mercoledì 28 novembre 2012

Calcio a 5: Pisticci e Salandra si elidono.


Entusiasmante ed avvincente è stato il match tra C.S. Pisticci e Deportivo Salandra, valevole per il quarto turno della serie D di calcio a 5. Le due valenti formazioni materane si sono affrontate a viso aperto dando vita ad un match d'alto livello. Il 2 a 2 finale rispecchia a pieno il modo in cui si è evoluta la disputa. Già dalla prima frazione la gara si rivela frizzante. Il Pisticci di Masiello è il primo a cercare la rete, ma in un paio di occasioni gli attaccanti peccano di imprecisione. Poi esce il Salandra che al 10' ci prova con Tantone, ma nulla di fatto. Al 19' i padroni di casa passano in vantaggio, grazie alla segnatura di Laviola, che fa centro direttamente da calcio piazzato. Prima dell'half time Settembrino raddoppia approfittando di una distrazione difensiva degli ospiti. Sotto di 2 reti, il Salandra nella seconda parte di gara, prende coraggio. Il Pisticci si impantana mentalmente. Gli ospiti, dunque, non perdono l'attimo e subito dopo 3 giri d'orologio accorciano le distanze, andando a segno con Tantone, uno dei tanti ex. Pochi minuti e la rimonta è completata. Giuseppe Lavecchia, anche lui ex, sfodera un tiro al veleno, sul quale David non può nulla. Al quarto d'ora gli ospiti vanno vicini al vantaggio, con Lorito che non sfrutta al meglio l'occasione. Quasi allo scadere, Di Trani ha la palla buona per chiudere i conti, ma la difesa salandrese si salva, ottenendo un preziosissimo punto in casa della capolista. Repentini capovolgimenti di fronte e manovre spettacolari sono stati gli ingredienti chiave che hanno aromatizzato il match tra due squadre che, con ogni probabilità, si daranno battaglia fino a fine campionato.

Tabellino

Pol C.S Pisticci: David, Barbalinardo, D’Alessandro, Laviola, Scattino, Di Trani, D. Masiello, G. D’Onofrio, Settembrino, R. D’Onofrio, Benedetto, Lupo;

All.: N. Masiello;

Deportivo Salandra: De Luca, Atlante, Angelastro, Petragallo, Tantone, Lamarra, G. Lavecchia, Lorito, Puzzutiello, A. Lavecchia, Messina, Zizzamia;


All: Rondinone;

Marcatori: Laviola (P), Settembrino (P), Tantone (S), Lavecchia G. (S)
Arbitro: sig. Lasalandra

Note

Recuperi: 1' pt, 3' st;
Spettatori: 100 circa;

su La Nuova del sud del 28/11/2012

Mario Quinto


Virtus Re Leone forza quattro. Vittoria brillante dei leoncini sul Lauria, ma Iannella placa l'entusiasmo.



Gli Allievi regionali della Virtus Re Leone battono il Lauria ed aggrappano la sesta posizione in classifica. I biancoverdi hanno disputato la partita perfetta, improntando il gioco sull'aggressività fin dal primo minuto. Già dopo 6’ infatti, solo per le imprecisioni di Rondinone e Lopatriello, il risultato rimane invariato. Gli ospiti del Lauria al quarto d’ora, riescono a presentarsi dalle parti di De Capua, senza però finalizzare. Poco dopo Pesce ci prova da fuori, ma nulla di fatto. Al 18’ Torraco recupera una palla d’oro a centrocampo, serve l’accorrente Lopatriello, il quale con un delizioso assist permette a bomber Rondinone di insaccare il goal del vantaggio. Il Lauria accusa il colpo ma i padroni casa, occludono i tentativi avversari con resistenza e tenacia. Giunti al 33’ Rondinone confeziona un bel traversone per Lopatriello, che però non finalizza. Nella ripresa dentro Simone per Vinci e Vena per Valluzzi. Dire che le sostituzioni sono state azzeccate e ben poco. Dopo 1’ dal ingresso Vena appoggia una bella palla a Simone, che dal limite dell’area lascia partire un siluro che si stampa sotto la traversa. Trascorsi 18’ dall’inizio della ripresa, su un tiro cross di Rondinone, Colombo tocca con la mano e sacrosanto rigore per la Virtus. Dal dischetto Lopatriello fallisce, lasciandosi ipnotizzare da Brando. L’esterno marconese, ci mette poco a farsi perdonare. Dopo pochi minuti riceve palla da Rondinone e con un bel destro velenoso, mette dentro il goal del 3 a 0. Di ottima fattura la rete di Ettorino Lopatriello, che poco dopo corona la sua prestazione confezionando il secondo assist. Questa volta a beneficiarne e Vena, che prende bene il tempo e gira in rete per il 4 a 0. Sul finale una distrazione difensiva per la Re Leone, permette a Pesce di mettere a segno il goal della bandiera. Non ostenta soddisfazione a fine partita mister Iannella, che se da un lato si complimenta per la voglia di vincere dimostrata dai leoncini, dall' altro rimane deluso dalla mediocre gestione, che la squadra ha fatto del risultato.
Tabellino
Virus Re Leone: De Capua, Stamerra, Larossa, Torraco, Fuina, Di Matteo, Corrado, Valluzzi(dal 1’ st Vena), Rondinone, Vinci(dal 1’ st Simone), Lopatriello;
A disp.: Morando, Giordano;
All.: Iannella;
Lauria: Brando, Colombo, V. Limongi, Manfredelli, Montesano, Limongi, Ruggiero, D’Andrea, Cantisani, Pesce, Scaldaferri;
A disp.: Lambogli, R. Limongi;
Marcatori: Rondinone 18’ pt, Simone 1’ st; Lopatriello 22’ st, Vena 27’ st; Pesce 38’ st;
Arbitrio: Russo di Bernalda;
Note
Al 18’ st Brando para rigore a Lopatriello
Recuperi: 1’ pt, 3’ st;
Spettatori: 120 circa;
su la Nuova del sud del 27/11/2012
Mario Quinto

domenica 25 novembre 2012

In arrivo il nuovo accredito bonus carburanti. La somma di 104, 25 € si riferisce all'annualità 2010.


Per i primi giorni di Dicembre, probabilmente saranno accreditati 140,25 euro sulla carta carburante dei cittadini lucani. La somma si riferisce all'annualità 2010. Dunque la recente pronuncia del Consiglio di Stato ha superato lo scoglio rappresentato dalla sentenza del Tar del Lazio che aveva in precedenza disposto il blocco dell'erogazione. "Soddisfazione" è stata espressa dai parlamentari lucani del Pdl. Che in una nota hanno accusato il presidente De Filippo e tutto il centro sinistra di aver gufato. Inoltre hanno aggiunto: " E' bene ricordarlo, è stato presentato dal Ministero dello Sviluppo Economico e dalla sola Regione Molise: un atteggiamento che per l’ennesima volta dimostra quanto gli interessi dei cittadini lucani siano poco tutelati da chi, per funzione pubblica e per dovere morale, dovrebbe invece difenderli strenuamente. Ad oggi sono stati emanati già gli atti perché Poste Italiane possano mettere in pagamento l’importo relativo al 2010 e sono stati accolti quasi tutti i ricorsi dei cittadini che ne erano rimasti esclusi"

mercoledì 21 novembre 2012

Calcio a 5: Deportivo Salandra bello ma inconcludente. Lo Sp.Scanzano rimonta e vince al Palasaponara.


Il Deportivo Salandra toppa, subendo la prima sconfitta in campionato contro lo Sporting Scanzano. Primi giri d’orologio e subito Scanzano in vantaggio grazie ad una perla di Amendolara. Poco dopo sui piedi di Atlante capita la palla del possibile pareggio, ma il giocatore salandrese sbaglia mira. Al minuto 11 Tantone va in pressione sul portiere recupera palla e mette dentro il goal del pari. Al 28’ Angelastro atterra Bellacicco e per Pallotta è rigore. Dal dischetto lo stesso Bellacicco trasforma in goal, siglando il nuovo vantaggio scanzanese. Nella ripresa il Salandra produce azioni offensive a grappoli. Nei primi minuti Atlante in rovesciata sfiora il palo alla destra di Petrelli. Poco più tardi G. Lavecchia anticipa tutti in area e mette dentro. Pareggio meritatissimo per gli uomini di Rondinone, che non arrestano la foga offensiva e passano in vantaggio. È Lamarra a siglarlo con un meteora da fuori area. Spese importantissime energie, il Depor si rintana nella propria metà campo, conseguentemente al fatto che lo Scanzano preme. Intorno al quarto d’ora della ripresa, Amendolara e Bellacicco sfiorano il pareggio. Ma è solo il preludio al goal, perché al 17’ Amendolara dalla distanza insacca la rete del pari. Il match potrebbe finire cosi, perché le squadre hanno mostrato ottimi numeri, giocando una gara pressoché equilibrata. Ma c’è ancora tempo per un azione in solitaria di Amendolara che supera l’indeciso Messina e sigla il 3 a 4 finale. Al termine della disputa Antonio Lavecchia ha dichiarato:”Abbiamo subito una bruciante sconfitta, ma non perdiamo di vista l’obiettivo stagionale, concentrandoci sul prossimo big match contro la capolista Pisticci”.

Tabellino

Deportivo Salandra: Messina, Angelastro, Atlante, G. Lavecchia, Tantone, Lamarra, Lorito, Petragallo, Pace, Puzzutiello, D’Alessandro, De Luca;

All.: Rondinone;

Sporting Scanzano: Petrelli, Epifania, D. Amendolara, Fuina, Di Trani, Rimoli, R. Amendolara, Carlucci, Greco, Castelluccio, Bellacicco;

All.: Bellacicco;

Arbitro: Pallotta di Matera;

Marcatori: R. Amendolara(3), Bellacicco (R)(SS), G. Lavecchia (DS), Lamarra(DS), Tantone (DS);

Ammonito: Angelastro;

Note

Recuperi:1’ pt, 3’ st;
Spettatori: 200 circa;

su La Nuova del su del 21/11/2012

Mario Quinto

Calcio a 5: Il Pisticci espugna Miglionico ed è primo.


La terza giornata del girone materano della serie D di calcio a 5 si colora di gialloblè, con la Pol. C.S. Pisticci che vince a Miglionico e si avvia in fuga solitaria. La formazione sapientemente guidata da mister Masiello ha battuto gli avversari della Vis Milionicum per 1 a 3. A sbloccare il risultato è il matador Di Trani, che sfonda per vie centrali salta l’estremo difensore avversario e mette nel sacco. I padroni di casa faticano ad imbastire azioni da gioco ed è il Pisticci a tenere il campo perfettamente. Troppe volte però prima dell'intervallo i pisticcesi sono giunti dinanzi alla porta avversaria senza concludere e quindi il primo tempo si conclude 0 a 1. Nella ripresa è ancora la squadra ospite l'indiscussa proprietaria del rettangolo di gioco. Al quarto d'ora Giovanni D'Onofrio trova la rete del raddoppio. Pochi istanti e il capitano fa doppietta sfruttando un invitante suggerimento di Di Trani. Al 20' il Signor Giannella assegna un calcio di rigore al Milionicum. Dal dischetto però Centonze si lascia ipnotizzare da David, che mantiene inalterato lo score. Solo allo scadere la squadra di casa trova il goal, ma è troppo tardi per pensare ad una rimonta. Il Pisticci incassa 3 importantissimi punti e si isola al primo posto, visto che la gara del Perticara è stata rinviata.

Tabellino

Vis Milionicum: Dambrosio, Clementelli, Mele, Iacovone, Perrone, Centonze, Perrino, Tito, Consoli;

All.: N. Clementelli;

Pisticci :David, Barbalinardo, D'Alessandro, Laviola, Scattino, Di Trani, D. Masiello, D'Onofrio, Settembrino, Benedetto, Lupo;

All.: N. Masiello;

Arbitro: Giannella di Matera;

Marcatori: Di Trani, D'Onofrio (2);

su La Nuova del su del 21/11/2012

Mario Quinto


martedì 20 novembre 2012

L'Aurora Marconia batte il Moliterno. Agneta e Verri firmano la rimonta.


L’Aurora Marconia ritorna alla vittoria e lo fa in casa al cospetto della diretta concorrente Moliterno. La formazione di Danza, ha fin dal primo instante di gara cercato la vittoria, imponendosi per 2 a 1. Nonostante il team jonico sia partito spedito, sono stati gli ospiti a sbloccare il risultato. Branda, ex attaccante del Pisticci, viene atterrato in area di rigore marconese e il Signor Capolupo assegna il penalty. Dagli undici metri lo stesso Branda realizza, portando in vantaggio il Moliterno. Al quarto d’ora ci prova Verri, ma il suo calcio di punizione sfiora l’incrocio. La troppa foga nel pressing a centrocampo corrisponde al suicidio tattico del Moliterno. L’Aurora, prende le dovute misure e ricomincia a macinare gioco. Al 21’ una sciabolata di Verri, viene intercettata da bomber Agneta che con una splendida volè batte Fittipaldi, ristabilendo il risultato di parità. Strepitosa prestazione quella di Verri, che oltre ad avere fantasia e senso del goal, sta dimostrando gara dopo gara di avere anche ottime qualità di rifinitore. Un giocatore completo, che sa sempre qual è la cosa giusta da fare. Al 35’ il ventunenne di San Pietro Vernotico, completa la rimonta targata Aurora Marconia, calciando una bordata dal limite dell’area, che supera un disattento Fittipaldi e termina in rete. Un goal e un assist per Matteo Verri, che sigla il personalissimo quinto dentro in campionato. Nella ripresa, salta qualche rotella. L’Aurora si ritrova a patire le offensive del Moliterno, a causa della sopraggiunta doppia inferiorità numerica. De Nittis prima e Castrignanò poi, vedono sventolarsi il secondo giallo ed il conseguente rosso. La risicata formazione di mister Danza, riesce però a raggiungere il triplice fischio mantenendo inalterato il risultato. Questa vittoria permette al team jonico di scacciare qualche fantasma e resuscitare dai meandri del fondo classifica.

Tabellino

Aurora Marconia: Lattanzi, Natuzzi, Castrignanò, Guarino, Lippolis, Adorisio, Verri(25’ st Iannuzziello), De Nittis, Agneta(15’ st Galileo)(43’ st Centrone), Sportelli, Tucci;

A disp.: Laviola, Cati, Ricchiuti, Fumarola;

All.:Danza;

Moliterno: Fittipaldi, Russo, Lancellotti, Mastrangelo, Saccente, Saliero, Ricoli, Coiro, Branda, Albini, Genovese;

A disp.: Arleo, Mazzeo, Alierno, Robilotta, Messuti, Rorzillo;

All.: Arleo;

Arbitro: Capolupo(Autieri-Vicino);

Marcatori: 9’ pt Branda(R), 21’ pt Agneta, 35’ Verri;

Ammoniti: Guarino, Sportelli;
Espulsi: De Nittis e Castrignanò per doppia ammonizione;

Note

Recuperi: 1’ pt, 3’ st;

Spettatori: 150 circa;

Mario Quinto

venerdì 16 novembre 2012

Juniores provinciale: Aurora Marconia settebellezze

Mister D'Onofrio e Fumagol

Nella prima giornata del campionato provinciale Juniores, l’Aurora Marconia guidata dal giovanissimo mister Antonio D’Onofrio, ottiene una brillante vittoria contro il Ferrandina. Il team marconese, perlopiù formato dai giovani atleti che militano in Eccellenza con la prima squadra, dimostra grande compattezza infliggendo ai pari età del Ferrandina un altisonante 7 a 0. L’abissale differenza di preparazione tra le due formazioni, si denota fin dai primi minuti, quando la grande intesa tra “Insigne” Galileo e “Cassano” Fumarola, da il là ad una ottima occasione da goal, che però non viene concretizzata. Al 9’ Sportelli sblocca il risultato direttamente da calcio da fermo. Alla mezz'ora Di Biase serve un filtrante a Galileo, che non fa fatica a mettere dentro il raddoppio. La seconda frazione si apre con la squadra di casa, in costante possesso di palla ed alla continua ricerca del goal. Al 5' Fumarola salta Dokkali e mette dentro con un perfetto diagonale. Pochi minuti dopo Natuzzi serve Rizzo, che all'esordio sigla il goal del 4 a 0. Marconesi in netto controllo della partita, spadroneggiano annullando gli avversari. Oltrepassato il quarto d'ora, Iannuzziello inventa per Fumarola, che evita l'off side e batte Salatti. Poco dopo è ancora Fumagol ad andare a segno, per la tripletta personale. Prima del triplice fischio, c'è spazio per la seconda rete di Galileo, che porta il punteggio sul 7 a 0 finale. Una goleada, come non se ne vedevano da tempo, quella di lunedì scorso. La Juniores dell'Aurora Marconia, annulla la concorrenza e si candida ad un campionato di vertice.”In collaborazione con mister Danza- afferma D'Onofrio – giostrerò al meglio il minutaggio dei ragazzi, per i quali è chiaramente prioritario il campionato di Eccellenza. Noi però – conclude D'Onofrio – proveremo a disputare un campionato di vertice e già dalla prossima misureremo la nostra forza contro il Real Metapontino”

Tabellino

Aurora Marconia: Laviola, Belmonte, Tucci(1’ st Natuzzi), Rizzo, Moro, Iannuzziello, Di Biase, Sportelli(20’ st Suglia), Ricchiuti, Fumarola, Galileo;

All.: D’Onofrio;

Ferrandina: C. Salatti, Dokkali(19’ st Sassi), Roberto, Galtieri, R. Salatti, Di Gioia, P. Latronico(31’ st G. Marsilio), Marsilio, Continanza, Galgano, M. Latronico;

All.: Stigliano;

Marcatori: Fumarola 5' st,17' st e 34' st, Galileo 28' pt e Sportelli 9' pt, 8' Rizzo;

Note

Recuperi:1' pt, 2' st;
Spettatori: 50 circa;

su La Nuova del sud del 16/11/2012

Mario Quinto

Aurora Marconia fuori dalla Coppa. Capece:"Usciamo a testa alta e ci concentriamo sul campionato"



Termina a reti bianche il match tra Aurora Marconia e GR Valdiano, valevole per il ritorno dei quarti di finale della Coppa Italia Lucana. L’andata si era conclusa per 3 reti a 0 a favore della GR Valdiano, che tra le mura amiche aveva già dato l’impressione di non snobbare affatto la competizione. Dunque, nella gara 2, disputata ieri al Comunale di Marconia i valdianesi, sono riusciti a mantenere i 3 goal di vantaggio, superando agevolmente il turno. La partita nel complesso è stata piacevole, nonostante nessuna delle due formazioni sia riuscita ad andare in rete. Primi giri d’orologio con la squadra di casa in fase offensiva. Tucci dalla distanza prova con un terra aria, che però si spegne sui cartelloni pubblicitari. Poco dopo è il Valdiano a portarsi in avanti, con Pascuzzo che dal limite dell’area becca in pieno la traversa. Guarino da buon geometra gestisce bene il centrocampo ed il nuovo acquisto Lippolis inquadra la fase difensiva, obliterando ogni attacco avversario. Cosi nel secondo tempo, la partita perde tonalità. Poche ed irrilevanti le occasioni registrate nella ripresa. L’Aurora Marconia continua ad attaccare, ma lo fa in modo sporadico. La testa dei calciatori è quasi totalmente concentrata al campionato. Al termine della disputa, il Presidente Capece a La Nuova ha dichiarato – “Sono fiero del risultato, ottenuto da ragazzi. Nonostante l’uscita dalla competizione. Possiamo consolarci pensando di essere arrivati tra le prime 8. Ora non resta che concentrarci sul campionato, il cammino è lungo e noi abbiamo in mente di agguantare la salvezza il più presto possibile”. Fermezza e decisione nelle dichiarazioni del primo tifoso dell’Aurora Marconia, che al termine della mini intervista ha voluto rendere un plauso ai ragazzi della Juniores, che lunedì hanno ottenuto un ottima vittoria, battendo i rivali del Ferrandina.

Tabellino

Aurora Marconia: Lattanzi, Tucci, Castrignanò, Guarino( 12’ st De Nittis), Lippolis, Adorisio, Natuzzi, Sportelli, Agneta(23’ st Galileo), Verri, Iannuz( 1’ st Fumarola);

A disp.: Laviola, Ricchiuti, Di Biase, Moro;

All.:Danza;

GR Valdiano: Gallone, De Filippo, Scutumella, Iodice, Malito, Letto, Puoli, Pascuzzo, Salamone, Criscito, Marchesano;

A disp.: Morello, Morena, Sassone, De Franco, Vizzuso;

All.: Masullo;

Note

Recuperi: 1’ pt, 2’ st;
Spettatori: 50 circa;
su La Nuova del sud del 15/11/2011

Mario Quinto

mercoledì 14 novembre 2012

La Pol. C.S. Pisticci con il minimo scarto sul San Mauro Forte. Quanto basta per mantenere la testa della classifica.


La Pol.C.S. Pisticci non splende, ma concretizza incamerando la seconda vittoria consecutiva a discapito del San Mauro Forte. 2 a 1 il punteggio riassuntivo di un match che i padroni di casa hanno sempre tenuto sotto stretto monitoraggio. Il team di mister Masiello, ha improntato la gara sull’incisività, cercando di pungere quanto prima per mettere subito in cassa forte il risultato. Così, però non è stato. Gli ospiti si sono dimostrati tosti, riuscendo a volte per capacità a volte per fortuna a sventare quasi tutte le minacce pisticcesi. Però, mister Nicola Masiello, che “qualcosa” di calcio a 5 ne sa, non si è scomposto, continuando imperterrito a perseguire la tattica delle sostituzioni in blocco. Il goal che sblocca gli indugi arriva al 17’, grazie ad una pertinace azione condotta da el mini tanque Michele Scattino. Dopo 5’ i gialloblè vanno subito al raddoppio, che giunge grazie ad una bella realizzazione di Benedetto. Prima dell’half time ci prova Di Trani, che però non inquadra lo specchio della porta. Nella ripresa i padroni di casa, sono costretti a subire il ritorno del San Mauro. Ad inizio secondo tempo, ci prova Coscarella, ma l’estremo difensore Di Lena fa buona guardia. Dopo la sfuriata avversaria, il Pisticci torna a macinare gioco e a disegnare geometrie, senza però finalizzare. A metà ripresa un apparentemente innocua occasione si trasforma in oro colato per Valluzzi che realizza il 2 a 1. La retroguardia pisticcese, però gestisce al meglio fino al termine portando a casa la vittoria. Il triplice fischio decreta il successo pisticcese, che si conferma prima in classifica in coabitazione con le coinquiline Perticara e Depor. Salandra.

Tabellino

Pol C.S Pisticci: Di Lena, Barbalinardo, D’Alessandro, Scattino, Di Trani, Masiello, D’Onofrio, Settembrino, Laviola, Benedetto, Pisapia, R. D’Onofrio;

All.: Masiello;

San Mauro Forte: Mita, Bubbico, Laviero, Tricarico, Coscarella; Valluzzi, Greco, Ambrico, Deufemia, Ambrico, Tremamondo, Magnante;

All: Lamagna A;

Arbitro: Losavio

Reti: Scattino (P), Benedetto (P), Vannuzzi (SMF)

Note

Recuperi: 1’ pt, 3’ st;
Spettatori: 60 circa;

su La Nuova del sud del 14/11/2012

Mario Quinto


Deportivo Salandra a valanga sul Nemus. La sfera di gioco va ad Angelastro autore di una tripletta.


Nella seconda giornata della serie D di calcio a 5, il Deportivo Salandra rapina il campo del Nemus, vincendo per 6 reti a 1. Nonostante le assenze di A. Lavecchia, De Luca, Pace, Lorito e Grillo, la squadra di mister Rondinone ha ben figurato portando a casa 3 preziosissimi punti. A dispetto di ciò che si potrebbe pensare, guardando il risultato finale, il match si è messo fin da subito in salita per i salandresi. Al quarto d’ora, infatti, è Lattuga a mettere dentro il vantaggio Nemus, direttamente da calcio di punizione. Sull’altro fronte, gli ospiti si intestardiscono nel cercare la via del pareggio, ma in molte occasioni falliscono sottoporta. Bisogna attendere quasi lo scadere della prima frazione per vedere la rete del pareggio, con Angelastro che mette dentro da fuori area. Nell’intervallo mister Rondinone prende subito le misure e sprona i suoi, suggerendo alcune mosse per fare meglio. Alla ripresa del gioco, è subito il Salandra a prendere in mano la partita. Già dopo 3’ Angelastro sigla il vantaggio seguito a ruota da Tantone, che porta il parziale sull’1 a 3. Il Nemus fatica a respirare, ritrovandosi impossibilitato a svolgere la fase offensiva. Angelastro fa tripletta ed il piccolo Petragallo mette dentro la sua seconda marcatura stagionale, confermando le sue ottime doti. Quasi al termine, l’estremo difensore salandrese Messina, si traveste da Andrea Pirlo e mette sui piedi di Puzzutiello una palla d’oro, che quest’ultimo trasforma nel goal dell’1 a 6 finale. Vittoria rilevante quella conquistata dal Deportivo, che vede le sue ambizioni crescere partita dopo partita.

Tabellino

Nemus:V. Summa, Rocco, L. Summa, Filardi, R. Lombardi, Ferraiuoli, Gugliotti, D’Errico, Curzio, Fittipaldi, U. Lombardi, Lattuga;

Deportivo Salandra: Messina, Atlante, Angelastro, Petragallo, Tantone, Lamarra, G. Lavecchia, Zizzamia, Puzzutiello;

Arbitro: De Luca;

Marcatori: Angelastro (3), Tantone, Petragallo, Puzzutiello (DS), Lattuga (N);

Ammoniti: Angelastro (DS);


Note

Recuperi: 1’ pt, 2’ st;
Spettatori: 60 circa;

su La Nuova del sud del 14/11/2012

Mario Quinto  

martedì 13 novembre 2012

Allievi Regionali:Virtus Re Leone ammazza capolista. Il team di Iannella batte la GR Valdiano


La Virtus Re Leone sbaraglia la capolista GR Valdiano imponendosi per 2 reti a 1. Nei primi minuti di gara gli ospiti mettono in mostra una grande capacità di palleggio, impadronendosi del rettangolo di gioco. Al 10’ ghiotta occasione per Sassone che calcia da fuori ma trova la pronta opposizione di De Capua. Ma quando per il Valdiano il goal sembra nell’aria, la squadra di casa si sveglia. Larossa scambia con Lopatriello, che si invola sulla fascia ma viene atterrato. Dal calcio di punizione conseguente, lo stesso Lopatriello mette al centro un cross preciso per l’accorrente Rondinone, il quale di testa sblocca il risultato. Vantaggio per il leoncini, dunque, che di rimessa riescono a purgare la capolista. La GR Valdiano torna sul fronte d’attacco. Al 33’ da un corner scaturisce un parapiglia in area. La difesa policorese si disimpegna male, favorendo l’inserimento di Menta, che in sospetta posizione di off side pareggia beffando Di Capua.
Nonostante le proteste policoresi, l’arbitro convalida. Nel secondo tempo, nonostante giochi con l’uomo in meno per l’espulsione di Stamerra, la Virtus Re Leone riesce a mantenere bene il campo. La partita si accende, con occasioni su entrambi i fronti. Al quarto d’ora Menta cerca la doppietta personale, ma il suo tiro ad effetto termina sul fondo. Dopo una dozzina di minuti, bomber Rondinone decide di recitare in monologo. L’attaccante marconese, arpiona una palla sulla trequarti, in corsa verso la porta avversaria salta mezza difesa valdianese e calcia una sassata che si spegne li dove abitano i ragni, sotto il sette. Un goal pazzesco quello del giovane attaccante, che consacra il ritorno alla vittoria per la Virtus Re Leone. Con quest’affermazione la squadra di Iannella, scaccia gli incubi della sconfitta contro l’Invicta e dell’unico punto conquistato nelle ultime 3 gare, dimostrando di poter costituire una pedina importante dello scacchiere di questo campionato.

Tabellino

Virtus Re Leone: De Capua, Stamerra, Larossa, Di Matteo, Fuina, Giordano, Simone, Torraco, Rondinone, Vinci, Lopatriello;

A disp.: Morando, Vena, Valluzzi, Quinto, Corrado;

All.: Iannella;

GR Valdiano: Zaina, Angri, Rubino, De Angelis, Finizola, Sassone, Menta, Fornino, Ametrano, Dede, Menta;

A disp.: Siano, Pellegrino, D’Alvano, Costantin, Calicchio, Lapenta, Olivero;

Arbitro: Rubolino;

Marcatori: Rondinone 19’ pt, 31’ st(VRL), Menta 33’ pt (GRV);

Espulso: Stamerra doppia ammonizione;

Note

Recuperi: 2’ pt, 4’ st;
Spettatori: 100 circa;

su La Nuova del sud del 13/11/2012

Mario Quinto

giovedì 8 novembre 2012

Calcio a 5: Esordio dolce per il Deportivo Salandra. Al Palasaponara battuto il Gorgoglione.

Depor.Salandra al completo
A. Lavecchia in azione

L'atto primo della regoular season serie D di calcio a 5, edizione 2012/2013, va benissimo al Deportivo Salandra, che infligge un sonoro 6 a 0 agli ospiti del Gorgoglione. Fin dai primi minuti, la squadra di casa ostenta belle trame, impadronendosi del rettangolo di gioco. Il primo goal stagionale per il Deportivo lo sigla il pisticcese Giuseppe Lavecchia, che lesto come un rapace, ruba una palla vagante e sblocca il risultato. Pochi istanti dopo è ancora lui a raddoppiare approfittando di una distrazione difensiva. Dopo numerosi tentativi non andati a rete, Tantone di forza sigla il goal del triplo vantaggio salandrese, sfruttando un prodigioso assist di Antonio Lavecchia. Quasi allo scadere della prima frazione, fa il suo esordio l'appena quindicenne Petragallo, che alla prima occasione va in goal, approfittando di una indecisione difensiva degli ospiti. Nella ripresa è sempre la squadra di casa ad avere in mano il pallino del gioco. Al 5' Tantone offre una palla invitante ad Antonio Lavecchia, il quale con poche difficoltà infila la rete del 5 a 0, dedicando la marcatura al compagno di squadra neo papà Mario Pace. A metà secondo tempo, Tantone si inventa una scucchiaiata fenomenale che supera Berardi e porta il risultato al 6 a 0 finale. A dir poco ottimo l'esordio del Depor di Salandra, che ha espresso buonissime trame di gioco, ostentando non indifferenti capacità anche nella fase difensiva.

Tabellino

Depor. Salandra: De Luca, Atlante, Angelastro, D'alessandro, Petragallo, Tantone, G. Lavecchia, A. Lavecchia, Lamarra, Zizzamia, Grillo, Messina;

All.: Rondinone;

Gorgoglione: Giu. Berardi, Gio. Berardi, E. Bonamassa, Bruno, Ciucci, F. Gagliardi, G. Gagliardi, Maffei, Abbondanza, Giu. II Berardi;

Marcatori: G. Lavecchia (2), Tantone (2), A. Lavecchia, Petragallo;

Note

Recuperi: 1' pt, 2' st;

Spettatori: 120 circa;

su La Nuova del sud del 07/11/2012

Mario Quinto

Calcio a 5: Il Pisticci seziona il Sanbrema Maratea.

Mister Nicola Masiello

La Polisportiva C. S. Pisticci, dopo i fasti della serie D, quest'anno per via della crisi congiunturale che ha colpito un po' tutti i settori ha deciso di ripartire dalla serie D di calcio a 5. Questo ovviamente, al fine di mantenere vivo il titolo. Il team pisticcese, affidato alle sapienti mani di Nicola Masiello, ex allenatore in seconda dello Scanzano di serie B, ha disputato sabato scorso la prima gara ufficiale. In quel di Maratea, i ragazzi pisticcesi hanno ottenuto una splendida vittoria condita da un tondo risultato. Nove reti a zero, il finale di una gara quasi a senso unico. Quasi, perchè la prima parte di gara si è conclusa solo 0 a 1. A creare grattacapi agli uomini di Masiello ad inizio gara, non sono stati gli avversari, come si potrebbe immaginare, ma la troppa impazienza sotto porta. Solo allo scadere della prima frazione infatti, Michele Scattino trova la via del goal, che sblocca il risultato. La ripresa si apre con i padroni di casa in leggera ripresa. Ma Barbalinardo e company reggono bene in fase difensiva sventando ogni minaccia. Trascorsi i minuti necessari allo sfogo del Maratea, in men che non si dica, il Pisticci decolla. Siamo al 9' quando si è già potuto assistere ad una fulminea doppietta di Di Trani, che in entrambe le occasioni taglia la difesa ed infila in rete. Si aggiungono alla lista della marcature poi, Barbalinardo che conclude una bella azione corale e Benedetto bravo ad approfittare di una distrazione difensiva. Intorno alla metà della ripresa vanno nuovamente in goal Benedetto e Di Trani. Sul finire, invece sale in cattedra Settembrino che da buon giocoliere, delizia con i suoi dribbling assurdi e va due volte in rete, portando il risultato sul 0 a 9 finale. Bellissima la vittoria ottenuta dal Pisticci, che inaugura al meglio la stagione 2012/2013, fornendo ottimi segnali su quale sia l'obiettivo societario. Del resto con gente come Di Trani, Scattino, Di Lena e Settembrino sognare è lecito.


Tabellino

Sanbrema Maratea: Giffuni, Lammoglia, Fusco, Torino, Schettino, Annuzzo, Oliva, Latella;

All: Esposito 

Pol C.S. Pisticci: David, Barbalinardo, D’Alessandro, Scattino, Di Trani, Masiello, D’Onofrio, Settembrino, Benedetto, Di Lena;

All.: Masiello;

Arbitro: Domenighini Gioia;

Marcatori: Di Trani (3), Benedetto, Settembrino (2), Barbalinardo, Scattino;

su La Nuova del sud del 07/11/2012

Mario Quinto

martedì 6 novembre 2012

Un'ottima Virtus Re Leone non va oltre il pari contro l'Invicta Matera. 0 a 0 il risultato finale.


Pareggio senza reti, nella quarta giornata del campionato di Giovanissimi Regionali, tra Virtus Re Leone e Invicta Matera. La gara giocata allo stadio Rocco Perriello di Policoro avrebbe potuto decretare quale delle due compagini potesse costituire una vera e propria insidia alla capolista Asso Potenza. Cosi, però non è stato. Alla fine è prevalsa la paura di perdere. Nonostante ciò la gara ha offerto tratti emozionanti. Ai primi giri d'orologio, ad impadronirsi del rettangolo di gioco è la squadra di casa. Al primo affondo infatti Clementelli sfodera un bel tiro, che però funge solo da scaldaguanti per Calabrese. Pochi minuti e dall'altro lato Casamassima dopo essersi smarcato calcia in porta di prima intenzione, ma la palla si perde sui tabelloni pubblicitari. Agli sgoccioli della prima frazione Stigliano serve una gran palla a Suglia, il quale dai 20 metri lascia partire un bolide, che sfiora la traversa. Ritornati in campo dopo l'half time, gli uomini di Iannella continuano a spingere il piede sull'acceleratore. La Rocca ci prova da calcio piazzato, ma il velenoso tiro accarezza solo il palo. Capitan La Rocca giostra ottimamente i suoi, non permettendo in special modo nel secondo tempo, all'Invicta di affacciarsi sulla trequarti campo. Dunque, la saracinesca installata dalla compagine policorese, funge da scudo in fase difensiva, ma anche da propellente all'imbastimento della manovra offensiva. Purtroppo però, piccole mancanze ed episodi sfortunati non permettono ai leoncini di sbloccare il risultato. Dunque, a questo giro la Virtus Re Leone deve accontentarsi di un amaro pari. Al termine dei 90' il DS Larossa, che ha dovuto incitare i suoi dagli spalti data la squalifica, si è congratulato con tutti, esternando sincere felicitazioni per il lavoro profuso oggi in campo.

Tabellino

Virtus Re Leone: Marta, Zangaro, Fiorenza, La Rocca, D. Santarcangelo, Grieco, Stigliano, A. Santarcangelo, Torraco, Suglia, Clementelli;

A disp.: Maffei, G. Marta, Minetola, Donadio, Cisterna, Arone;

All.: Iannella;

Invicta Matera: Calabrese, Rondinone, Di Giulio, Ferrante, De Palma, Francalvieri, Taccardi, Grasso, Casamassima, Chito, Rizzi;

A disp.: Valle, Innella, Provenza, Dicuia, Dilelle, Petronella;

Arbitro: Grieco di Bernalda;
Note

Recuperi: 1' pt, 3' st;

Spettatori: 80 circa;

su la Nuova del sud del 06/11/2012

Mario Quinto  

Pareggio con poche emozioni e nessuna rete tra Marconia e Tursi


Il match tra le due Aurora dell' Eccellenza lucana termina a reti bianche. L'Aurora Marconia era chiamato alla vittoria, e sarebbe stata anche meritata, perchè di occasioni la squadra di Danza ne ha avute. Nella prima parte di gara si annovera la santissima noia. Pochi spunti e molta lotta fisica. L'Aurora Marconia si affaccia dalle parti di Tesone, solo al 19' con Agneta che angola il tiro, ma la palla si perde sul fondo. Ineccepibile il reparto difensivo del team di casa, che seppur orfano di Cati, è riuscito a gestire bene le offensive avversarie. Dunque, se nella prima parte di gara le occasioni dell'Aurora Marconia si contano sulle dita di una mano, quelle degli ospiti sono equiparabili al nulla. Solo nella ripresa la gara prende leggermente colore. Agli sbadigli si sostituisce un delizioso dormiveglia. Al 51' Sportelli si incespica e perde palla in zona pericolosa. Fanelli la recupera e lancia Bruno, il quale entra in area ma si lascia ipnotizzare da Lattanzi, lesto in uscita. Alcuni minuti più tardi, Guarino da calcio piazzato pesca Moscara che arpiona la palla e calcia in porta, ma trova la pronta opposizione di Tesone. A metà ripresa Agneta resuscita dai meandri della difesa tursitana e riesce a liberarsi per il tiro, che però diviene facile preda del portiere ospite. Pochi istanti dopo, è ancora Agneta a creare grattacapi all'Aurora Tursi. Lanciato da Guarino l'attaccante marconese, taglia verso la porta avversaria, ma invece di calciare di prima intenzione si perde in un dribbling di troppo. Negli ultimi scampoli di gara, il Tursi rinuncia alla fase offensiva, rintanandosi nella propria metà campo. Allo scadere Moscara ha una ghiotta occasione per sbloccare il risultato, ma perde l'attimo e la palla sfila sul fondo. Finisce in pari, dunque, la gara tra Aurora Marconia e Aurora Tursi. I padroni di casa, dovevano e hanno fatto, almeno in parte la partita. Però, nel calcio bisogna buttarla dentro e quello che è mancato oggi al Marconia è stato proprio il goal.

Tabellino

Aurora Marconia: Lattanzi, Tucci, Castignanò, Sportelli, Centrone, Iannuzziello(10' st Moscara), Motti(18' st De Nittis), Guarino, Agneta, Verri, Galileo(38' st Fumarola);

A disp.: laviola, Ricchiuti, Belmonte, Adorisio;

All.:Danza;

Aurora Tursi: Tesone, Amendolara, D'alessandro, Giannini, Marra, Nicoletti, D'Oronzio, Di Donato, Montano(24' st Faillace), Fanelli(45' st Rubolino), Bruno;

A disp.:Gulfo, Adduci, Sorgente, Erdogmus, Manfredelli;

All.:Viola;

Arbitro: C.a.i. (Albano-Spagna)

Note

Recuperi: 1' pt, 2' st;

Spettatori: 200 circa;

su La Nuova del sud del 06/11/2012

Mario Quinto