo minuto con Pirrone accorciano le distanze. Dopo 2’, però, la terza marcatura personale di Masiello, è acqua che spegne il fuoco. L’esterno esedrino, con una bomba da posizione defilata ristabilisce le 4 reti di vantaggio. Al 7’ entra Laviola, che dopo qualche secondo sigla il 6 a 1 per l’Esedra, giovando del pregevole assist fornitogli da De Nittis. Al 13’ una sortita offensiva degli ospiti si conclude con Pirrone, che fa doppietta e prova a dare fiducia, per una rimonta quasi impossibile. Impossibile lo diventa soprattutto quando l’Esedra Marconia, non si scompone affidando il compito di mantenere l’equilibrio difensivo a Regina e De Nittis, che non concedono praticamente nessuna occasione agli ospiti. Quando mancano due minuti dal fischio finale, Settembrino fa tripletta chiudendo il match con il risultato di 7 a 2. A fine gara, Vito Venezia esterna grande soddisfazione per la vittoria ottenuta contro una delle migliori squadra del girone, ed avverte però che per avere valore dovrà essere seguita da vittorie altrettanto importanti.


Tabellino


Esedra Marconia: Di Lena, Regina, Masiello, Laviola, De Nittis, Settembrino, Scattino, Iannuzziello, Grieco, Gallitelli;


Dirig. acc.: Venezia;


Progetto Tito: Paletta, Colangelo, Cusanni, Ricchiuti, Ragnolini, La Notte, Spera, Colella, Infantino, Pirrone, Messina;


All.: Rondinone;


Arbitri: La Sala-Alagia;


Marcatori: Settemrbino 3, Masiello 3, Laviola, Pirrone 2;



Note


Recuperi: 2’ pt, 3’ st;


Spettatori: 80 circa;


su La Nuova del sud del 07/12/2011



Mario Quinto

martedì 6 dicembre 2011

Virtus Re Leone ancora a punti. Importante vittoria conquistata ad Avigliano.











Prestazione coriacea quella della Re Leone Policoro, che a fine gara riesce ad espugnare Avigliano con un sonoro 1 a 4. Pronti via, però, i leoncini vanno sotto. Il calcio piazzato dal limite battuto da D. Sabato è indirizzato precisamente all’incrocio dove Marta non può arrivare. Subito sotto gli uomini di mister Iannella, non si lasciano scoraggiare e prendono in mano il pallino del gioco. Se è vero che “chi di spada ferisce di spada perisce” lo dimostra Larocca che al minuto 11, ristabilisce la parità con un preciso calcio di punizione. I policoresi costruiscono tanto, ma riescono a passare in vantaggio sempre su palla inattiva. Corner di Grieco, sul quale salta più alto di tutti Stamerra, che insacca la rete del 2 a 1. A fine primo tempo, i padroni di casa abbozzano una reazione, con Santarsiero che calcia forte tra le braccia di Marta. Ad inizio ripresa l’Avigliano continua a spingere alla ricerca del pari, ma i padroni di casa sono sfortunati e non trovano la via della rete. Rete, che arriva al quarto d’ora con Petragallo. Il giovane sfrutta al meglio il calcio d’angolo di Stamerra e sigla il 3 a 1. I padroni di casa perdono il senno e terminano in inferiorità numerica l’incontro a causa tre espulsioni per proteste. Prima del fischio finale, c’è spazio per una bella triangolazione tra Casarano e Clementelli, che di potenza calcia a rete e sigla il poker per la Re Leone.









Tabellino




Avigliano: Grippa, G. Sabato, Pizzichillo, Colangelo, Genovese, Sabato, Guappone, Basilico, Trabelsi, Santarsiero;




A disp.: Potenza, Claps, Zaccagnino, Mella, Galasso;


Virtus Re Leone: Marta, Stamerra, Fiorenza, Larocca, Uggini, Grieco, Clementelli, A. Santarcangelo, Grandinetti, D. Santarcangelo, Petragallo;


A disp.: D’Onofrio, G. Marta, Zangaro, Lofrano, Casarano;




All.: Iannella;


Arbitro: Carbone;


Note


Recuperi: 1’ pt, 3’ st;
Spettatori: 80 circa;




su La Nuova del sud del 05/12/2011


Mario Quinto

La Giunta del Comune di Pisticci si autotassa. Assessori e Sindaco si accollano le spese degli addobbi natalizi.

La Giunta del Comune di Pisticci, in considerazione della grave crisi economica e congiunturale che più in generale ha colpito la penisola e nel dettaglio tutti i piccoli e medi Comuni italiani, ha deciso di autotassarsi accollandosi le spese per le luminarie natalizie. Il Sindaco e tutti gli Assessori con parere univoco, hanno maturato questa decisione, consapevoli che nel rispetto di una nobile tradizione, anche quest’anno, le prossime festività natalizie dovranno essere onorate dignitosamente, attraverso il classico corollario di alberi ornati dagli immancabili luminari ed arredi, che creano l’atmosfera tipica natalizia. Dunque, tutti i componenti della Giunta Comunale, valutate le non ottime condizioni in cui versano le casse comunali hanno deciso, con parere unanime, di farsi carico della spese derivanti dall’acquisto di addobbi natalizi, che saranno installati in Piazza Umberto I, Corso Margherita e Piazza San Rocco a Pisticci, in Piazza Elettra a Marconia e nei piazzali delle borgate di Tinchi e Casinello.





su La Nuova del sud del 04/12/2011



Mario Quinto

lunedì 5 dicembre 2011

Il Marconia si aggiudica il match-clou. Moliterni ed Andreulli piegano lo Sporting Pignola.

L’Aurora Marconia vince e convince nel big match contro lo Sporting Pignola. La formazione jonica si impone per due reti a una, allungando a sei i punti di vantaggio proprio sui rossoblu pignolesi. Viola veste il suo undici con il solito frizzante 4-3-3 ed opta per il nuovo acquisto Carlomagno dal primo minuto al posto di Lobianco. La gara è accesa ed il ritmo subito alto. A quattro minuti dall’inizio, Legnante allarga per Moliterni, che si avventa sulla sfera, salta abilmente Scarano e calcia all’angolino alla destra di Masi, che comunque ha qualche colpa nell’occasione. Trascorrono solo tre minuti, dalla destra Andreulli fa letteralmente imbambolare Tavassi, entra in area e con un preciso tiro ad effetto porta a due le reti di vantaggio. Di grande importanza la presenza del capitano degli azzurroblu Fabio Andreulli, che dedica la marcatura al tifoso doc Domenico Iannuzziello, raggiungendo con questa quota 15 reti. Dieci minuti di fuoco per l’Aurora Marconia, che dopo il doppio vantaggio messo in cassaforte, prova a mettere a segno il colpo del K.O. sempre con Andreulli, che da pochi passi fallisce il tap-in. Sul capovolgimento di fronte, Santarsiero assiste Bochicchio. Il centravanti ex Controsenso, da fuori area lascia partire un destro, che si insacca sotto la traversa. Dunque, al 24’ gli ospiti accorciano le distanze, grazie alla rete del neo acquisto Bochicchio. I padroni di casa incassano il colpo e rischiano di subire la rete del pareggio, ma D’Urso fa buona guardia in più di qualche occasione. Ad inizio secondo tempo L’Aurora alza la testa e ricomincia a macinare gioco. Reti di passaggi, verticalizzazioni e spazi corti tra i reparti sono le basi fondanti della squadra di Mister Pino Viola, che difficilmente si disunisce, riuscendo a limitare le sortite offensive grazie ad un solido reparto difensivo. La mezz’ora finale è infatti ben gestita dai padroni di casa, che riescono senza particolari affanni ad insaccare tre punti fondamentali, perché conquistati contro una diretta concorrente alla vittoria del titolo.





Tabellino



Aurora Marconia: D’Urso, Cifarelli, Giannini, Chiruzzi, Falsone, Carlomagno, Gammino, Legnante, Cappiello, Moliterni(dal 29’ st Bruno), Andreulli;



A disp.: Parisi, Zaza, Natuzzi, Iannuzziello, Moscara;



All.: Viola;



Sporting Pignola: Masi, Scarano, Mazzacane, Tavassi, Santarsiero, Postiglione, Gerardi, Pentangelo(dal 22’ pt Chiorazzo), Bochicchio, Cilibrizzi (5’ st Albanese), Starna;



A disp.: Becce, Rosciano, Sodo, Falce;



All.: Lauria;



Arbitro: Fornelli (Rago-Benevento)



Marcatori: 4’ pt Moliterni, 7’ pt Andreulli, 24’ pt Bochicchio;



Ammoniti: Legnante, Carlomagno, Cappiello;




Note



Recuperi: 2’ pt, 3’ st;



Spettatori: 200 circa;




su La Nuova del sud del 05/12/2011




Mario Quinto

venerdì 2 dicembre 2011

L'Atletico Marconia torna sul pianeta terra. Il Nova Siri fa bottino pieno e scavalca i rossoblu.





Nel terzo turno del Girone D, di Terza Categoria Lucana, l’Atletico Marconia viene sconfitto in casa dal Nova Siri, di mister Labriola e perde la testa della classifica. I rossoblu di mister Morgante subiscono un sonoro tris da parte degli ospiti, che hanno ampiamente meritato la vittoria pur giovando di qualche distrazione della difesa marconese. Già dal primo minuto sono chiaramente visibili gli strascichi del morale dei marconesi e le ripercussioni si evidenziano già al quarto d’ora, quando Guadagno sbaglia il disimpegno. Guida come un rapace si avventa sulla sfera, supera in velocità Tedesco e Franchini e mette a rete il vantaggio ospite. Dalla sinistra ci prova Provenzano, che in due occasioni mira bene sotto l’incrocio dei pali, ma in altrettante occasioni Salerno è prodigioso nell’opporsi. Lo svantaggio non carica i padroni di casa, anzi al 28’ un nuovo errore a centrocampo si rivela letale. Di Matteo recupera palla e fa filtrare per Panarace, che al volo supera Mele, portando a due le reti di vantaggio per i giallorossi. L’undici di mister Labriola gioca sul velluto e gestisce in risultato fino alla fine del primo tempo. Nella seconda frazione l’Atletico è più aggressivo. Si gioca quasi totalmente nella metà campo giallorossa. I padroni di casa attaccano, ma l’imprecisione nei 16 metri e la bravura della difesa ospite, mantengono il risultato invariato. Al 23’ il Marconia alla ricerca del goal, produce un azione da manuale. Melfi combina con Martino, che allarga sulla destra dove sopraggiunge Gatto, che pesca al centro Muliero. Il colpo di testa dell’attaccante rossoblù è incredibilmente deviato da Salerno, sulla quale ribattuta si avventa Camardella, che cicca incredibilmente facendo sfumare l’occasione. Dopo un forcing durato trenta minuti che non ha portato i risultati sperati. L’undici di casa demoralizzato, abbassa il ritmo, permettendo agli ospiti di riaprire il guscio e ricominciare ad attaccare. Quasi al 90’ Panetta ha la lucidità giusta per recuperare palla e calciare a rete dal limite dell’area, siglando la rete del definitivo 3 a 0.


Tabellino


Atletico Marconia: Mele, Abbruzzese, D’Amore( 1’ st Muliero), Guadagno(40’ pt Melfi), M. Tedesco, Franchini, Camardella(38’ st Laurenza), Martino, Gatto, C. Tedesco(dal 18’ st Cazzato), Provenzano(15’ st Masiello);


A disp: Calandriello, Manni;


All.: Morgante;


Nova Siri: Salerno, L. D’Armento, G. D’Armento, Panetta, Oriolo, Acinapure, Simeone, Quinto, Panarace, Di Matteo, Guida;


A disp.:Pastore, Vitale, Di Pinto, Bruno, G. Di Matteo, Morano;


All.: Labriola;


Marcatori: 15’pt Guida, 28’ pt Panarace, 44’ st Panetta;


Arbitro: Carella di Matera;


Ammoniti: Franchini (M), L. D’Armento, Panetta, Panarace, A. Di Matteo(N);



Note


Recuperi: 1’ pt, 3’ st;


Spettatori: 150 circa;


su La Nuova del sud del 02/12/2011



Mario Quinto