martedì 23 ottobre 2012

Agneta risolleva l'Aurora Marconia. Il team di Danza interrompe il digiuno.


La partita della verità che l’Aurora Marconia ha disputato ieri contro il Picerno, si risolve in favore dei padroni di casa che servono agli avversari un risonante 3 a 1. Basta il ritorno in casacca rossoblù di Bruno Agneta, per battezzare la prima vittoria casalinga dell’Aurora Marconia. Eppure il sodalizio jonico di tempo ne ha avuto, per adottare la decisione di tesserare il bomber, che in tempi non sospetti ha costituito una colonna portante per il calcio a Marconia. Questa, però, è un’altra storia. Il dato di fatto attuale è uno: Agneta torna ed i tifosi ricominciano a sognare. Nell’undici titolare, schierato dallo squalificato Danza, però il bomber di casa non risulta. Questo fa ancora più rumore, se si considera che la doppietta da lui siglata e stata messa a segno in poco meno di 10 minuti. Nel primo tempo, l’Aurora claudica. Le efficaci geometrie danziane, funzionano bene, ma il problema si pone al momento di concludere a rete. Al 12’ però un bello spunto di Sportelli, frutta il vantaggio ai padroni di casa. Nel mezzo c’è davvero poco, a parte qualche occasione per Moscara. A fine primo tempo, mischia in area marconese. Dopo il batti e ribatti, Todaro tocca per ultimo e ristabilisce il pari. Nella ripresa la svolta, subito dentro Agneta per uno spento De Mare. Già al 7’ il bomber ex Pisticci, ben lanciato da Verri, si ritrova a tu per tu con Di Florio e lo batte con un preciso rasoterra all’angolino. Dopo solamente 9 minuti, un rilancio di Lattanzi viene toccato da Moscara che fa sponda per Agneta, il quale scucchiaia beffando Di Florio in uscita. Tribuna in visibilio per la rete del doppio vantaggio di Agneta, che in pochi minuti ha riconquistato il cuore del suo vecchio pubblico. Al 23’ Scuotto prova a dare un senso alla trasferta, ma il suo tiro ravvicinato viene prontamente deviato da Lattanzi. Poco dopo è Todaro, a cercare la rete, ma da posizione favorevole, spedisce di poco a lato. L’Aurora inserisce gente fresca, abbassa il baricentro e sfrutta le ripartenze con Agneta e Galileo, bloccati più volte dall’assistente Armandi. I quattro minuti di recupero concessi vengono gestiti senza correre alcun rischio. L’Aurora coglie un risultato importante conquistando i primi 3 punti casalinghi, ma ottiene un risultato ancor più importante: ritrova bomber Agneta !

Tabellino

Aurora Marconia: Lattanzi, Natuzzi, Centrone, Cati, Tucci, Castrignanò, Verri, Sportelli, Iannuzziello(dal 32’ st Galileo), Moscara(21’ st Ricchiuti), De Mare( 45’ pt Agneta);

A disp.: Parisi, Adorisio, Moro;

Diriga cc. Capece;

AZ Picerno: Di Florio, Maimone, Cozzolino, Mele, Vaccaro, Basilio, Fioraso, Falanga, Podano, Scuotto, Bacio;

A disp.: Lettieri, Palladino, Forte, Bellomo, Petru;

All.:Catapano;

Marcatori: Sportelli12’ pt, Podano 39’ pt, Agneta 7’ st, Agneta 16’ st;

Arbitro: Capolupo(Favale-Armandi)

Ammoniti: De Mare, Castrignanò, Natuzzi, Verri (AM), Maimone, Cozzolino (AZP)

Note

Recuperi: 2’ pt, 4’ st;

Spettatori: 150 circa;

su La Nuova del 22/10/2012

Mario Quinto  

venerdì 19 ottobre 2012

Bonus benzina: il Consiglio di Stato sblocca i fondi. Soddisfazione per i parlamentari lucani del PdL.



Il bonus benzina torna ad essere a disposizione di tutti i cittadini lucani. Infatti, nei prossimi giorni, sarà erogata sulle card benzina l’attesa annualità corrispondente al 2010, lo annunciano con soddisfazione i parlamentari lucani del Popolo della Libertà Guido Viceconte, Vincenzo Taddei e Cosimo Latronico: “Il Consiglio di Stato – dichiarano i parlamentari del Pdl – ha tenuto in considerazione e valutato positivamente l’istanza di ricorso presentata dal Ministero dello Sviluppo Economico e dalla Regione Molise contro la sentenza del Tar del Lazio. Sentenza, che ricordiamo, aveva di fatto bloccato l’erogazione delle somme a disposizione del Ministero destinate alla ricarica delle card. Siamo senz’altro soddisfatti del giudizio positivo espresso dal Consiglio di Stato che ha ritenuto doveroso sospendere l’esecutività della sentenza del Tar ma in parte – concludono Viceconte, Taddei e Latronico – siamo anche rammaricati dell’atteggiamento tenuto dalla Regione Basilicata e dalla giunta regionale di centrosinistra che si sono assolutamente disinteressate alla vicenda e anzi hanno “gufato” su questa decisione per bassi interessi di bottega. Il ricorso infatti, è bene ricordarlo, è stato presentato dal Ministero dello Sviluppo Economico e dalla sola Regione Molise: un atteggiamento che per l’ennesima volta dimostra quanto gli interessi dei cittadini lucani siano poco tutelati da chi, per funzione pubblica e per dovere morale, dovrebbe invece difenderli strenuamente. Sull’argomento e per esporre con maggiori dettagli la sentenza del Consiglio di Stato i parlamentari lucani e i consiglieri regionali del PdL terranno una conferenza stampa il prossimo lunedì mattina, alle ore 11, presso la sede coordinamento regionale del partito a Potenza.

L'Aurora affonda il Montescaglioso. Gli uomini di Danza avanti in Coppa.


Per il ritorno del secondo turno di Coppa, al comunale di Marconia si sono sfidate l’Aurora ed il Montescaglioso. All'andata l'Aurora vinse 1 a 0 con goal di Verri. Il risultato, 3 a 0 per i padroni di casa seppur schiacciante, risulta essere bugiardo, perché le occasioni create dai ragazzini di mister Danza sono state molteplici. Già dopo tre giri d'orologio, infatti, Verri si beve Casalingo, ma spreca malamente. Al quarto d'ora Motti legge il movimento smarcante di Castrignanò e lo assiste divinamente. Il number ten rossoblù, approfittando anche di una non perfetta tattica del fuorigioco degli ospiti, si avvia tutto solo verso Farelli e lo trafigge, firmando il vantaggio. L'occasione seguente capita sui piedi di Verri, che però si lascia ipnotizzare dall'estremo difensore montese. Gli ospiti non riescono ad esprimere alcun tipo di gioco, anche il palla lunga e pedalare risulta difficoltoso, perchè la difesa marconese giganteggia, sventando ogni tipo di insidia. Al 32' Moscara si mangia l'impossibile. Il lancio di Motti, per l'ariete rossoblù è perfetto. Moscara si dirige verso la porta avversaria, ma esita troppo prima di tirare e si vede strappar via la palla da Tafuno. Con la squadra di casa in vantaggio, si chiude la prima frazione. Secondo tempo, stessa trama. Aurora proprietario indiscusso del rettangolo di gioco. Centrocampo ospite, letteralmente invalidato, dallo strapotere di Guarino e Motti. Al 49' Galileo mette al centro per Moscara, che da buona prima punta devia in rete, raddoppiando lo score. Poco dopo, lo stesso potrebbe raddoppiare il bottino personale ma la mira è di poco imprecisa. Standing ovation per Moscara, che al 76' lascia il posto a Fumarola. Il piccolo Stefano “Cassano” Fumarola, timbra subito il tabellino. Galileo in scatto si accentra e con il portiere in uscita, sceglie la soluzione migliore, il pallonetto, che di poco impreciso, viene corretto in rete da Fumagol. Ottima prestazione della formazione jonica, che dopo la batosta rimediata in casa del Real Metapontino, riprende fiducia asfaltando letteralmente l'avversario, che non ha mai calciato nello specchio. La mentalità di Franco Danza, in questa gara è stata applicata alla lettera. Il cammino in Coppa prosegue, e nel prossimo turno le “torrette” dovranno affrontare proprio il Real. Domenica, però c'è da battere il Picerno.

Tabellino

Aurora Marconia: Parisi, Natuzzi, Centrone, Tucci, Belmonte, Motti(45’ Ricchiuti), Guarino, Castrignanò, Moscara(76’ Fumarola), Galileo, Verri(45’ Douglas);

A disp.: Lattanzi, Moro, Adorisio;

All.: Danza;

Montescaglioso: Farelli, Tafuno, Casalingo, Montemurro, Mossuti, Rossetti, Salluce, Palazzo, Motola, Ciracì, Ingordino;

A disp.: Eletto, Franco;

Dirig. Acc.: Locantore;

Marcatori: Castrignanò 18’ pt, Moscara 4’ st, Fumarola 37’ st;

Arbitro: Russo di Bernalda;

Note

Recuperi: 1’ pt, 3’ st;
Spettatori: 100 circa;


su La Nuova del Sud del 18/10/2012

Mario Quinto 

martedì 9 ottobre 2012

Un buon primo esame per la Virtus Re Leone. Doppio Rondinone e Clementelli stendono il Dedalo Shaolin.


Esordio vincente e convincente, quello della Virtus Re Leone, che nella prima giornata del campionato di Allievi Regionali, batte il Dedalo Shaolin sul Federale di Potenza. La formazione policorese, ma che in realtà è composta per 6/11 da ragazzi di Marconia, è allenata da Mister Iannella, che come l’anno scorso ottiene alla prima di campionato una bella vittoria. Pronti via è subito calcio champagne. La bella sintonia tra Lopatriello e Rondinone manda in bambola i padroni di casa, che già dal 7’ sono costretti ad inseguire. Di Matteo imbecca in velocità Rondinone, che infila il goal del vantaggio. Dopo 15’ di predominio dei leoncini, Rondinone riceve da Lopatriello un ottima palla per raddoppiare e non se la lascia sfuggire, siglando cosi il raddoppio. Prima del termine della prima frazione, sui piedi di Torraco e Lopatriello si perdono due ghiotte occasioni per triplicare il vantaggio. Nella ripresa, la reazione della Dedalo Shaolin, assente ingiustificata della prima frazione, non si fa attendere. Trascorsi solo 4’, Landi da posizione defilata riesce a beffare De Capua, accorciando le distanze. Poco dopo, una spettacolare volè di Lopatriello si stampa sulla traversa. Per episodi puramente fortuiti, giungono poi, due brutti infortuni per Vena e Rondinone, che vengono sostituiti da due Giovanissimi che certo non si lasciano intimorire, riuscendo a giocare con ordine e diligenza. Uno di questi è Marco “il cigno” Clementelli, che ben appostato in area, giova di un assist al bacio di Lopatriello ed insacca il goal del 1 a 3. In pieno recupero la squadra di casa riesce a portarsi sul 2 a 3, realizzando con Petruzzi un penalty sul quale l’estremo difensore ospite nulla può. A fine gara i dirigenti Larossa, Grandinetti e La Rocca esprimono grande gioia per la vittoria, fornendo tutti i meriti al mister che riesce a dare ai ragazzi la giusta carica in qualsiasi momento.

Tabellino

Dedalo Shaolin PZ: Sileo, Salvato, Landi, Petruzzi, Rotunno, Claps, Montefusco. Pasiro, Coviello, Gerardi;

Virtus Re Leone: De Capua, Stamerra, Larossa, La Rocca, Giordano, Fuina, Lopatriello, Torraco, Di Matteo, Vena(Clementelli), Rondinone;

All.: Iannella;

Arbitro: Pincazzo di Potenza;

Note

Recuperi: 1’ pt, 5’ st;

Spettatori: 40 circa;

su La Nuova del Sud del 09/10/2012

Mario Quinto

lunedì 8 ottobre 2012

Ancora a secco l'Aurora Marconia. Il Pignola battezza la prima vittoria grazie a La Morte.


Nella quinta giornata di Eccellenza Lucana, lo Sporting Pignola coglie un ottimo resoconto sul campo dell’Aurora Marconia. Prima vittoria in questo campionato per gli uomini di Lauria, che a onor del vero hanno dimostrato sul rettangolo di gioco, di meritare a pieno i 3 punti. Le “torrette” di mister Franco Danza, invece, dopo questo logorante risultato hanno dato adito alle critiche, che giungono alla luce del balbettante andamento in campionato, anche se soprattutto in questa gara, possono recriminare per qualche dubbia decisione arbitrale. Fin dai primi scampoli di gara, si è inteso quanto gli ospiti abbiano cercato questa corsara vittoria. Già al 5’, dopo una palla persa dall’Aurora a centrocampo, Santarsiero si invola e crossa al centro per Starna, che batte a colpo sicuro ma trova la pronta risposta di Lattanzi. Pochi minuti dopo in area rossoblù accade l’impossibile. Il traversone di Galiuzzi è ben calibrato per la testa di Laurino, che alla prima occasione trova la pronta opposizione di Lattanzi, mentre alla seconda quell’armadio a 4 ante di Antonio Moscara, che mantiene il punteggio ancorato allo 0 a 0. L’Aurora Marconia assente ingiustificato della prima frazione di gara, corre rischi fino all’half time, quando Starna da posizione favorevole sfiora il palo alla sinistra di Lattanzi. La ripresa ha un sceneggiatura diversa. La formazione di casa, si sbatte e lotta su ogni palla. L’Aurora gira palla e cerca di ragionare, ma a regnare è il calcio confusionario degli avversari. Solo al quarto d’ora i padroni di casa si affacciano nella metà campo ospite con Verri, che in un fazzoletto di campo si beve 3 avversari e calcia in porta, ma trova Masi attento. Poco dopo è ancora Verri, il capocannoniere di squadra, a destare preoccupazione per la difesa ospite, che riesce però a salvarsi in off side. A metà tempo entra Santagalli Douglas, che incute timore, scagliando una bordata che si spegne a fil di palo. Con il baricentro decisamente traslato in avanti, l’Aurora perde l’equilibrio e si accascia letteralmente al suolo. Un contropiede innocuo ed apparentemente controllabile si trasforma in goal, grazie a La Morte che cimentatosi in un coast to coast da brividi, insacca alle spalle dell’incolpevole Lattanzi. I pochi minuti di recupero risultano infruttuosi per l’Aurora Marconia, costretto nonostante gli ottimi miglioramenti a meditare nuovamente su una dolente sconfitta.

Tabellino

Aurora Marconia: Lattanzi, Tucci, Belmonte, Sportelli, Adorisio, Cati, Galileo(dal 17’ st Santagalli Douglas), Castignanò(dal 32’ st Iannuziello), Moscara(dal 37’ st De Mare), Motti, Verri;

A disp.: Parisi, Ricchiuti, Fumarola, Moro;

All.: Danza;

Sp. Pignola: Masi, Cocina, La Morte, Lauria (dal 33’ st Chiorazzo), Santarsiero, Galiuzzi, Santopietro, Laurino (dal 23’ st Padula), Villano, Starna (dal 31’ st Brindisi), De Carlo;

A disp.:Di Pasquale, Gerardi, Olita, Romano;



All.: Lauria;

Arbitro: Fornelli (Macrì-Gioia);

Marcatore: La Morte al 40’ st;

Ammoniti: Cocina, Lauria, De Carlo (SP), Motti (AM);

Note

Recuperi: 1’ pt; 3’ st;
Spettatori: 100 circa;

su La Nuova del sud del 08/10/2012
Mario Quinto

lunedì 1 ottobre 2012

Pdl Pisticci e Marconia: Benedetto prenda per mano il Metapontino.


La manifestazione, che ha visto una partecipazione numerosa di cittadini, è da intendersi come un forte segnale di disagio della popolazione metapontina nei confronti delle sciagurate scelte del Partito-Regione potentino, il quale ormai da troppo tempo sta trascurando oltre che le esigenze del territorio di Pisticci quelle dell’intero Metapontino.
Certo per le prossime volte, al fine di accrescerne ulteriormente l’efficacia, sarà opportuno, così come noi del PDL avevamo già suggerito, di affrontare un tema per volta e ciò anche perché gli interlocutori nei confronti dei quali protestare sono diversi.
E’ necessario, altresì, che qualora persistesse l’atteggiamento discriminatorio da parte del governo regionale, il Consigliere Regionale del Metapontino dell’IDV, Sig. Nicola Benedetto, aldilà dei proclami altisonanti di dissenso verbale, prenda la decisione di dichiararsi indipendente e, di conseguenza, sentirsi con le mani libere di votare anche contro le scellerate scelte regionali a danno del nostro territorio.
SEZIONE PDL DI PISTICCI E MARCONIA

IL COORDINAMENTO

Angelo Fulco: "Buona la prima, ma non abbassiamo la guardia"


All’indomani della manifestazione “Mo Basta”, svoltasi sabato scorso a Pisticci, per protestare contro il graduale smembramento che sta interessando l’ospedale di Tinchi e contro la chiusura del Tribunale, il consigliere di maggioranza Angelo Fulco, snoda alcuni punti, concedendo un intervista a La Nuova. “La prima tappa di questo cammino, si è svolta nelle modalità che avevamo previsto – è questo il primo commento a freddo del consigliere di Forum Democratico – “la massiva partecipazione che i cittadini hanno offerto, penso sia la testimonianza lampante dell’importanza che questo territorio da alle motivazioni di cui la protesta. Il metapontino è ormai stanco di questi soprusi e sabato scorso lo ha dimostrato accorandosi al Mò Basta del nostro Sindaco”.
“La cosa indubbia è che non abbasseremo la guardia, evitando di cedere a lusinghe che in più occasioni hanno deluso le aspettative di questo lembo di territorio - dichiara il Consigliere Fulco, tra gli organizzatori del corteo – per il resto spero vivamente che la manifestazione sia stata recepita da chi di dovere e che non ne siano necessarie altre, perché arriveremo ai piedi della sede dell'ASM, sotto la sede della Regione Basilicata se necessario anche a Roma. La partecipazione che c'è stata non può restare non considerata. Per questo – conclude Fulco – intendo ringraziare oltre che tutti i cittadini, in modo particolare il Sindaco di Castelsaraceno Ing. Rocco Rosano, per la vicinanza espressa attraverso un comunicato e tutte le associazioni del territorio come l'Emanuele 11e72, Legambiente, Oikos, Unitre, No Scanzano Scorie, No Triv di Potenza e tutte le altre”

su La Nuova del Sud del 01/10/2012
Mario Quinto