sabato 2 giugno 2012

Pienone a Policoro per la 15° edizione dei "Giochi in Magna Grecia".


Ha avuto lo start ufficiale mercoledì 30 Maggio, la 15° edizione del Torneo "Giochi in Magna Grecia". L'importantissima kermesse di calcio giovanile, come da tradizione, vede il coinvolgimento di scuole calcio provenienti da diferse regioni del sud Italia. In modo particolare quest'anno, le iscrizioni sono state numerose con squadre pervenute da Calabria, Puglia e Sicilia. L'organizzazione come sempre curata nei minimi dettagli dai Direttori Responsabili Paolo Nigro e Giuseppe Satriano si è mostrata entusiasta, per il forte successo di pubblico riscontrato in queste fasi iniziali e si dicono fiduciosi per il prosieguo. Il Torneo giunto al quindicesimo anno di svolgimento, è articolato in modo tale da permettere a tutte scuole calcio iscritte di poter partecipare ai vari tornei paralleli. Oltre alla categoria Giovanissimi, sono in programma anche tornei per le categorie Esordienti e Pulcini. Per la categoria Piccoli Amici è invece riservato un mini torneo di calcio a 5. La perfetta articolazione delle varie competizioni ha permesso a questa kermesse di diventare, nel corso degli anni, un punto di riferimento ed un'ottima vetrina per le scuole calcio di tutta l'area jonica. Per la categoria Giovanissimi, la più grande del torneo, le squadre sono state dilazionate in due gironi da 4 squadre. Nel girone A albergano la Rende, Lamezia Calcio, Parma Club Ginosa e Virtus Re Leone Policoro, mentre il girone B è composta da Scanzano, Padri Trinitari, Pol. Mirto Crosia e Padre Minozzi. Durante la prima giornata della fase a gironi disputata, la Virtus Re Leone si è imposta con un perentorio 4 a 0 contro il Parma Club Ginosa, grazie alle realizzazioni di D'Onofrio, Torraco e Clementelli in doppietta. Per questa seguitissima manifestazione si prospetta un prosieguo entusiasmante, che regalerà indubbiamente emozioni ed episodi ricchi dal punto di vista agonistico, per celebrare la festa dei giovani e del calcio, quello pulito.
su la Nuova del Sud
Mario Quinto 

Nessun commento:

Posta un commento