sabato 28 aprile 2012

L'Atletico Marconia ci crede. Battuta la Rotunda Maris in rimonta e terzo posto sempre più alla portata.



Capitan Domenico Colombo

Giampiero Provenzano autore del 2-2

Mino Tedesco autore della doppietta

L’Atletico resiste all’assalto del Rotunda Maris e conquista una preziosissima vittoria che consolida il terzo posto in classifica. I padroni di casa passano al 10’ con Tedesco e dopo aver sprecato a più riprese la chance di raddoppiare, subiscono il pari per mano di Visaggi. Al 44’ ancora Visaggi si fa mezzo campo palla al piede, s’accentra e fredda il Comunale. 1-2 e tutti a bere il thè caldo. Nella ripresa Provenzano e poi ancora Tedesco ribaltano il punteggio per il 3-2 finale. La partita: le braccia al cielo di un inesauribile Tedesco, il sacrificio di capitan Colombo, l’esperienza di Provenzano e Florio, le note liete dei tanti giovani schierati dipingono il capolavoro dell’Atletico. Gli ospiti meritano rispetto, all’andata s’imposero 2-0 e seguono i rossoblu a -2 in classifica. L’Atletico parte fortissimo e al 10’ passa con uno splendido colpo al volo di Tedesco che trasforma in oro il fendente al bacio di Florio. Gli ospiti incassano il colpo e giocano da grandi, con l’onore delle armi, facendo tutto il possibile per opporsi al forcing marconese. La gara rispetta le attese con i padroni di casa che fin dal principio mettono tutti gli interpreti nella metà campo ospite. Il Rotunda Maris, dopo le barricate dei primi 20’ con 11 uomini costantemente dietro la linea della palla, rispondono con una generosità commovente che porta al pari con Guida che trafigge Calandriello con un destro secco a incrociare. Questo fa storcere il naso agli uomini di Mele che s’intestardiscono nel non giocare la palla e cercano sempre la soluzione lunga. Peccato che questo modo di attaccare riservi ai rossoblu una sorta di resa anticipata che fa cambiare lo schieramento difensivo a Mele nella seconda frazione. Visaggi infatti, poco prima dell’intervallo dribbla ben sei avversari e gela Calandriello per il vantaggio ospite. I secondi 45’ iniziano col botto perché i rotundesi non tirano mai indietro la gamba e cominciano a collezionare ammonizioni, ma Provenzano si fa largo in area e incoccia sulla traversa. E’ proprio lui a scongelare una situazione delicata, sfruttando il suggerimento di Colombo al 15’ per il 2-2 che riapre le danze. La perla del bomberone carica ulteriormente i padroni di casa che prendono in mano le redini del match e triplicano con Tedesco, innescato da Colombo. Un gol epico, stop e girata dai venti metri per il bomber che festeggia togliendosi la maglia e beccandosi il giallo. Ma proprio nel momento in cui il Rotunda Maris sembra essere prossimo alla resa, una disattenzione difensiva della retroguardia marconese viene sfruttata con una verticalizzazione di * che però spara altissimo, graziando l’undici di Mele. L’Atletico vola terzo: è l’impresa di Mele e dei suoi gladiatori che hanno saputo crederci, ribaltando una gara messasi male e conquistando una vittoria con l’orgoglio e il desiderio di credere nei propri mezzi, qualunque sia l’avversario.



ATLETICO MARCONIA: Calandriello, Franchini (1’ st Masiello), Tedesco M., Quinto, Abbruzzese (43’ pt D’Amore), Colombo, Florio, Melfi, Provenzano, Tedesco C., Muliero (1’ st Camardella);

A disp.: Musillo;
All.: Mele

ROTUNDA MARIS: Ripoli, D’Ambrosio, Laguardia S., Erdogmus, Lobreglio, Gentile, Demininno, Acciardi, Visaggi, Guida, Laguardia N.;
A disp.: Cuccaro, Potenza;
All.: Rinaldi

Arbitro: Alessandro Mavulli

Marcatori: 2 C. Tedesco (AM),  Guida (RM), Visaggi (RM), Provenzano (AM)

Ammoniti: Tedesco C.(AM), Tedesco M.(AM)


Cristian Camardo

Nessun commento:

Posta un commento