mercoledì 14 dicembre 2011

Quest'Aurora non si ferma più. Al Comunale di Marconia il Latronico cade 2 a 1.

Sesta vittoria consecutiva e primato in classifica più che archiviato per l’Aurora Marconia, che già laureatosi campione d’inverno, piega agevolmente la pratica Latronico. Mister Viola schiera la formazione tipo, con il tridente d’attacco formato da Andreulli, Cappiello e Moliterni, sostenuti dal solido centrocampo retto da Legnante. Primo tempo tutto di marca marconese, con la retroguardia di casa quasi mai impegnata. Al 10’ Carlomagno ci prova dalla distanza, ma l’estremo ospite fa buona guardia. Dopo 4’ Andreulli chiuso in un fazzoletto di campo, salta due uomini, sguscia via e mette al centro dove Moliterni, però, non si fa trovare pronto per schiacciare di testa. In netto predominio l’undici di Viola, prende possesso dell’intero rettangolo di gioco, producendo una grossa mole di occasioni, che per imprecisione degli attaccanti non vengono concluse a rete. Il vantaggio arriva solo al 39’, con Giannini, che salta più in alto di tutti deviando in rete un calcio piazzato di Cappiello. Nel secondo tempo il Latronico, esce fuori. Alla prima occasione fallita da Carraturo, segue il contropiede dell’Aurora, che raddoppia. Stupenda la combine tra Carlomagno e Andreulli, che con un bel lancio mette Legnate nella migliore condizione per battere a rete. Il centrocampista campano, senza difficoltà mette a segno il goal del vantaggio, coincidente con la seconda trasformazione stagionale. Il Latronico frastornato, tenta una nuova reazione, ma Giannini e Chiruzzi giganteggiano in difesa concedendo poche occasioni agli ospiti. Nel prosieguo la gara è gestita quasi totalmente dalla squadra di casa, che mostra la netta superiorità al cospetto dell’ avversario. Nel 2’ di recupero però, il guizzo di Gioia, che approfittando di una distrazione difensiva, segna rendendo meno amara la sconfitta. A parte la distrazione finale, ottima è stata la prestazione offerta dalla squadra di patron Gioia, che solidificando il titolo di campione d’inverno, ha dimostrato in questa occasione di non essere Andreulli dipendente e di poter riuscire a puntare all’ambito traguardo.




Tabellino


Aurora Marconia: D’Urso, Falsone, Cifarelli, (43’ s.t. Lobianco), Giannini (45’ s.t Bruno), Chiruzzi, Gialdino, Cappiello, Legnante, Andreulli, Carlomagno (40’ s.t. Moscara), Moliterni;


A disp. Parisi, Bruno, Moscara, Lobianco, Zaza, Iannuzziello;


All. Viola;




Latronico: Marra, Pansardi, Totaro, Giannatiempo, Marinari (34’ s.t. Bruno), Ponzo, Papaleo, R. Mattinata, Reale (7’ s.t. M. Gesualdi), Carraturo, Gioia;


A disp. Sarli, Cosentino, Zaccara, Bruno, M. Gesualdi, G. Gesualdi;


All. D. Mattinata (squalificato);




Arbitro: Pavone di Bernalda;


Reti: 40’ p.t. Giannini, 5’ s.t. Legnante, 47’ s.t. Gioia;


Ammoniti: Giannatiempo, Ponzo, Papaleo;




Note


Recuperi: 2’ pt, 4’ st;


Spettatori: 200 circa;



su La Nuova del Sud del 14/12/2011




Mario Quinto

Nessun commento:

Posta un commento