mercoledì 23 gennaio 2013

Il Depor di Salandra torna a vincere. Al Palasaponara battuto con affanno il Futura Matera.


Dopo il tonfo contro il Guardia Perticara, il Deportivo Salandra torna a gioire, conquistando 3 preziosissimi punti in casa con il Futura Matera.
La disputa è subito difficile per il Depor, che già al 7’ è costretto ad inseguire. Bellacicco sfrutta una distrazione difensiva e porta in vantaggio il Matera. Solo al 22’ Tantone mette i conti in pari sfruttando un bel passaggio di Puzzutiello. Pochi minuti dopo però, Bellacicco mette alle spalle di De Luca altre 2 reti, che portano le squadre al riposo sull’1 a 3. Mister Rondinone scuote i suoi e nella seconda frazione i risultati sono evidenti. Il baby Petragallo accorcia le distanze grazie alla perfetta assistenza di Pace e Tantone da calcio piazzato porta il risultato sul 3 a 3. Lo score rimane stabile per oltre 10’, fino a quando Puzzutiello scaglia una bomba che s’insacca sotto la traversa. Il vantaggio biancoblu viene rimpinguato da Tantone che direttamente da tiro libero insacca la rete del 5 a 3. Nel finale il Matera va in forcing, non riuscendo a trovare il pareggio, capitalizzando una sola occasione con Casamassima va in goal per il definitivo 5 a 4. Vittoria importante quella conquistata al Palasaponara dal Deportivo Salandra, dopo un primo tempo opaco.
Nonostante il team di Rondinone non abbia disputato una gara da ricordare è riuscita a portare a casa l’intera posta, dimostrando dunque di avere larghi margini di maturazione.

Tabellino

Deportivo Salandra: Messina, Atlante, D’Alessandro, Petragallo, Tantone, G. lavecchia, Pace, Zizzamia, Grillo, Puzzutiello, De Luca;
All.: Rondinone;

Futura Matera: Logiudice, Pisciotta, Bellacicco, Casamassima, Fontana, Festa, Morelli, Tataranni, Tolentino, Calbi;
All.: Lamacchia;

Arbitro: Tedesco di Matera;
Marcatori: Bellacicco 3, Casamassima (FM), Tantone 3, Petragallo, Puzzutiello(DS);

Note
Recuperi: 1’ pr, 3’ st;
Spettatori: 250 circa;

 su La Nuova del sud del 23/01/2013
Mario Quinto

Nessun commento:

Posta un commento