lunedì 26 agosto 2013

L'amministazione di Pisticci sostiene il progetto Fresh Port.

“L’Amministrazione Comunale di Pisticci ha dato sostegno operativo al progetto del comparto ortofrutticolo “Fresh Port”, il progetto fa seguito al protocollo d’intesa sottoscritto dalla Provincia di Matera con l’Autorità Portuale di Taranto, ed è finalizzato a promuovere nuove forme di commercializzazione dei prodotti ortofrutticoli freschi”. E’ quanto si legge in una nota dell’assessore Pasquale Grieco. “Il modello su cui si incardina il progetto, è sostanzialmente, quello di dotare il porto di Taranto di strutture e sistemi specializzati per i traffici di import/export di prodotti refrigerati deperibili e non, ovvero di un vero e proprio scalo per le merci agroalimentari, che necessitano un trasporto a temperatura controllata.
Nell’ambito, in un approccio di filiera, come quello dell’agroalimentare, la logistica, a supporto degli operatori di settore associati e non, non può prescindere da sistemi di gestione e trasporto integrati, di prodotti agroalimentari già trasformati e pronti per il mercato. Per cui il progetto assume una notevole importanza, in grado di completare e sostenere un modello produttivo ortofrutticolo di qualità. Nel ribadire una nostra disponibilità a collaborare, in sinergia con altri attori del settore, a supporto degli imprenditori del territorio, auspichiamo che questi servizi siano resi disponibili ed operativi, nel minor tempo possibile, per consolidare i mercati esteri, anche a costi più contenuti e competitivi rispetto a quelli attuali”.

domenica 25 agosto 2013

Vito Di Trani su iniziative sindaci della Val d'Agri

"La lodevole iniziativa dei Sindaci della Val d’Agri in merito alle tematiche relative al petrolio lucano, segna un importante snodo quando i primi cittadini fanno emergere la volontà comune di avviare una riflessione profonda su una tematica importante. Si può affermare, infatti, che la risorsa petrolio è una delle leve maggiori a disposizione delle popolazioni della Basilicata da utilizzare per un progetto di sostegno e sviluppo alle attività produttive e occupazionale della regione, di tutela della salute e dell’ambiente.
A mio modo di vedere è precondizione essenziale, al raggiungimento di rilevanti obiettivi strategici, avere la consapevolezza dei numeri demografici espressi dalla regione e la convinzione che di fronte alla potenza del potere delle compagnie petrolifere è essenziale l’unità dei territori". Lo dichiara il sindaco di Pisticci, Vito Di Trani, in una nota.
"Per questa ragione - aggiunge -  è da salutare positivamente l’iniziativa proposta per il prossimo 11 settembre che prevede il coinvolgimento dei Sindaci dei 131 comuni lucani. Alla luce della diffusa volontà di fare rete, stupisce, quindi, la reiterazione di principi ispirati dalla sindrome del piccolo, troppo spesso foriera dell’isolamento dei territori, avvertito in misura maggiore in un momento nel quale è palese la debolezza della capacità di rappresentanza dei partiti e della politica. A tale atteggiamento sembra siano ispirate le dichiarazioni del consigliere regionale Autilio quando afferma che gli eventuali benefici delle estrazioni di idrocarburi dovrebbe essere circoscritti ai comuni dove sono ubicati i pozzi, pena la dispersione delle risorse. Non condivido tale impostazione in quanto sarebbe ulteriore premessa a quell’isolamento che si vorrebbe scongiurare. Lo sforzo che dobbiamo compiere è quello di fare un ragionamento d’insieme che tenga conto delle tante realtà territoriali, evitando una sorta di guerra tra poveri".

sabato 24 agosto 2013

Tragedia Craco, Florio: dopo lutto interventi per sicurezza.

“Al dolore, alla commozione, al lutto e alla rabbia per la morte di Anna Lanzilotta causata dalla tragedia che è avvenuta sulla strada Pisticci-Craco bisogna far seguire iniziative in grado di garantire che tragedie simili non accadano mai più e che la sicurezza stradale diventi una priorità da affrontare sinergicamente da parte di Regione, Provincia di Matera, Comuni (Pisticci), Anas, senza polemiche inutili”. E’ quanto sostiene Rossana Florio, dirigente regionale e consigliere comunale di Pisticci per il Centro Democratico. “Il giorno dopo il grave fatto di cronaca – aggiunge – è necessario che ai sentimenti di solidarietà per la famiglia che ha subito il lutto faccia seguito una lucida programmazione di azioni da attuare innanzitutto per reperire le risorse finanziarie necessarie all’adeguamento della viabilità sia essa di livello nazionale che regionale-provinciale che locale”. Per Florio “non si possono scaricare responsabilità unicamente sull’Amministrazione Provinciale di Matera” che, “specie nel comparto della viabilità sconta una situazione politico-istituzionale di incertezza determinata dal futuro ancora nebuloso sull’attività delle Province italiane”. “Adesso – sostiene Florio - bisogna reagire e lavorare ad un cronoprogramma di progetti di manutenzione e messa in sicurezza di tutte le strade del Materano, basato sulle risorse finanziarie già disponibili e da indirizzare con scelte di priorità e su quelle da reperire a breve e medio termine attraverso un impegno polito straordinario innanzitutto dei nostri parlamentari che facciano pressing sul Governo”.

Tragedia Craco, Sel: vigileremo su responsabilità e ricostruzione.

Placido
Barozzino
“La tragedia, sopraggiunta insieme a fango e acqua, per travolgere la vita di Anna Lanzillotta era abbondantemente annunciata, come dimostrano le decine e decine di denunce mosse da altrettanti cittadini”. Lo sostengono Maria Murante (Coordinatrice regionale SeL Basilicata), Giovanni Barozzino(Senatore SeL) e Antonio Placido (Deputato SeL), in seguito all’incidente mortale su cui, auspicano, non cada il silenzio. “Al silenzio – si legge nella nota - noi non possiamo che sostituire l’indignazione per una vita spezzata, ma anche l’urlo di denuncia per l’ennesimo incidente che poteva e doveva essere evitato. Gravi sono le responsabilità di chi ha pensato che potesse essere praticata, come soluzione, una bretella volta ad attraversare un punto così evidentemente pericoloso, così come altrettanto gravi, e forse ancor maggiori, sono le responsabilità di chi ha permesso i ritardi per il ripristino del ponte il cui crollo ha reso necessario un percorso alternativo. Noi – concludono Murante, Barozzino e Placido - non lasceremo soli i cittadini dell’area interessata, e rimarremo attenti affinché tutte le responsabilità siano accertate e, soprattutto, affinché i tempi di realizzazione per la ricostruzione del ponte caduto conosca tempi più che rapidi”.

venerdì 23 agosto 2013

Al via le iscrizioni alla scuola calcio Setac.

Lo sport non viene praticato solo per migliorare l’aspetto fisico, per divertimento o come attività agonistica, ma è anche un’importante strumento di educazione sociale. La dimensione associativa, momento di crescita civile, non può essere svuotata a causa del prevalere di interessi commerciali di singoli e non può perdere il connotato partecipativo ed il carattere di esperienza democratica. Si svilupperà l'autodisciplina e la sana socializzazione dei più giovani che da noi impareranno alcune fondamentali regole del vivere sociale e la stretta correlazione tra l'impegno e il raggiungimento di un qualsiasi risultato sportivo individuale o collettivo, lontani da ogni cattiva provocazione della società di oggi. Lo sport parla il linguaggio dei giovani e può quindi provocare interessi ed appartenenze, proporre obiettivi e dare nuove motivazioni al vivere quotidiano. Solitamente non siamo abituati a guardare l’evento sportivo dal punto di vista educativo e renderci conto di quanti siano i servizi che questo offre alla persona e al suo divenire. Quasi sempre, chi pratica sport, non ha sufficiente consapevolezza di questo aspetto e, di conseguenza, non è portato a riflettervi. Lo sport, inteso nel senso sopra descritto, concorre alla formazione di una personalità armonica ed equilibrata, che pone le basi per un’apertura a valori più alti quali la cultura, la partecipazione sociale e la ricerca di significati che vanno oltre gli aspetti materiali e quotidiani della vita. Fra i molti valori legati alla pratica sportiva vi sono la disciplina, l’impegno, la costanza, la tenacia, il rispetto delle regole, il saper vincere e il saper perdere, il perfezionamento del gesto sportivo, l’attenzione alla salute e l’amicizia. Nell’ottica del perseguimento di un fine comune, quale quello di dare importanza, e mettere al centro di tutto i nostri Bambini, l’ASD Pisticci United by Setac dopo la brillante stagione sportiva 2012—2013 ha deciso di continuare nel percorso iniziato dando fin da subito seguito al progetto iniziato un anno fa. Pertanto, tutti coloro che intendono pre-iscriversi a Scuola Calcio possono rivolgersi, presso la segreteria della Associazione, Via N. Bixio n° 12, o direttamente ai responsabili Luigi Florio per Pisticci al 333-1127733 o al 3282615738 e Michele d’Alessandro per Marconia al 333-3376024 oppure c/o Sport System 0835-585465. Vi aspettiamo numerosi per organizzare e far partire da subito i corsi e cominciare un nuovo anno calcistico all’insegna del Bambino nello Sport !



Il percorso alternativo verso la morte

Foto NOV
La vicenda legata alla strada provinciale che collega, o meglio collegava, Pisticci e Craco si è tinta di nero. Precisamente due giorni fa, nel punto più basso del percorso alternativo asfaltato per bypassare il ponte della SP crollato 6 mesi fa, si è consumata una tragedia sconcertante. In conseguenza alle copiose precipitazioni temporalesche dei giorni scorsi, il corso d’acqua affluente ha avuto un momento di eccessiva piena, che è costato la vita ad Anna Lanzillotta. La donna residente a Marconia, era sul lato passeggero della Fiat Punto guidata dalla nuora Francesca Molfese, quando la piena ha travolto l’automobile, indirizzandola fuori strada. Dopo aver tentato di uscire dall’abitacolo per le donne sono trascorsi attimi infernali. Messasi repentinamente in moto la macchina dei soccorsi formata dalla Forestale, dai Vigili del Fuoco, dai volontari del NOV ed i Carabinieri del VI Elinucleo di Bari, è riuscita nella serata di martedì a rinvenire ad un km di distanza il corpo esanime della 64enne Anna Lanzillotti. Il rinvenimento di Francesca Molfese invece è avvenuto alcune ore prima, grazie ad alcuni automobilisti che avvertito il pericolo, hanno formato una vera e propria catena umana per trarre in salvo la giovane gestante. Una tragedia senza precedenti, che turba la comunità pisticcese, soprattutto se si considera ciò che si sarebbe potuto fare per evitare qualunque pericolo per l’incolumità dei cittadini. Intanto la Provincia di Matera ha avviato un indagine conoscitiva per comprendere le dinamiche dell’incidente mentre il pm di Matera, Alessandra Susca ha disposto la restituzione ai familiari della salma, le cui esequie avverranno probabilmente oggi. Questo tragico avvenimento segna in maniera indelebile i cittadini di Pisticci e Craco e tutti gli automobilisti, che per necessità sono costretti a percorrere un tracciato pericoloso, come un percorso alternativo verso la morte.

su La Nuova del sud del 23/08/2013
Mario Quinto

martedì 20 agosto 2013

Cinque Ancore per il Porto degli Argonauti.

Il Porto degli Argonauti di Marina di Pisticci ha ricevuto le 5 Gold Anchors, un accreditamento riconosciuto a livello internazionale. E’ quanto si legge in un comunicato stampa. 
“Questa valutazione è stata attribuita da ‘The Yacht Harbour Association’ sulla base di diversi indicatori di qualità offerti: dai servizi portuali alla presenza di altri servizi turistici, dalla qualità turistica alla sostenibilità ambientale.
Con 25 anni di esperienza, il Gold Award Scheme Anchor TYHA è un punto di riferimento per la classificazione delle strutture portuali, rappresentando un sistema di misurazione a livello internazionale della qualità dei servizi portuali, come quello delle “stelle” per l’hotellerie”

martedì 13 agosto 2013

Pista Mattei, altro piccolo passo per lo scalo di Pisticci

La Pista Mattei, un’avio superficie in attesa di “spiccare il volo” da diversi anni, trova la possibilità di vedere concretizzarsi un sogno. In conferenza stampa nella sede del Consorzio per lo sviluppo Industriale della Provincia di Matera, sono stati resi noti ieri i contenuti e le finalità del bando predisposto dalla Regione Basilicata dal commissario Gaetano Santarsìa e dagli assessori regionali Marcello Pittella e Luca Braia, che si occupano rispettivamente di attività produttive e infrastrutture. Un progetto visto di buon occhio dalla Lucana Fly, la società di gestione del Csi guidata da Angelo Minieri che è stato il primo a credere nelle potenzialità della pista Mattei e a insistere perché si effettuassero gli investimenti necessari per la sua trasformazione in aeroporto della Basilicata. Il Consorzio con un avviso pubblico precedente ha voluto sondare quanto interesse esiste da parte di aziende del settore circa la gestione dell’Aviosuperficie “Enrico Mattei” di Pisticci Scalo. Una nota eloquente è che il bando che scade il 20 agosto, ha ricevuto copertura finanziaria dalla Regione Basilicata nell’ultima seduta del Consiglio regionale nel documento di assestamento al bilancio. L’avviso pubblico è per poter individuare un soggetto privato che abbia interesse ad investire nell’infrastruttura avviandone l’utilizzo possibile dopo i lavori di ampliamento effettuati. Gaetano Santarsia ha sottolineato che il progetto può avere la sua ragione di vedersi realizzato dopo una stasi in conseguenza di un ricorso giudiziario per problemi legati alla bonifica ed ha aggiunto: “La pista attualmente è lunga 1400 metri e per avviare i primi voli occorre installare un impianto di carburante,  completare l’aerostazione e allestirla con le attrezzature per il controllo dei passeggeri”
su La Nuova del Sud