domenica 23 settembre 2012

Pisticci chiama il Metapontino. Per la manifestazione del 29 Settembre in difesa dell'ospedale di Tinchi ci si appella a tutto il comprensorio.


Al comunicato fiume, pubblicato del Sindaco di Pisticci in merito alla generale disgregazione dei reparti dell'ospedale di Tinchi, è seguita una grande mobilitazione che sta coinvolgendo a macchia d’olio l’intera comunità pisticcese. Le dure esternazioni, espletate dal primo cittadino, erano riferite al costante smembramento del nosocomio pisticcese, ma più in generale alla deturpazione dal territorio di Pisticci, di servizi importanti come quelli forniti dal Tribunale. Sogni, ormai solo nei sogni si potrà ammirare una cittadina che meriti di essere definita tale. Certo è, che quando si viene privati in pochissimo tempo di due fondamentali diritti, come quello alla salute e quello alla giustizia, è un colpo al cuore e uno all’anima. Sembra di essere ormai senza speranze, come aver perso i genitori.
Ma quando è il Sindaco in persona a trascinare la sua cittadinanza alla rivolta, a incitare per il rispetto di diritti fondamentali, la forza e la voglia di rivendicare vien da se.
Ragion per cui, sabato 29 Settembre, a Pisticci Centro si svolgerà “Mo' Basta”, una enorme manifestazione contro la costante e continuativa spoliazione dei reparti dell'ospedale di Tinchi. Alla grande manifestazione indetta, come anticipato, dal primo cittadino di Pisticci e dal Comitato in difesa dell'ospedale di Tinchi, hanno già aderito decine di associazioni del territorio, tra le quali l'Emanuele 11e72, da molto attiva sul territorio e sempre attenta a problematiche legate alla salute. A Pisticci, dunque, sono invitati tutti i cittadini del comprensorio metapontino per aggregarsi e dare esempio di compattezza. Le note richieste motivanti sono la revoca della Delibera ASM 792 del 2 Agosto, che sopprime il Laboratorio Analisi di Tinchi, e la realizzazione del Piano per Tinchi, per il quale in tempi non sospetti si era impegnata la Regione e la stessa ASM. Del resto una causa, che coinvolge paesi cosi vicini e cosi possibilmente concorrenti, è indubbiamente una causa importante. Anche il gruppo Pdl di Pisticci e Marconia, molto vicino alla problematica, nella persona del coordinatore cittadino Michele Forte, si è fatto promotore di questa importante manifestazione. “Il Pdl di Pisticci e Marconia – afferma il coordinatore pidiellino Forte - “invita tutte le forze politiche, le associazioni e i cittadini a trovare la massima unità su tutto quanto verrà fatto in difesa del nostro territorio. E' necessario trovare unione sulle cose concrete tralasciando le divisioni ideologiche”. Da parte dei cittadini e delle istituzioni locali, dunque, non c'è nessun segno di rassegnazione né di resa. La salute dei cittadini non si baratta.



su la Nuova del Sud del 22/09/2012
Mario Quinto

Nessun commento:

Posta un commento