lunedì 8 ottobre 2012

Ancora a secco l'Aurora Marconia. Il Pignola battezza la prima vittoria grazie a La Morte.


Nella quinta giornata di Eccellenza Lucana, lo Sporting Pignola coglie un ottimo resoconto sul campo dell’Aurora Marconia. Prima vittoria in questo campionato per gli uomini di Lauria, che a onor del vero hanno dimostrato sul rettangolo di gioco, di meritare a pieno i 3 punti. Le “torrette” di mister Franco Danza, invece, dopo questo logorante risultato hanno dato adito alle critiche, che giungono alla luce del balbettante andamento in campionato, anche se soprattutto in questa gara, possono recriminare per qualche dubbia decisione arbitrale. Fin dai primi scampoli di gara, si è inteso quanto gli ospiti abbiano cercato questa corsara vittoria. Già al 5’, dopo una palla persa dall’Aurora a centrocampo, Santarsiero si invola e crossa al centro per Starna, che batte a colpo sicuro ma trova la pronta risposta di Lattanzi. Pochi minuti dopo in area rossoblù accade l’impossibile. Il traversone di Galiuzzi è ben calibrato per la testa di Laurino, che alla prima occasione trova la pronta opposizione di Lattanzi, mentre alla seconda quell’armadio a 4 ante di Antonio Moscara, che mantiene il punteggio ancorato allo 0 a 0. L’Aurora Marconia assente ingiustificato della prima frazione di gara, corre rischi fino all’half time, quando Starna da posizione favorevole sfiora il palo alla sinistra di Lattanzi. La ripresa ha un sceneggiatura diversa. La formazione di casa, si sbatte e lotta su ogni palla. L’Aurora gira palla e cerca di ragionare, ma a regnare è il calcio confusionario degli avversari. Solo al quarto d’ora i padroni di casa si affacciano nella metà campo ospite con Verri, che in un fazzoletto di campo si beve 3 avversari e calcia in porta, ma trova Masi attento. Poco dopo è ancora Verri, il capocannoniere di squadra, a destare preoccupazione per la difesa ospite, che riesce però a salvarsi in off side. A metà tempo entra Santagalli Douglas, che incute timore, scagliando una bordata che si spegne a fil di palo. Con il baricentro decisamente traslato in avanti, l’Aurora perde l’equilibrio e si accascia letteralmente al suolo. Un contropiede innocuo ed apparentemente controllabile si trasforma in goal, grazie a La Morte che cimentatosi in un coast to coast da brividi, insacca alle spalle dell’incolpevole Lattanzi. I pochi minuti di recupero risultano infruttuosi per l’Aurora Marconia, costretto nonostante gli ottimi miglioramenti a meditare nuovamente su una dolente sconfitta.

Tabellino

Aurora Marconia: Lattanzi, Tucci, Belmonte, Sportelli, Adorisio, Cati, Galileo(dal 17’ st Santagalli Douglas), Castignanò(dal 32’ st Iannuziello), Moscara(dal 37’ st De Mare), Motti, Verri;

A disp.: Parisi, Ricchiuti, Fumarola, Moro;

All.: Danza;

Sp. Pignola: Masi, Cocina, La Morte, Lauria (dal 33’ st Chiorazzo), Santarsiero, Galiuzzi, Santopietro, Laurino (dal 23’ st Padula), Villano, Starna (dal 31’ st Brindisi), De Carlo;

A disp.:Di Pasquale, Gerardi, Olita, Romano;



All.: Lauria;

Arbitro: Fornelli (Macrì-Gioia);

Marcatore: La Morte al 40’ st;

Ammoniti: Cocina, Lauria, De Carlo (SP), Motti (AM);

Note

Recuperi: 1’ pt; 3’ st;
Spettatori: 100 circa;

su La Nuova del sud del 08/10/2012
Mario Quinto

Nessun commento:

Posta un commento