mercoledì 20 febbraio 2013

Calcio a 5: Il Depor Salandra consolida il terzo posto. Alle porte impegni proibitivi.


Una formazione del Deportivo Salandra
A. Lavecchia in azione
Trasferta vittoriosa per il Deportivo Salandra, che rifila 4 sberle al Gorgoglione ed incamera 3 importantissimi punti. La gara disputatasi Domenica scorsa in mattinata, ha visto il costante predominio del Depor, che solo a causa di alcune vicissitudini, non è riuscito a dilagare nel risultato. Il risultato si sblocca solo a metà primo tempo, quando Mario Pace va in rete, giovando di un pregevole assist di D’Alessandro. Dopo pochi minuti, però, il Gorgoglione trova il pari sfruttando un incredibile malinteso tra De Luca e Giuseppe Lavecchia. Quasi allo scadere della prima frazione, il Salandra trova il nuovo vantaggio. La manovra salandrese è precisa e pulita. Pace recupera palla ed innesca il contropiede, che viene concluso dall’esperto Antonio Lavecchia, il quale nel tentativo di servire il ben appostato Giuseppe Lavecchia, trova la deviazione involontaria in rete di un avversario. Nella ripresa, il Salandra va in forcing. L’ossessivo attacco dei biancoblù, si concretizza solo al 13’ quando, su una punizione di Angelastro deviata dalla barriera, Giuseppe Lavecchia si fa trovare ben appostato per ribadire in rete, siglando il 3 a 1 parziale. Intorno al 20’ della ripresa, D’Alessandro si riconferma assist-man, regalando a Giuseppe Lavecchia la palla per il 4 a 1 finale in favore del Salandra. La formazione di mister Rondinone, con questa vittoria riesce a confermare saldamente la terza posizione, mantenendo alto il morale intorno alla squadra, in vista delle prossime gare impegnative.

Tabellino

Gorgoglione: Giu. Berardi, D. Bruno, I. Bruno, Viola, Mazzei, Pica, F. Gagliardi, G. Gagliardi, Gio. Berardi, Ciucci;

Deportivo Salandra: De Luca, Angelastro, A. Lavecchia, G. Lavecchia, Pace, D’Alessandro, Tantone, Atlante, Grillo, Lamarra, Zizzamia, Petragallo, Messina;
All.: Rondinone;

Arbitro: Sacco di Matera;

Marcatori: Pace, A. Lavecchia, G. Lavecchia (2);

su La Nuova del sud del 20/02/2013

Mario Quinto

Nessun commento:

Posta un commento