giovedì 14 febbraio 2013

Assegnati i premi "Lucani Insigni". La cerimonia si svolgerà il 9 Marzo a Potenza.

L'attore Rocco Papaleo premiato nel 2010
La commissione che aveva il compito di vagliare le candidature presentate per il Premio “Lucani Insigni 2012” ha concluso ieri i suoi lavori decidendo di assegnare il riconoscimento a sei personalità che si sono distinte per meriti raggiunti in campo sociale, scientifico, artistico e letterario, oltre che nella diffusione e nella conoscenza dell’identità lucana. Dei vincitori sono in seguito menzionate i meriti e le attività:
Don Ferdinando Castriotti 
è originario di Venosa, dove è nato nel 1969. Laureato in Filosofia e Teologia, svolge un’intensa attività di evangelizzazione in Honduras, dove si dedica a realizzare opere concrete di vicinanza alla popolazione povera.
Achille Patrizio Caputi
, originario di San Fele, è un medico ed è professore ordinario di Farmacologia all’Università di Messina ed ex presidente della Società italiana di Farmacologia. 
Bruno Mario Albano 
è il vicepresidente del Comitato Unpli Basilicata. Presidente della Proloco di Pignola, è stato insignito dall’Unpli nazionale del titolo di “Uomo Simbolo delle Pro-Loco d’Italia”.
Antonio Preziosi
, originario di Policoro, è il direttore di Radio Uno e del Giornale radio Rai e direttore ad interim della testata “Gr Parlamento”. E’ stato nominato Consultore del Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali da Papa Benedetto XVI ed è Professore presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università Pontificia Salesiana di Roma.
Ottavio Galella
, ingegnere originario di Muro Lucano esperto di management del traffico, vive a Montreal, in Canada. Inventore, con brevetto Usa e Canada, di un semaforo per daltonici. In collaborazione con la Regione Basilicata, ha organizzato e eventi culturali, come la mostra nord-americana dei dipinti di Carlo Levi, la mostra delle madonne lignee lucane al World Trade Centre di Montreal. 
Gesualdo Scutari
, originario di Chiaromonte dove è nato nel 1975, ingegnere elettronico e professore presso l’università di New York, sede di Buffalo. E’ uno dei più grandi esperti mondiali di “Telecomunicazioni, Ottimizzazione e Teoria dei Giochi”.


La commissione ha inoltre deciso di conferire una onoreficenza a sette lucani che si sono adoperati per la diffusione e la conoscenza dell’identità regionale. Si tratta del giornalista del settimanale Panorama Giovanni Fasanella (originario di San Fele, autore di libri e inchieste sul caso Moro, sceneggiatore ed autore di cinema e tv); dell’operatore culturale Gabriele Scarcia (originario di Miglionico, autore di numerose pubblicazioni sull’arte della Basilicata); del vescovo di Huacho (Perù) Mons. Antonio Santarsiero (nato ad Avigliano, famoso per il suo impegno verso i giovani e le popolazioni povere delle regioni peruviane); del giornalistaDomenico Notarangelo (pugliese d’origine e lucano d’adozione, da molti anni residente a Matera, autore di numerose pubblicazioni, ha collaborato con Pasolini e Rosi realizzando un archivio fotografico recentemente dichiarato di interesse nazionale); del pittore, scultore e maestro di presepi Franco Artese (di Grassano, ha realizzato presepi esposti a New York, Washington, Assisi, Betlemme e, recentemente, in piazza San Pietro); del luogotenente dei carabinieri Giovanni Soldano (originario di Venosa che opera attualmente a Padova, impegnato nella lotta al terrorismo e alla criminalità organizzata, insignito del titolo di cavaliere dell’ordine al merito della Repubblica); della ricercatrice in antropologia Ilaria D’Auria(materana che opera in Belgio, una delle creatrici dell’idea della candidatura di Matera a capitale europea della cultura 2019).
La cerimonia di consegna dei riconoscimenti avrà luogo il 9 marzo, alle ore 19,00, nella sala del Consiglio provinciale di Potenza, nell’ambito dell’assemblea annuale dei lucani nel mondo, e sarà preceduta dalla presentazione del “Dizionario dei Lucani” di Angelo Lucano Larotonda.

Nessun commento:

Posta un commento