sabato 2 giugno 2012

Il Circolo Legambiente di Pisticci promuove "Spiagge e Fondali puliti"



Foto Francesco Lenzi
In linea con la Campagna nazionale Spiagge e Fondali Puliti di Legambiente, per la mattinata di sabato 2 giugno, il Circolo Legambiente di Pisticci, promuove una serie di iniziative di volontariato ambientale volte a sostenere e tutelare il patrimonio costiero. Come ogni anno, all'alba della stagione balneare, a Marina di Pisticci si suol assistere ad uno spettacolo indecente, che vede come protagonisti i rifiuti di ogni genere, che albergano su spiaggia e pineta. Le variegate tipologie di pattume che più frequentemente caratterizzano le spiagge sono in grande quantità bottiglie, buste di plastica e mozziconi di sigarette, come anche lattine ed elettrodomestici. Una vera e propria discarica che oltre a testimoniare insipienza sull'argomento rifiuti, sta a dimostrare la superficialità e l'inciviltà di quei cittadini, che vigliaccamente si rendono protagonisti di episodi incresciosi come questi. I rifiuti abbandonati, deturpano l'ambiente in generale ed a lungo andare immettono sostanze nocive nell'ecosistema, che deturpano l'ambiente e danneggiano gli uomini. Per questo l'iniziativa del Circolo pisticcese di Legambiente, che lo scorso anno ha coinvolto i bambini delle scuole di Pisticci e Marconia e nel 2009 e 2010 ha ospitato un gruppo di giovani stranieri impegnati in un campo di volontariato internazionale, ha lo scopo di sensibilizzare tutti i cittadini sulla necessità di mantenere pulita la nostra spiaggia. Lo scopo di quest'anno parallelamente all'impegno del Circolo Legambiente è quello di fare la differenza abbinando un turismo sostenibile ad uno stile di vita virtuoso in spiaggia. Concetti trainanti saranno incentrati sul tema della raccolta differenziata, abbinato al concetto di legalità ed accessibilità per tutti. L’appuntamento con i volontari di Legambiente sarà sulla spiaggia di San Basilio a Marina di Pisticci, a partire dalle ore 10:00. Tutti i cittadini, grandi e piccoli, comprese le istituzioni sono invitati a partecipare, per rendere importante un gesto collettivo di nobile volontariato ambientale, con la pretesa di restituire a tutti una spiaggia più pulita e più bella.
su La Nuova del Sud 
Mario Quinto

Nessun commento:

Posta un commento