mercoledì 31 luglio 2013

Basilicata, Puglia e Calabria unite per lo sviluppo del turismo jonico.

Basilicata, Calabria e Puglia si mettono insieme per valorizzare la costa ionica affidando proprio alla Basilicata il compito di coordinare l’attività.
Un protocollo d’intesa interregionale con questi contenuti è stato sottoscritto oggi dalle tre Regioni (il vicepresidente lucano Marcello Pittella, il governatore calabrese, Giuseppe Scoppeliti e l’assessore pugliese Silvia Godelli) a conclusione di un lavoro portato avanti nei mesi scorsi anche ad opera del direttore generale del Dipartimento Attività Produttive della Regione, Michele Vita.
L’intesa prevede di promuovere lo sviluppo turistico e culturale dell’area costiera ionica delle tre regioni, compreso l’entroterra e le aree limitrofe. In particolare, dando atto che “Il Turismo rappresenta una delle più grandi sfide per lo sviluppo del Mezzogiorno”, il protocollo evidenzia come a fronte di forti potenzialità ancora non del tutto espresse di questa area “fare rete, stimolare l’integrazione della offerta, praticare un efficace coordinamento tra le Regioni è la strada maestra da seguire per fare del Sud dell’Italia, e di tanti territori del Sud, una destinazione turistica”.
Con la sottoscrizione dell’Intesa, le Regioni si impegnano a ricercare possibili finanziamenti per l’attuazione dell’intesa nell’ambito degli strumenti previsti dalla programmazione unitaria nazionale e regionale, compreso il nuovo ciclo di programmazione comunitaria 2014/2020 col dichiarato intento di “superare gli approcci frammentati che hanno caratterizzato finora le politiche di promozione e sostegno al settore turistico, specie quello balneare, diportistico e turistico-culturale e che hanno contribuito al permanere di una situazione complessivamente non competitiva rispetto ad altre destinazioni, sebbene non di pari ricchezza culturale e ambientale”.
Tra gli obiettivi, la destagionalizzazione del turismo, la cooperazione nella valorizzazione ambientale, culturale e turistica anche in forme di promozione che vadano oltre i confini nazionali, la promozione di servizi comuni e di comuni strategie di comunicazione anche su internet, senza dimenticare un opera comune tanto per potenziare le reti di accesso all’area che per qualificare l’offerta delle strutture turistiche.
Per dare attuazione a quanto stabilito, la Basilicata in particolare è stata individuata quale Regione capofila con funzioni di coordinamento e a tale scopo sarà costituito un comitato tecnico-consultivo misto.
“Con un lavoro congiunto tra le varie Regioni – ha commentato il vicepresidente Pittella – abbiamo dovuto prendere atto che non siamo più ai tempi dell’’ospitalità spontanea’, ma nemmeno di fronte a una vera e propria “industria della ospitalità” ed il necessario salto di qualità della zona non può che avvenire in modo unitario tra i territori divisi nelle tre regioni, anche perché la vastità dell’offerta è un elemento di forza e le scelte del mercato non conoscono i confini geografici ma i sistemi turistici. Ed è per questo – ha concluso – che con ogni probabilità questa zona, pur avendo emergenze naturali, culturali e paesaggistiche di certo non inferiori ad altre aree del centro nord, non è ancora riuscita ad eguagliarne le performance turistiche”.
“Mettiamo in campo un metodo di buona amministrazione al Sud – ha aggiunto il Presidente della Regione Basilicata, Vito De Filippo – che non potrà non portare in tempi brevi buoni frutti”.

venerdì 26 luglio 2013

"Un'altra Basilicata è possibile" il 3 Agosto a Marconia.

La rete di movimenti "Un'Altra Basilicata è Possibile" promuoverà un incontro aperto a Marconia il 3 agosto alle ore 18 presso la sala consigliare della Delegazione Comunale, per approfondire la proposta di contenuti di indirizzo e programmatici in vista delle elezioni regionali di novembre. "Un’Altra Basilicata è Possibile", inoltre, rende noto che parteciperà, a Potenza, il 7 agosto, all'incontro convocato da "Cittadini Protagonisti", nuovo movimento fondato per "lanciare la sfida al vecchio potere politico per cambiare e modernizzare la Basilicata", "che chiama - afferma "Un'Altra Basilicata è Possibile" - i movimenti e le associazioni lucane a presentare le proprie proposte".

mercoledì 24 luglio 2013

Molinari (Confapi) su accordo quadro per bonifica della Valbasento.

In merito all’Accordo di programma quadro per la bonifica della Val Basento, il presidente degli Edili di Confapi Matera, Michele Molinari, chiede al governo regionale che “nella redazione dei bandi relativi all’esecuzione delle lavorazioni previste, si tenga conto delle caratteristiche del sistema imprenditoriale locale, costituito totalmente da piccole e medie industrie che, quantunque di dimensioni contenute, tuttavia possiedono tutte le capacità tecniche ed economiche, nonché le professionalità idonee per assumere un ruolo da protagonisti e non da semplici subappaltatori o, peggio, spettatori”.
“In un periodo di grosse difficoltà in cui versa il tessuto imprenditoriale locale – aggiunge Molinari - la presenza di grossi gruppi di imprese con un posizionamento di privilegio penalizzerebbe le nostre aziende, impoverendole ulteriormente a discapito anche dei livelli occupazionali. Come Associazione di categoria – conclude - abbiamo il dovere di non lasciare le imprese lucane isolate ed esposte al rischio di soccombere o di adeguarsi all’illegalità per sopravvivere e, quindi, di incoraggiarle nell’agire etico e rispettoso delle regole”

Il docente Unibas ed astronomo Francesco Vespe alle regionali con il M5S.

 L'astronomo Francesco Vespe ha annunciato di volersi candidare alla carica di presidente della Regione Basilicata - nelle elezioni in programma il 17 e 18 novembre - con il Movimento 5 stelle. Vespe lavora all'Agenzia spaziale italiana e insegna fisica nell'Università della Basilicata: ha detto di voler ''concorrere a disegnare un nuovo modello di sviluppo sostenibile, rilancio turistico e agricolo'' per la Basilicata.

sabato 13 luglio 2013

Bonifica Val Basento e Tito Scalo: presentato a Pisticci accordo quadro.

Da una parte tutelare l’ambiente e dall’altra dare risposte occupazionali ai territori interessati dagli interventi di bonifica. Presentato dal presidente della Regione Basilicata, Vito De Filippo con delega all’Ambiente e dal direttore generale del Dipartimento, Donato Viggiano nella sede del Comune di Pisticci alle amministrazioni comunali interessate, ai rappresentanti delle due province e dei consorzi industriali, l’accordo di programma quadro sottoscritto lo scorso 19 giugno a Roma dalla Regione Basilicata, dal Ministero dello Sviluppo economico e dal Ministero dell’Ambiente per la caratterizzazione, la messa in sicurezza e bonifica delle acque di falda e dei suoli dei Siti di interesse nazionale (Sin) di Tito scalo e della Val Basento.
A disposizione oltre 46 milioni per 10 interventi di bonifica per entrambi i siti. Gli interventi, finanziati principalmente con il Fondo di sviluppo e Coesione, puntano a promuovere la riconversione industriale, la reindustrializzazione e la riqualificazione economica dei siti mediante azioni che consentano e favoriscano lo sviluppo di attività produttive ecosostenibili capaci di assicurare la valorizzazione delle forze lavorative dell’area. Sei progetti saranno avviati nella Val Basento, quattro nell’area industriale di Tito.
La bonifica nella Val Basento prevede il completamento dell’esecuzione della caratterizzazione dell’area ex pista Mattei (1,7 mln), il completamento della messa in sicurezza e bonifica acque di falda delle sole aree di competenza pubblica (10,8mln), la bonifica dei suoli delle aree pubbliche nonché di quelle agricole colpite da inquinamento indotto (3,2mln), il completamento della caratterizzazione delle acque superficiali e dei sedimenti dell’asta fluviale del fiume Basento, il completamento della progettazione degli interventi di Mise e la bonifica delle acque superficiali e dei sedimenti dell’asta fluviale del fiume Basento (1 milione). Poi ancora la realizzazione della messa in sicurezza e la bonifica delle acque superficiali e dei sedimenti dell’asta fluviale del fiume Basento (3 mln) e la progettazione e realizzazione degli interventi di messa in sicurezza e bonifica del sito ex Materit (3,7 mln).
“Dare risposte ai territori su temi sentiti come quelli della salute e della salubrità dell’ambiente circostante – ha spiegato il presidente De Filippo - è una priorità da cui la politica non può sottrarsi. L’auspicio è, che dopo gli interventi di bonifica, diverse realtà imprenditoriali possano essere maggiormente attirate ad investire in queste aree e dar vita a nuove attività produttive. Per garantire l’esecuzione degli interventi previsti dall’accordo e il rispetto del cronoprogramma fissato sono state inoltre semplificate le procedure amministrative per l’approvazione degli stessi interventi”.

domenica 7 luglio 2013

Al via la decima edizione di "ArgoJazz". Spicca Malika Ayane.

Ha avuto il via lo scorso 7 Luglio, la X edizione del Festival ArgoJazz, che per il 2013 si è tinto di rosa, per promuovere il connubio le donne e la musica.

Il festival giunto alla sua decima edizione - ricorda una nota dell'ufficio stampa - ruota intorno all'universo della musica jazz. Conferma, anche per quest'anno, la formula che abbina ottima musica d'autore alla fotografia, alla pittura, alla poesia, alla danza e alle eccellenze enogastronomiche locali.
La rassegna si inaugura con il premio “ArgoJazz Danza 2013” volto a scoprire e sostenere i giovani talenti del Sud Italia. Il premio “ArgoJazz Danza” è una vetrina coreografica per le scuole di danza di Puglia e Basilicata che si esibiranno nel teatro dell’Agave, all’interno dello scenario degli Argonauti Resort. 

venerdì 5 luglio 2013

Bandiera Verde per Marina di Pisticci. Spiagge a misura di bambino.

Anche per il 2013 viene assegnata a Marina di Pisticci la "Bandiera Verde", il riconoscimento ideato nel 2008 dal Prof. Italo Farnetani che ha condotto un'indagine fra un campione congruo, significativo ed eterogeneo di pediatri italiani per conto del mensile "OK la salute prima di tutto", il quale ha la direzione scientifica della Fondazione Umberto Veronesi. Si tratta di un riconoscimento annuale concesso alle località balneari che si distinguono per la presenza di spiagge con sabbia finissima, ampio arenile, ombrelloni distanziati, mare pulito con acqua bassa vicina alla riva, strutture ricettive non lontane dalle spiagge e pineta o macchia mediterranea nelle vicinanze per trovare rifugio dalla calura estiva. Sono diciannove le località indicate dai pediatri , tra queste figurano anche le spiagge della Marina di Pisticci, unica località della regione, che riconquista questo prestigioso riconoscimento nazionale. L'Amministrazione comunale intende coinvolgere gli stabilimenti balneari e le Associazioni di categoria al fine di dare adeguata visibilità ai principi di "Bandiera Verde", invitando gli stessi all'organizzazione di iniziative sportive, culturali e di intrattenimento che possano esaltare le peculiarità del nostro litorale pensando alla grande opportunità che si potrà cogliere da un punto di vista turistico e di promozione territoriale. Nel frattempo il Comune provvederà alla divulgazione di questo riconoscimento attraverso il sito istituzione del Comune e l'affissione di manifesti e l'esposizione di striscioni lungo la viabilità principale.

Ponte di Craco: la Provincia di Matera scrive all'Eni.

Il crollo del ponte di Craco ha visto giocare un ruolo importante ai mezzi delle società petrolifere. Per questo il presidente la provincia di Matera ha inviato una lettera al referente dell’Eni per il Mezzogiorno, Ruggero Gheller, e per conoscenza al presidente della Regione, Vito De Filippo.
“Come di certo saprà lo scorso 23 febbraio il ponte sulla ex ss 176 che collega Craco Peschiera a Pozzitello di Pisticci è crollato, fortunatamente senza provocare né morti né feriti. Un evento in qualche modo annunciato  - si legge nella nota - visto che negli anni il traffico dei mezzi pesanti ha compromesso pesantemente la tenuta complessiva dell’opera viaria indebolendola fino a decretarne il tracollo definitivo. È noto, infatti, come siano numerosi i tir e i camion che percorrono quotidianamente questo tratto viario, le cisterne che assicurano il trasporto dei rifiuti petroliferi provenienti dalla Val d’Agri hanno così nel tempo determinato una accelerazione del decadimento dell’arteria già all’origine poco idonea a sopportare tali importanti volumi di traffico.”
“La Provincia, nel frattempo, è dovuta intervenire – ha evidenziato l’assessore alle Infrastrutture, Angelo Garbellano - con una soluzione provvisoria costata già oltre 200 mila euro. Al fine di ripristinare l’infrastruttura viaria nel suo vecchio tracciato e consentire ai mezzi provenienti dalla Val D’Agri, al servizio delle vostre attività estrattive e a chi per voi, di continuare a percorrerla, occorre un intervento strutturale che questa Amministrazione ha già progettato (livello preliminare) e che prevede una spesa pari a euro 1 milione e 600 mila"

giovedì 4 luglio 2013

Studio Oikos incontra il Comitato Civico di Tinchi per Pisticci Zero Rifiuti

Il prossimo appuntamento con Pisticci Zero Rifiuti sarà a Tinchi, Venerdi 5 Luglio a partire dalle 20:00, presso i locali della Chiesa Madonna del Carmine.
Gli esperti di Studio Oikos incontreranno il Comitato Civico di Tinchi, di recente costituzione, per parlare di raccolta differenziata e delle corrette modalità della separazione dei rifiuti, primo di una serie di appuntamenti che vedranno coinvolte le macro utenze del territorio di Pisticci.
L'incontro ed il confronto diretto con i cittadini permettono una più capillare diffusione del messaggio, insegnando a riconoscere gli imballaggi da avviare a raccolta differenziata e sciogliere tutti i dubbi a partire dal luogo comune per il quale “non faccio la raccolta differenziata perchè poi va tutto insieme” , per la diffusione della cultura della sostenibilità e della salvaguardia ambientale.

L'incontro è aperto alla partecipazione di tutti coloro che desiderano parteciparvi.

Settimane C.E.C. con Legambiente, Anthos e Parrocchia S.G. Bosco. Campi estivi per bambini dai 6 ai 12 anni alla scoperta della natura.

Una volenterosa e proficua collaborazione tra la cooperativa Anthos di Marconia, il Circolo di Legambiente Pisticci e la Parrocchia S. G. Bosco consente di rispondere alla domanda del Comune di Pisticci, Ufficio Servizi Sociali, responsabile la dott.ssa Adele Esposito, di organizzare attività ricreative ed educative i figli delle famiglie residenti nel territorio comunale.
Le “Settimane C.E.C.” 2013, Campi Estivi per bambini e bambine dai 6 ai 12 anni, si svolgono in C.da Casinello, presso i locali della Parrocchia S.G. Bosco.
Sono organizzati in 6 turni di 5 giorni ciascuno, rispettivamente: dal 24 al 28 giugno, dal 1 al 5 luglio, dall'8 al 12 luglio, dal 15 al 19 luglio, dal 29 luglio al 2 agosto e dal 5 al 9 agosto.
Il filo conduttore delle settimane è “la Natura e gli elementi che la compongono: Aria Terra Acqua e Fuoco”. Un progetto dell’èquipe educativa della coopoerativa Anthos che assiste e accompagna con esperti educatori e animatori i bambini nelle diverse attività: laboratori creativi, laboratori di cucina cognitivo-sensoriali, laboratori sulle emozioni: come riconoscerle e comunicarle, il movimento e la meditazione per “sentire” la Natura e i suoi elementi, come la deturpiamo e cosa possiamo fare per preservarla.
Ogni martedi lo staff di Legambiente, persone motivate e competenti, accompagna i ragazzi alla scoperta dei Calanchi di Pisticci, dove possono conoscere la storia e le caratteristiche naturali delle particolari e maestose “dune di argilla”, toccandole con mano per scoprire come si modificano con l'interazione di acqua e vento, e conoscere i diversi venti che spirano nella zona secondo un percorso visivo e tattile.
E' stato inoltre rinnovato l’invito a fare la raccolta differenziata con il dono simbolico di una mini isola ecologica; puntualmente i ragazzi applicano la raccolta differenziata all'interno dei locali ospitanti grazie alle corrette informazioni acquisite prima a scuola, poi durante le attività in corso e con l'ausilio degli educatori.
Siamo convinti che le iniziative che il Comune di Pisticci, Ufficio Servizi Sociali, questa estate 2013, offre alla famiglia, e sono tante, siano autentica ed efficace prevenzione: contenimento dei fenomeni di coinvolgimento dei ragazzi in attività criminose, promozione della salute e del benessere della famiglia che abbassa i livelli di ansia e preoccupazione per come gestire i figlioli nel periodo estivo specie se impegnati a lavorare, promozione della salute dei ragazzi cosi detti "nativi digitali" che possono recuperare il rapporto con la Natura, sperimentare il piacere di giocare all'aperto con mezzi semplici quali un cerchio per muovere i fianchi, bastoni di legno per camminare elevati da terra, accendere la carbonella e fare la "fedda rossa", sedere per terra a contatto con le formiche, a tutto vantaggio delle capacità di apprendimento e di coordinazione motoria. Possono cosi avere la mente e il cuore e il corpo e lo spirito impegnati in gesti di generosità, di condivisione, di osservazione della Natura e sviluppare la tolleranza per i propri simili, il rispetto per la Natura. questo è un piccolo grande passo per migliorare la qualità della vita. L'estate 2013 è appena cominciata, le iscrizioni sono numerose e sono piene le prime settimane; ancora qualche posto per le ultime e le iscrizioni sono ancora aperte.
Per richiedere il modulo di iscrizione è possibile rivolgersi all'Ufficio Servizi Sociali del Comune, alla sede di Legambiente Pisticci in c/so Metaponto 172, alla sede del centro diurno Elios in via Turati 2 a Marconia oppure scaricarlo dal sito internet del Comune di Pisticci.

Parte Bimbi in Estate 2013. Serie di eventi dedicati ai giovanissimi per tutta l'estate.

Avrà il via questa sera, nella centralissima Piazza Elettra a Marconia, il Bimbi in Estate 2013. La prima edizione di un evento che intende concentrare l’attenzione sulle giovani generazioni. Con il patrocinio del Comune di Pisticci e l’organizzazione curata dall’assessorato alle politiche sociali, Bimbi in Estate 2013 è dilazionato in una serie di appuntamenti ludici volti a stimolare tutte le peculiarità tipiche dell’attività infantile e a proporne di nuove e variegate. Si comincia, dunque, con il primo appuntamento fissato per la serata del 4 luglio quando a partire dalle 20:00 in Piazza Elettra i bambini inaugureranno la festa con il Karaoke. Nelle giornate dell’8 ed 11 luglio nuovamente in Piazza Elettra intorno alle 19:00 si svolgerà il Laboratorio di murales, mentre il 15 luglio il Laboratorio “L’arte del pop-up”. Il 10 ed il 25 luglio sempre in orario serale si svolgerà la Baby Dance. La giornata del 18 Luglio, invece, sarà dedicata all’arte del make-up, i bambini svolgeranno infatti una interessante attività Truccabimbi. Altrettanto stimolante saranno le attività previste dal Laboratorio di pasticceria e cucina creativa che si svolgeranno rispettivamente il 22 luglio e 5 agosto. L’argomento della serata conclusiva prevista per il 7 agosto sarà tutto a sorpresa. Una enorme varietà di laboratori attendono i bambini che vorranno tuffarsi in una serie di eventi stracolmi di creatività e divertimento.

mercoledì 3 luglio 2013

Accordo quadro del Comune di Pisticci con Unibas e Campus Biomedico di Roma.

Il 28 giugno scorso, presso la sede dell’Università campus Bio-Medico di Roma, il sindaco di Pisticci Vito Di Trani e l’assessore all’Ambiente Pasquale Grieco in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale di Pisticci, hanno firmato un accordo con il Campus romano e L’università degli Studi di Basilicata.
“L’accordo – spiegano - verte su un modello territoriale di sviluppo sostenibile ed è basato su un sistema di analisi di correlazione tra inquinamento ambientale e salute umana”. L'intenzione di agire in modo deciso si è ritenuta necessaria dal momento in cui, qualche tempo fa, gli abitanti del quartiere residenziale di Pisticci Scalo hanno a più riprese lamentato odori nauseabondi, che in particolari orari della giornata rendevano l’ambiente esterno invivibile. È d’obbligo ricordare che nella zona industriale di Pisticci Scalo ha sede la società Tecnoparco che tra le altre attività si occupa di trattare e smaltire i reflui dell’attività estrattiva in Val d’Agri. Attività che di certo non può rappresentare un toccasana per l’ambiente sul quale viene svolta. Dunque
, dopo le numerose segnalazioni pervenute dai cittadini, l’Amministrazione Comunale di concerto con l’Agenzia dell’ Ambiente della Regione ha individuato la soluzione, coprendo con particolari filtri scrubber le vasche causa dei cattivi odori. Inoltre ad una struttura di Analisi Ambientali esterna il Comune di Pisticci commissionò la quantificazione di materiali tossici ed inquinanti, che portarono ad appurare la nullità del livello di inquinamento. L’Amministrazione del Comune di Pisticci però volendo andare oltre con un progetto che coinvolge l’Università della Basilicata, ed il Campus Biomedico di Roma al quale si è rivolto anche il Comune di Viggiano. Il 28 Giungo appena trascorso dunque, il sindaco Vito Di Trani e l’assessore all’ambiente Pasquale Grieco hanno firmato l’accordo che darà il via al progetto. L’assessore Grieco dichiara: “Necessitiamo di accertamenti che ci permettano di escludere scientificamente connessioni tra inquinamento, salubrità dell’aria, del territorio e dunque anche dei cittadini. Al momento le prime analisi non hanno sottolineato la presenza di alcun tasso di inquinamento, ma è chiaro che per fare ciò c’è bisogno di analisi approfondite. Proprio per questo ci siamo rivolti ad esperti”. Dunque, questo accordo quadro tra Comune di Pisticci , Unibas e Campus Biomedico di Roma serve proprio a creare una collaborazione sinergica riferendosi ad un modello territoriale di sviluppo sostenibile.

martedì 2 luglio 2013

Pubblicità eco-compatibile per Pisticci Zero Rifiuti con i colori della raccolta differenziata.

La campagna di comunicazione “Pisticci Zero Rifiuti” continua: nuove affissioni pubbliche colorano il territorio, con i colori della Raccolta Differenziata.
Gigantografie 2 m x 2 m, presto anche nella Zona Lidi, che dopo il lancio della campagna e del portale web www.pisticcizerorifiuti.com, indicano i “segreti” della raccolta differenziata: il Tertapak SI ricicla con la Carta, le Stoviglie Sporche NON si riciclano con la Plastica, la Ceramica NON va con il Vetro, Cartoni per Pizza e Scontrini NON sono Carta riciclabile come i fazzolettini di carta, il numero verde gratuito per smaltire correttamente elettrodomestici ed ingombranti …
Si tratta di informazioni pubblicamente diffuse, ricon
oscibili per la grafica ed il gioco di caratteri, i colori riconducibili alla campagna ed al logo.
Semplici ed efficaci messaggi per ricordare che è importante fare la raccolta differenziata, e ancor di più lo è farla correttamente, distinguendo i “falsi amici” dagli imballaggi e dagli altri materiali riciclabili.
Pisticci Zero Rifiuti non è soltanto pubbliche affissioni: gli incontri nelle 130 classi nelle scuole del territorio e presso i lidi, le iniziative pubbliche di sensibilizzazione e di divulgazione tramite i media, costituiscono un aspetto basilare per un corretto programma di informazione, progressivamente ampliato, che va di pari passo con le azioni di programmazione ed attuazione del nuovo sistema di raccolta differenziata.
Il tutto in stretta e costante collaborazione con l'Amministrazione comunale e gli Uffici preposti nonché con il personale della ditta incaricata, sempre pronto e disponibile.
Obiettivo della Campagna di sensibilizzazione “Pisticci Zero Rifiuti” è infatti quello di accompagnare il cittadino verso il sistema di raccolta porta a porta, a partire dal potenziamento di quello attuale mirante ad incrementare qualità e quantità di raccolta differenziata.
Il piano di comunicazione è caratterizzato da step successivi per categorie omogenee: dopo le scuole, sarà infatti la volta dei comitati cittadini, dei condomini, delle attività commerciali e degli esercizi pubblici, con l'obiettivo di incrementare l'efficacia e l'efficienza del servizio di raccolta in atto, oggetto di un appalto in corso.


Calcio a 5: Mercato in entrata frizzante per la Pol. Pisticci. Assicurate le prestazioni di Dartizio e la sapienza di mister Masiello.

Una formazione della Pol. Pisticci
La Polisportiva C.S. Pisticci annuncia che anche per la stagione 2013-2014 la guida tecnica sarà affidata a Nicola Masiello. Il trainer pisticcese spegne così le voci di mercato che lo riguardavano infatti in settimana ha trovato l'accordo con la società gialloble.
Oltre al rinnovo dell'allenatore, che quest'anno guiderà ancora la compagine femminile in C1 e la squadra maschile neopromossa in C2, la Polisportiva ha annunciato un colpo di mercato sensazionale, aggiudicandosi le prestazioni sportive di Francesco Dartizio.
Il laterale scanzanese, 31 anni, vanta un curriculum di grande rispetto: 13 anni alla Libertas Scanzano, 5 stagioni in Serie B, con 4 promozioni (tra campionati regionali e nazionali) e sei anni come capitano delle varie rappresentative regionali. Sicuramente uno dei nomi più altisonanti nel panorama lucano. Un vero leader, dentro e fuori dal campo.
Dartizio, da capitano, lascia il club rossonero nell'anno della promozione in serie A2, con un campionato stravinto, scendendo di ben tre categorie e sposando il progetto pisticcese, che lo porterà a ritrovare mister Masiello come tecnico.
Quest'ultimo si è detto entusiasta del nuovo corso gialloble: "Ho valutato diverse offerte interessanti, ma alla fine ha prevalso il desiderio di continuare questo progetto con queste persone che mi hanno dato tanto. La "ciliegina" dell'acquisto di Dartizio poi è stato ancor di più un segnale tangibile delle ambizioni di questa società e della fiducia che ripongono nel sottoscritto".
Rampante anche il neo acquisto: "Sono felicissimo per il buon esito della trattativa, soprattutto perchè chiusa in tempi brevi e con grande soddisfazione delle parti. Mi ha ispirato subito questa nuova avventura sapendo che alla guida di questa squadra c'è mister Masiello che conosco bene e so come lavora sul campo. Per me è stato facile scegliere." Come nel suo carattere, non si nasconde negli obiettivi stagionali: "Per la stagione che verrà spero di essere un valore aggiunto, soprattutto per il gruppo, cercando tutti insieme di raggiungere grandi risultati per ottenere il massimo, cioè vincere."
La società, inoltre, si è riservata di svelare nuove sorprese e nuovi progetti per la stagione che verrà. Il vento sembra cambiato per il futsal pisticcese, parola della Pol. C.S. Pisticci.