martedì 26 febbraio 2013

La favola del "neo Onorevole" di Sel Giovanni Barozzino.

Molto curiosa e probabilmente anche poco nota è la storia recente, del neo Senatore della Repubblica Giovanni Barozzino. Ormai ex operai Fiat, in tre anni è passato dalle battaglie giudiziarie contro la nota azienda torinese a divenire parlamentare. La vicenda giudiziaria che l'ha visto protagonista con altri due suoi ex colleghi, si è verificata nel lontano 2010, quando le tre tute blu furono licenziate dalla Fiat con l'accusa di aver intralciato alcuni processi lavorativi durante uno sciopero. I tre presentarono prontamente ricorso d'urgenza al tribunale che condanno l'azienda per comportamento antisindacale. La Fiat però pur riconoscendo loro lo stipendio, non gli permise di rientrare in fabbrica, presentando poco dopo a sua volta ricorso, e dopo un anno di istruttoria e 26 testimonianze ascoltate, la Fiat ne uscì con ragione. Dunque l'ex operaio dello stabilimento Fiat di Melfi candidato al Senato nelle liste lucane di Sel, passa dalla produzione della Punto agli scranni di Palazzo Madama, dopo essere stato licenziato dall'azienda torinese nel 2010, e poi reintegrato dal giudice del lavoro, ma mai riammesso in fabbrica. L'ex delegato della Fiom si è detto emozionatissimo per questa ''nuova esperienza di vita''.

Nessun commento:

Posta un commento