venerdì 26 aprile 2013

Rimborsi illeciti: Vito De Filippo sulla possibilità di coinvolgimento sulla lista indagati.

"Apprendo a mezzo stampa di ipotesi che potrebbero riguardarmi e, pur nell'attesa di saperne di più, apprezzo la precisione con cui si marca la linea tra ipotesi di gestioni odiose e la possibilità di errori materiali. Non farlo, del resto, significherebbe non aver capito nulla di ciò di cui si parla o che nella foga comunicativa del tutti colpevoli, che porterebbe a un tutti innocenti, parta la corsa ad allargare la rosa delle responsabilità". Lo dichiara il presidente della Regione Vito De Filippo.
"A quanto leggo dai giornali, non avendo alcun altro elemento - prosegue De Filippo - le anomalie sulla mia posizione riguarderebbero un uso eccessivo di francobolli, ma comunque per somme contenute e nell'arco di più anni. Sarebbe facile chiamare in soccorso le centinaia di lucani e non che ricevono mia corrispondenza, ma reputo inutile farlo perché se davvero si vuol pensare che un Presidente di Regione abbia tra i suoi compiti quello di contare i francobolli in uso alla sua segreteria, sicuramente siamo in una delle due ipotesi che ho descritto all'inizio".

Nessun commento:

Posta un commento