mercoledì 30 ottobre 2013

Virtus Re Leone corsara a Potenza. Battuta la Don Bosco con reti di Santulli e Francomano.

Digerita la batosta immeritatamente subita nell’ultima giornata contro la Vigor Matera, la Virtus Re leone torna a sorridere. Il team di mister D’Onofrio all'inglese ha espugnato il Macchia Giocoli di Potenza, battendo la Don Bosco. A differenza del gioco espresso contro la Vigor Matera, la brillantezza della formazione policorese non è stata espressa al massimo. Nella prima frazione, infatti, sono i padroni di casa a cercare più insistentemente il vantaggio. Ma in una mischia scaturita dal corner calciato da Caravita, spunta Santulli che porta l’inaspettato vantaggio per i biancoverdi. I potentini feriti nell’orgoglio provano a ristabilire il pari con Sabia, senza però trovare fortuna. Nella ripresa si registra lo stesso monologo, ben recitato dal Don Bosco che al quarto d’ora va vicinissima al pari con un bel tiro di Volini, negato da un miracolo di Parisi. D’Onofrio corre ai ripari adoperando la solita girandola di cambi. E proprio dai nuovi entrati giunge il raddoppio dei leoncini. Ad andare a segno è Francomano che sfrutta il preciso suggerimento di Passarelli per battere l’estremo difensore di casa. Tre punti fondamentali conquistati dalla compagine del Presidente Biscotto, che avanza in classifica scacciando via i fantasmi dell’ultima gara.

Tabellino

Don Bosco PZ: Pietrapertosa (dal 20’ st Lucia), Giuzio, Parigi, Lorusso, Licciardi, Sportelli, Santarsiero, Sabia, Carbone, Vollini, Errico;
A disp.: Lifavi, Genovese, Sabia, Dimitrov;
All.: Condelli;

Virtus Re Leone: Magno (1’ st Parisi), Comparato, Santulli, De Lorenzo (dal 30’st Lobreglio), Magro, Trupo (dal 20’ st Minetola), Caravita, Valluzzi (dal 23’ st Falotico), Arone (dal 15’ st Passarelli), Carrieri (dal 15’ st Cuccarese), Prillo (dal 20’ Francomano);
All.: D’Onofrio;

Marcatori: Santulli 24’ pt, Francomano 28’ st;
Arbitro: Rispoli di Potenza;


su La Nuova del Sud del 29/10/2013
Mario Quinto

martedì 29 ottobre 2013

Alluvione metapontino: ricognizione della Prefettura di Matera.


A seguito delle verifiche effettuate del Centro Operativo Misto (C.O.M.) di Bernalda nelle aree interessate dagli eventi alluvionali del 6 e 7 Ottobre scorsi, la Prefettura di Matera comunica che “non sono emerse, oltre a quelle già rilevate nell’imminenza degli eventi calamitosi e per le quali sono state emesse ordinanze di sgombero, situazioni di imminenti pericoli per la pubblica e privata incolumità”. “Si è riscontrata, per converso – continua la Prefettura - una diffusa problematica collegata alla regimazione delle acque risultata sottodimensionata rispetto all’eccezionalità dell’evento meteo occorso; come non adeguata è risultata la manutenzione dei canali consortili e dei fossi naturali, che non hanno contribuito al deflusso delle acque piovane. Le violenti e cospicue precipitazioni dei giorni 6 e 7 ottobre hanno pregiudicato gli attraversamenti stradali dei canali e le pendici urbane e extraurbane, interessate da erosione e smottamenti, mentre le situazioni pregresse di dissesto idrogeologico sono risultate ulteriormente aggravate. Attualmente, diverse strade, comunali e provinciali, sono chiuse al traffico per i rilevanti danni subiti. Le situazioni riscontrate, tutte censite anche dai Comuni maggiormente colpiti e dalla Provincia, non presentano comunque al momento ulteriori aggravamenti”. La Prefettura di Matera comunica infine che “proseguono, in via ordinaria, le attività di ripristino e messa in sicurezza del territorio”.

lunedì 28 ottobre 2013

Pisticci United KO. Lo Spinoso rapina il Michetti.

Il primo stop per il Pisticci United arriva nel peggiore dei modi. Prima gara interna del nuovo anno, il secondo della gestione Gioia, e primo risultato sfavorevole. Se all’esordio, il team gialloblù aveva ben impressionato portando via da Santarcangelo 3 preziosissimi punti, nella prima in casa si è lasciato persuadere da una ProLoco Spinoso non eccellente. Evidentemente l’undici pisticcese ha fatto meno del minimo ed al termine è prevalsa la voglia di vincere degli ospiti. Nella prima mezz’ora di gioco, infatti, sono gli spinosesi ad essere più convincenti, nel presentarsi nei pressi della porta difesa da Sergio. I padroni di casa provano l’affondo con rapidi contropiedi, ma a sbloccare il risultato è lo Spinoso, che al 33’ va in goal con Cappuccio. Al 40’ gli ospiti possono sfruttare un calcio di punizione dal limite, che ben angolato da Russo termina in rete, per il raddoppio Spinoso. Stordito dal rapido susseguirsi degli eventi, il Pisticci non riesce a trovare il bandolo della matassa, tanto che a pochi istanti dal termine della prima frazione subisce il terzo goal. Ad andare a segno per lo Spinoso è ancora Russo, che rinsalda così l’ipoteca sulla partita. Girandola di cambi per mister Gioia nella ripresa, che inserisce Provenzano, Florio e Panetta rispettivamente per Diego Ianuzziello, Laviola e Lopatriello. La musica cambia e si vede, ma ciò che manca al Pisticci è il goal. A metà ripresa ci prova Provenzano, ma la sua conclusione non è pericolosa. Gli ospiti riescono ad arginare egregiamente le sortite offensive dei padroni di casa, che dunque si rivelano infruttuose. A 5’ dal termine, il forcing pisticcese si produce in un penalty giustamente concesso dal Signor Viola, per un atterramento in area. Dal dischetto esegue benissimo D’Onofrio, il cui goal serve solo a portare a 2 il suo score personale in stagione. Per il resto il risultato del campo parla chiaro. L’1 a 3 subito contro lo Spinoso dovrà servire da monito, per cercare di affrontare le prossime sfide con più concentrazione e un pizzico di cattiveria agonistica, che non guasta mai.

Tabellino

Pisticci United: Sergio, Calandriello, P. Iannuzziello, Laviola (dal 1’ st Florio), L. Spani, Lo Senno, C. Spani, D. Iannuzziello(dal 1’ st Provenzano), Grieco, Lopatriello(dal 1’ st Panetta), D’Onofrio;
A disp.: Fuina, Lenzi, Radesca, Di Giulio;
All.:Gioia;

ProLoco Spinoso: Vitale, Cascini, Verdone, Pesce, Oliva, Pandolfo, Cappuccio, Vitale, Robortella, Lagrotta, Russo, Braca, Valinoti;

Marcatori: 33’ pt Cappuccio, 40’ e 45’ pt Russo (S), 40’ st D’Onofrio (r);
Arbitro: Viola di Bernalda;
Ammoniti: F. Cascini, Russo, Oliva(S), Ianuzziello, Lo Senno, C. Spani(PU);

Note
Recuperi: 2’ pt; 3’ st:
Spettatori: 50 circa;

mercoledì 23 ottobre 2013

Riduzione del rischio sismico, oltre 35 milioni per 101 scuole lucane. A Pisticci interventi alla "Padre Pio da Pietralcina".


Su proposta del Dipartimento Infrastrutture, la Giunta regionale ha approvato la delibera contenete i criteri di ripartizione e l'elenco degli interventi ammissibili a finanziamento destinati alla messa in sicurezza del patrimonio scolastico regionale. Individuati 101 interventi in altrettanti Comuni lucani.
Studiare in sicurezza e contribuire alla ripresa economica regionale. E’ con questo obiettivo che il Dipartimento Infrastrutture ed il governo regionale della Basilicata hanno definito il “Programma di messa in sicurezza e di miglioramento del patrimonio scolastico regionale”, che può contare su un finanziamento di 35,260 milioni di euro, assegnati alla Basilicata con la delibera Cipe88/2012 “Fondo per lo sviluppo e la coesione 2007/2013”. Per dare pronta attuazione agli interventi, la Giunta regionale ha definito i criteri e le modalità di ripartizione delle risorse assegnate, che saranno impiegate per la realizzazione di 101 interventi in altrettanti Comuni lucani. L’elenco delle opere da finanziare è stato definito dopo una complessa e articolata indagine sullo stato di conservazione dell’intero patrimonio scolastico regionale e sul livello di vulnerabilità sismica degli edifici. Gli interventi ammessi a finanziamento sono finalizzati alla riduzione del rischio sismico su edifici scolastici ubicati in Comuni ricadenti in zona sismica 1, 2 e 3, ma sono anche volti alla messa in sicurezza dei luoghi di lavoro, al miglioramento delle condizioni di accessibilità, all’abbattimento delle barriere architettoniche. Per ciascun Comune della regione è stato previsto un finanziamento fino ad un limite massimo di un milione di euro. Il tutto il territorio di Pisticci sarà attuato un solo intervento, alla Scuola Elementare e Media "Padre Pio da Pietralcina" alla quale saranno effettuati interventi di completamento ed adeguamento in materia di sicurezza per un valore di 380 mila euro. Al fine di ampliare il più possibile il numero delle scuole da mettere in sicurezza, ai Comuni assegnatari di fondi rinvenienti dalle royalties del petrolio, è stato adottato un criterio che prevede la concessione di un finanziamento nella misura massima del 50 per cento del limite concedibile. Una successiva delibera regionale definirà le modalità e i tempi per l’assegnazione dei finanziamenti ai singoli Comuni.

Circolo Legambiente su riserva Calanchi di Montalbano

"Legambiente è lieta di constatare che per la prima volta dall’istituzione della riserva regionale dei Calanchi di Montalbano avvenuta nel 2011, si iniziano a realizzare opere strutturali per la valorizzazione di questa area protetta". E' il commento del circolo di Legambiente di Montalbano Jonico  che in una nota fa sapere che "grazie alla disponibilità di operai forestali dell’Area programma assegnati al Comune di Montalbano Jonico, sono state infatti appena ultimate delle staccionate e delle gradinate in legno che consentiranno un più sicuro imbocco delle due principali mulattiere che attraversano il cuore della Riserva dei Calanchi. E’ ovvio che questo consentirà di beneficiare della presenza dei visitatori anche agli esercizi commerciali del Centro storico di Montalbano, dando un concreto contributo alla valorizzazione dell’Area protetta ed all’economia del paese".

martedì 22 ottobre 2013

Juniores Nazionali: Real Metapontino alla terza meraviglia. Battuto il Montalto in rimonta.

Nella quinta giornata del girone L  del campionato Juniores Nazionale, il Real Metapontino ha battuto in casa il Comprensorio Montalto. Evidentemente i risultati attesi da mister Finamore, dopo l’iniziale periodo di sbandamento, sono giunti e continuano ad arrivare. La formazione jonica sabato scorso ha conquistato la terza vittoria consecutiva, sopperendo egregiamente allo svantaggio iniziale. Gli ospiti cosentini prendono subito il sopravvento. Numerose occasioni mancate, portano al vantaggio solo alla mezz’ora. Da una palla inattiva nasce la rete di Cinelli, che sfrutta una ingenuità da parte della difesa biancazzurra. Si suole dire: botta e risposta, ma quella del Real Metapontino è una doppia risposta. Solo 6 giri d’orologio ed il risultato è ribaltato. Il cortometraggio vede Gallitelli protagonista. L’attaccante bernaldese prima ristabilisce il pari, andando a segno con una gran botta da fuori area, poi fornisce l’assist del raddoppio a Volpe che incorna perfettamente. Gli ospiti storditi si trascinano fino all’half time. Solo dopo aver riorganizzato le idee i cosentini ricominciano a farsi vivi dalle parti di Lattaruli. Cinelli e Carbone si dimenano per scardinare la retroguardia di casa, che però rimane ben asserragliata. Il Real resta ben coperto, gli ospiti alzano il baricentro. Mister Finamore sceglie il momento perfetto per mandare in campo la velocità esplosiva di Fumarola. Il talentino di Marconia sancisce definitivamente la vittoria andando a segno con un preciso diagonale che non lascia scampo a Greco. Altri 3 importantissimi punti messi in cassaforte per il Real Metapontino, che alla prossima andrà a Brindisi al cospetto della seconda della classe.

Tabellino

Real Metapontino: Lattaruli, Cristella, Meric, Dattoli, Tagliente, Grippo, Silvestri (dal 32’ st Chiorazzo), Ragazzo, Volpe (dal 26’ st Fumarola), Modarelli, Gallitelli;
A disp.: Gulfo, Leone, La Rocca, Faillace, Le Rose, Florio, Pasquariello;
All.: Finamore;

Comprensorio Montalto: Greco, Granata, F. Montalto, Tosti, Rovito, Costabile (dal 25’ st Gioia), Cinelli, Morelli, Carbone, Baratta (dal 16’ st Pileggi), Palermo;
A disp.: L. Montaldo, Gallo, Imbrogno, Ventura, Gencarelli, Maio, Cononaco;
All.: Barbieri;

Arbitro: C.a.i. (Solimando-Fantini);
Marcatori: 30’ pt Cinelli; 33’ pt Gallitelli, 36’ pt Volpe, 46’ st Fumarola;


su La Nuova del sud del 22/10/2013
Mario Quinto

lunedì 21 ottobre 2013

Tre punti all'esordio per il Pisticci United. Espugnato Santarcangelo con goal di D'Onofrio e Lo Senno.

Alla prima giornata del girone C di Seconda Categoria lucana, il Pisticci United vince in trasferta battendo l’ACS Santarcangelo. Il neopromosso team pisticcese impressiona fin da subito riuscendo a portare a casa i 3 punti, nonostante l’iniziale svantaggio. I primi scampoli di gara sono di marca santarcangiolese. Al 7’ il togolese Rabu va in rete con un bel tiro dal limite dell’area. Il Pisticci non sbanda e subito si ricompatta. La ricerca del pari è forsennata. Intorno alla mezz’ora in una delle offensive pisticcesi, Luca Spani viene atterrato in area. Il Signor Depalma senza esitare indica il dischetto. Dagli 11 metri Cosmiano D’Onofrio non sbaglia, siglando il meritatissimo pari. Non paghi del pari, i gialloblè si riproiettano in avanti. Un tentativo di Radesca viene prontamente sventato da De Filippo. Prima della pausa l’undici pisticcese si porta in vantaggio. A siglare l’1 a 2 è l’atleta pluridisciplina Piero Lo Senno, che con un bel tiro da fuori area batte il portiere avversario. Nella seconda metà di gioco i padroni di casa tentano a più riprese di ristabilire l’equilibrio del risultato. Le sortite offensive degli uomini di Cirone sono però confuse e disordinate e risultano quindi infruttuose. Ciò anche dovuto all’ottima fase difensiva svolta dai pisticcesi, che specie nel secondo tempo ha concesso davvero poco. Oltre a difendere il risultato gli ospiti non hanno disdegnato di offrire qualche bella giocata in contropiede. A pochi minuti dal termine il match point capita sul mancino di Provenzano, che però non riesce a superare il portiere di casa. Lo score rimane invariato fino al triplice fischio dell’arbitro, che sancisce la meritatissima vittoria del Pisticci United. La squadra di mister Gioia domenica prossima esordirà in casa contro la Proloco Spinoso.

Tabellino

ACS 09 Santarcangelo: De Filippo, Marino, Figliuolo, Locci, F. Divirgilio, Giulio, Rabu, Martorano, Dinoia, Dora, Vivoli;
A disp.: Argentino, Ariano, Castelluccio, Conte, Lardino, Libertella, D. Divirgilio;
All.: Cirone;
Pisticci United: Sergio, D’alessandro, Calandriello, Laviola, L. Spani, D’Onofrio, Lo Senno, C. Spani, Lopatriello(dal 28’ Provenzano), Radesca(dal 20’ Panetta), Di Giulio(dal 13’ st Iannuzziello);
A disp.: Fuina, Lenzi, Franchini, Florio;
All.: Gioia;
Arbitro: Depalma di Bernalda;
Marcatori: 7’ pt Rabu (S), 30’ pt D’Onofrio (r), 40’ pt Lo Senno;
Ammoniti: D’Onofrio, Di Lucia;

Note
Recuperi: 2’ pt, 3’ st;
Spettatori: 50 circa;




Aurora Marconia KO. Il Vitalba porta via i tre punti dal Michetti.

L’Aurora Marconia inciampa in un’altra giornata no. La ventata d’aria fresca portata dall’annuncio della fusione con la Pol. C.S. Pisticci evidentemente non ha sortito il giusto effetto. Nella gara disputata ieri, sempre per effetto dell’unione tra le società, al Michetti di Pisticci ha visto l’Aurora double fast di mistr Labriola, soccombere al meno quotato Vitalba. Durante prima metà di gioco si è potuto assistere ad un poetico monologo, ben recitato dall’undici rossoblù che è riuscito ad andare al riposo con il doppio vantaggio in tasca. Già all’8’ Trupo trova la giusta coordinazione per il calcio ad incrociare, che termina in rete regalando il vantaggio ai padroni di casa. Nel seguito innumerevoli occasioni per l’Aurora, sporadicamente intervallate da qualche flebile sortita avversaria. Alla mezz’ora giunge il raddoppio. A siglarlo è Pisani che con una splendida botta da fuori beffa Tomasullo. La pausa ha sortito esclusivamente gli effetti collaterali sugli uomini di Labriola che sono entrati in campo distratti, forse appagati dal parziale favorevole. Il Vitalba si è impossessata del pallino del gioco e già dopo 5’ dall’inizio della ripresa ha accorciato le distanze con Santarsiero, che in seguito ad un corner ha messo la palla in rete. L’assalto dei potentini seppur confusionario, mette in difficoltà la difesa rossoblù, che collassa al 25’ quando su un cross di Mancusi stacca Santoro, che ristabilisce l’equilibrio del risultato. Poco dopo saltano i nervi ad A. Mele, che viene espulso per gioco scorretto. In inferiorità numerica l’Aurora non si permette il lusso di offendere, fatta esclusione per Barbalinardo che si sbatte in avanti senza però trovare fortuna. A pochi istanti dal termine l’episodio chiave della partita. Un dubbio rigore per fallo di C. Mele su La Sala, viene concesso dal Signor Carella. Dal dischetto Corsaro mette dentro, nonostante Labriola abbia intercettato. Nuovamente a secco l’Aurora Marconia, che emulando la gara di domenica scorsa a Rionero, si lascia andare subendo una inevitabile rimonta avversaria.

Tabellino

Aurora Marconia: Labriola, A. Mele, Tedesco, C. Mele, Capone, Albano, Trupo, Corsaro, Sisto(dal 32’ st Di Biase), Pisani (dal 15’ st Barnalinardo), Ricchiuti (dal 24’ st Ripa),
A disp.: Laviola, Riformato, Gallitelli, Lo Bosco;
All.: R. Labriola;

Vitalba: Tomasullo, Sileo, Mecca, Evangelista, Carriero, Mancuso, Santoro, Larotonda (dal 23’ st La Capra), Santarsiero(dal 15’ st La Sala), Pietrafesa, Mancusi;
A disp.: Croce, Rinaldi, Corbo, Urbato;
All.: La Capra;

Arbitro: Carella di Matera (Di Pelo-Favale);
Marcatori: 8’ Trupo, 31’ Pisani(AM), 5’ st Santarsiero, 25’ Santoro, 42’ Pietrafesa (r);

Ammoniti: Tedesco, Labriola, Barbalinardo;
Espulsi: A. Mele 31’ st, Di Biase 47’ st;

Note

Recuperi: 2’ pt, 4’ st;
Spettatori: 150 circa;

su La Nuova del sud del 21/10/2013
Mario Quinto

venerdì 18 ottobre 2013

A Marconia "I Laboratori d'Arte" con l'Associazione Emanuele 11e72

Making art” ovvero “fare arte”, è il motto al quale si ispirano i corsi di disegno e di pittura e il “Laboratorio di Emanuele e Libro d’Artista”, che verranno presentati a Marconia il prossimo 4 novembre (ore 18), presso l'ex delegazione comunale in piazza Elettra. Ad annunciarlo, l’associazione “Emanuele 11e72”, che organizza l’iniziativa “destinata a tutte le fasce d'età, che proseguirà fino a giugno 2014, con una durata minima di 10 lezioni e una massima di 30”. I laboratori di disegno e di pittura sono rivolti agli adulti: un programma personalizzato permetterà loro “di apprendere ed interpretare le tecniche sia tradizionali che sperimentali dell’arte moderna e contemporanea”; i bambini e i ragazzi fino ai 13 anni potranno partecipare, invece, al “Laboratorio di Emanuele e Libro d'Artista”, dedicato a Emanuele Angelone, il giovane scomparso qualche anno fa per una patologia tumorale, nel cui ricordo opera l’associazione. I laboratori “fanno parte del progetto Making Art Factory Lab, e come tutti gli eventi organizzati dall’associazione, sostengono la ricerca sul cancro”

lunedì 14 ottobre 2013

Alluvione Metapontino: due interrogazioni dell' On. Latronico

Due interrogazioni urgenti, rispettivamente al Presidente del Consiglio dei Ministri e ai Ministri delle Infrastrutture e delle Politiche Agricole, sono state presentate dall’on. Cosimo Latronico, a seguito della grave alluvione che ha messo in ginocchio la provincia di Matera ed in particolare i comuni della fascia jonica.
Al premier Letta Latronico ha chiesto “la necessità di dichiarare lo stato di emergenza; se ritenga doveroso monitorare la situazione per stimare i danni subiti e garantire adeguate risorse ad un territorio fortemente provato dalle conseguenze della violenta alluvione e quali azioni intenda porre in essere per definire nell’immediato una risposta operativa al fine di superare la fase emergenziale ed avviare il processo di messa in sicurezza”.
Ai Ministri delle Infrastrutture e dell’Agricoltura il parlamentare lucano ha chiesto,invece, “se ritengano necessario stimare i danni subiti e reperire le risorse necessarie per sostenere il comparto agricolo della zona del metapontino; se ritengano opportuno mettere in sicurezza le infrastrutture viarie danneggiate e verificare la presenza di adeguate opere di presidio della rete stradale ed infine se ritengano opportuno concordare con la Regione Basilicata un’azione coordinata di manutenzione del territorio, di prevenzione e di riduzione del rischio di dissesto idrogeologico”.

domenica 13 ottobre 2013

Appello alla solidarietà a Marconia. Diverse iniziative in favore dei più colpiti dall'alluvione.

In seguito all’alluvione dei giorni scorsi, Marconia cerca lentamente di tornare alla normalità. Tante famiglie sono in difficoltà, perché hanno dovuto liberare gli scantinati da qualunque tipo di oggetto, contando danni per qualche migliaio di euro. Molti altri in un seminterrato ci abitavano e sono stati costretti a gettare oggetti di uso quotidiano. Per le strade brulica il pattume. Materassi, divani, sedie ed elettrodomestici di ogni genere affollano le isole ecologiche. La Teknoservice, ditta incaricata dal Comune di Pisticci, per l’eccezionale raccolta, sta lavorando quotidianamente al fine di portare la situazione alla normalità. Il sequestro della discarica La Recisa, poi non facilita le operazioni. Il consigliere comunale Angelo Fulco, nei giorni scorsi si è fatto promotore di un iniziativa benefica, in favore di quelle famiglie maggiormente colpite. L’idea è quella di aprire un conto corrente pro alluvionati, sul quale ognuno potrà versare una quota minima e facoltativa per aiutare chi ha perso tutto. Anche a Pisticci, la Parrocchia San Antonio in collaborazione con la Protezione Civile si sta muovendo in questo senso. In favore degli alluvionati, saranno raccolti beni ed indumenti di vario genere. Lodevoli iniziative, quelle intraprese che testimoniano grande unità tra i cittadini pisticcesi, solidali con i concittadini maggiormente colpiti dall’evento calamitoso.

su La Nuova del sud del 13/10/2013
Mario Quinto

venerdì 11 ottobre 2013

Torna in funzione il bancomat della Banca Apulia a Marconia.

Nel trambusto generale, per i danni causati dall’alluvione dei giorni scorsi, a Marconia è tornato in funzione il bancomat della Banca Apulia del Gruppo Veneto. Nella filiale che comunque non è rimasta esente dai danni post alluvione, lo sportello bancomat è stato ripristinato ad inizio settimana, tornando in funzione già martedì. Come già documentato, ricordiamo che il 28 Settembre scorso, dei malviventi professionisti avevano provveduto a sradicarlo e portarlo via. Per effettuare il colpo, i malfattori avrebbero utilizzato una piccola gru, così da poter facilmente estrarre la cassa bancomat, che in seguito sarebbe stata caricata sul secondo mezzo utilizzato per la fuga. Ad oggi non ci sono novità sulla cattura dei colpevoli di questo indicibile furto. Dal momento dell’istallazione del nuovo sportello nella filiale è presente una guardia giurata. Sulla vicenda stanno procedendo le indagini da parte delle forze dell’ordine. La sola importante certezza riguarda il ripristino del servizio ai cittadini.

su La Nuova del sud del 11/10/2013
Mario Quinto

giovedì 10 ottobre 2013

Fiaccolata "io come Karina", venerdì a Marconia.

Manifesto dell'iniziativa
Il prossimo venerdì 11 Ottobre, si svolgerà a Marconia una fiaccolata dedicata a Karina Elizabeth Cruz Reyes. La donna scomparsa da Marconia e della quale non si hanno tracce dal 14 Settembre scorso. Il caso legato alla sua sparizione non sembra avere rilevanti risvolti. Alcuni giorni fa nella casa in cui abitava assieme al marito ed ai due suoi bambini, i Carabinieri della locale stazione ed il Nucleo Speciale dei Ris hanno effettuato alcuni controlli, che a quanto pare non hanno portato a molto. In questi casi pare giustissimo non lasciare nulla di intentato. La cittadina di Marconia dunque, nonostante lo scossone provocato dall'alluvione dei giorni scorsi, si ritroverà in Piazza Elettra per riunirsi in preghiera e sperare che la vicenda legata alla sparizione di Karina abbia quanto prima risvolti positivi. Per questa causa, l’Amministrazione Comunale di Pisticci in collaborazione con tutte le Associzioni del Territorio ha organizzato per venerdì prossimo una fiaccolata “io come Karina” che partirà dalla piazza centrale alle 19:00 e si svolgerà per le vie del paese.

su La Nuova del Sud del 10/10/2013
Mario Quinto

Post alluvione: A Marconia riaffiora una discarica. Quarto corpo esanime trovato a Ginosa.

Strato di terra e rifiuti (foto Manuel Di Leo)
Il forte nubifragio abbattutosi sui territori del metapontino nei giorni scorsi ha causato numerosi danni a cose e persone. Indubbiamente l'evento calamitoso ha avuto l'effetto più gravoso nel ginosino, dove oltre al crollo di ponti e strade, si sono purtroppo registrati 4 decessi. L'ultimo corpo è stato rinvenuto stamattina, si tratta di Giuseppe Bianculli, OSS 32enne di Montescaglioso in servizio a Ginosa Marina. In territorio lucano, particolarmente a Marconia sono saltati molti collegamenti stradali, oltre al muro in cemento armato di un abitazione in pieno centro per la quale è stata confermata l'ordinanza di sgombero . In contrada Lavandaio, in agro a Marconia le violente ed abbondanti piogge oltre ad occludere totalmente il passaggio verso Feroleto, hanno portato alla luce un sospetto strato di terra mista a rifiuti. La scoperta appurata da un cittadino e documentata attraverso le foto che vi mostriamo, ha subito destato scalpore soprattutto considerando che a pochi metri dal rinvenimento si erge il Canile di Pisticci. Il luogo di questa strana scoperta è stato in passato una discarica di rifiuti urbani. Dunque non è da escludere che l'unico residuo della discarica dismessa sia riaffiorato in conseguenza alle eccezionali precipitazioni dei giorni scorsi. Indubbiamente sul caso urge fare chiarezza, perché potrebbe rappresentare una emergenza conseguenziale.
Terra e rifiuti sotto il canile(foto Di Leo)

mercoledì 9 ottobre 2013

En plein per la Virtus Re Leone. Battuto il Lauria con una goleada.

La terza giornata del campionato regionale di Giovanissimi, sabato scorso ha visto scontrarsi al Rocco Perriello di Policoro i locali della Virtus Re Leone contro il Lauria. La gara è stata stravinta dalla compagine jonica, che ha messo a segno 8 reti senza subirne una. Il team di mister D’Onofrio è parso nettamente rivitalizzato dalla presenza di due importanti innesti come Valluzzi e Caravita. È proprio quest’ultimo che già nei primi scampoli di gara si è messo in luce, con precise verticalizzazioni, che hanno portato Carrieri ad inaugurare la sagra del goal. Giunti alla mezz’ora bomber Carrieri ha già chiuso la partita, portando i suoi in vantaggio per 3 reti a 0. Prima della pausa Caravita cala il poker, sfuggendo alla marcatura dell’avversario ed insaccando il cross di Valluzzi. Nella seconda metà di gioco, le offensive biancoverdi non si placano. Al 4’ Caravita raddoppia il suo bottino personale, confermando l’ottimo feeling con Valluzzi che gli ha servito l’assist. A metà ripresa, Comparato va in goal direttamente da calcio di punizione e pochi minuti dopo trasforma un penalty, giustamente concesso dal Signor Marangi. Quasi allo scadere Passarelli chiude i conti, sfruttando l’ottima assistenza del piccolo Trupo. Una vittoria cercata e più che meritata, che giunge dopo due pareggi consecutivi e riempie di soddisfazione la società il mister e tutto l’ambiente intorno alla squadra.
Tabellino

Virtus Re Leone: Parisi(1’ st Magno), Comparato, Santulli, De Lorenzo, Magro, Iannuzziello(1’ st Trupo), Valluzzi, Arone(21’ Lobreglio), Minetola, Carrieri(16’ st Cuccarese), Caravita(16’ st Passarelli);
A disp.: Falotico, Francomano;
All.: D’Onofrio;

Lauria: Amato, Crecca, D’innecco, V. Crecca, Olivieri, F. Chiacchio, S. Chiacchio, De Rosa, Pora, Papaleo, Cardillo;
All.:Pesce;

Arbitro: Marangi di Bernalda;

Marcatori: Carrieri al 5’, 18’ e 30’ pt, Caravita 17’pt e 4’ st, Comparato 16’ e 21’ st, Passarelli 31’ st;

Note

Spettatori: 100 circa;
Recuperi: 1’ pt, 3’ st;



su la Nuova del sud del 09/10/2013
Mario Quinto

Onorevole Latronico su nubifragio metapontino.

“Ancora una volta le abbondanti precipitazioni abbattutesi nelle ultime ore sul metapontino riportano alla ribalta la questione della sicurezza idraulica già emersa nel corso dell'alluvione del marzo 2011. I comuni di Policoro
, Scanzano Jonico, Bernalda (soprattutto Metaponto) e Pisticci nella frazione di Marconia, sono stati messi in ginocchio dalla portata straordinaria della pioggia che ha creato un clima da apocalisse. La macchina dei soccorsi, del volontariato e dell’emergenza istituzionale è stata impeccabile”. Lo ha dichiarato l’on. Cosimo Latronico che nelle prossime ore presenterà un’interrogazione  urgente al Ministero dei lavori pubblici e alla Presidenza del Consiglio dei ministri, per chiedere  quali azioni verranno adottate nell’immediato per mettere in sicurezza le arterie danneggiate, considerate  fondamentali per il sistema dei trasporti lucano, e ripristinare tutte le infrastrutture che compromesse per via del nubifragio”.

Ass. Nicola Bendetto: "Stanziato primo fondo di 3 milioni di euro"

Il Dipartimento Agricoltura della Regione è impegnato a monitorare la grave situazione che si è verificata nel Metapontino a causa dell’eccezionale fenomeno metereologico dell'inizio settimana appena trascorso. L’assessore, dalla serata di lunedì 7 ottobre, è stato presente nei luoghi, in particolare nei territori e nelle contrade rurali del Metapontino, più colpiti dalle piogge, con particolare attenzione ai problemi di incolumità delle famiglie che risiedono nelle aziende agricole e zootecniche. Alle prime ore di martedì 8 Ottobre, l’assessore Benedetto ha presieduto in Regione una riunione con il direttore generale del Dipartimento e l’Autorità di Gestione del Programma Psr 2007-2013 allo scopo di individuare un primo canale finanziario per affrontare l’emergenza. In attesa della delimitazione delle aree colpite e della conseguente mappatura dei danni, è stato deciso di rendere disponibili 3 milioni di euro del Psr Asse I, derivanti da economie provenienti dal Programma Psr, da inserire nelle misure che riguardano il ripristino di attività produttive delle aziende e la straordinaria sistemazione di infrastrutture territoriali. Per l’assessore Benedetto “l’iniziativa rappresenta un primo segnale di vicinanza agli agricoltori colpiti, nella consapevolezza della complessità delle questioni esistenti strettamente intrecciate alla manutenzione del territorio e delle strutture consortili al servizio delle aziende e che – evidenzia – necessita di altre adeguate misure e soprattutto di finanziamenti ben più consistenti”.

martedì 8 ottobre 2013

Allerta nubifragi: Marconia sotto shock. E' andata peggio a Ginosa con bilancio di 3 morti.


Il giorni seguenti al forte nubifragio che ha colpito il metapontino, a Marconia uno dei centri in cui si sono registrati più danni, aleggia una tranquillità quasi beffarda. La conta dei danni ha avuto inizio nella serata di ieri ed è proseguita con le prime luci dell’alba. Oltre i danni alle cose, per fortuna non ci sono da segnalare danni alle persone, come sfortunatamente accaduto in quel di Ginosa, dove il bilancio dei morti è giunto a 3. Nel vicino comune tarantino infatti, al ritrovamento della 30enne Rossella Pignalosa registratosi lunedì mattina si è aggiunto il triste rinvenimento dei corpi esanime di Giuseppe Bari, 35enne e della moglie Chiara Moramarco di 25 anni. Disagi maggiori a Marconia, sono stati creati ai seminterrati, dove nel periodo di punta delle precipitazioni, ovvero intorno alle 20 e 30, il livello dell’acqua ha raggiunto gli 80 cm. L’episodio più sconvolgente si è verificato in pieno centro dove il muro di cinta di un abitazione si è adagiato nella rampa di una seconda abitazione adiacente, portando alla luce una preoccupante voragine. Le maggiori arterie ricongiungenti le Strade Statali Jonica e Basentana, sono state chiuse dato il collasso generale. Molte auto in panne, con i viaggiatori costretti all’interno, sono, state soccorse nel sottopasso della Jonica di bivio Franchi. La macchina dei soccorsi composta dai Vigili del Fuoco e la Protezione Civile Nov, è intervenuta in quante più emergenze possibili grazie anche all’aiuto giunto dai Vigili del Fuoco di Potenza, Lavello e la Protezione Civile di Montalbano. All’interno della Delegazione Comunale il Sindaco Vito Di Trani con le forze dell’ordine ed i dipendenti del Comune di Pisticci ha costituito una centro unità di crisi, per accogliere qualunque tipo di richiesta d’aiuto. Ingenti danni si sono registrati sulla nuova Marconia Basentana, interessata da diversi smottamenti. La strada Destra Basento è stata sommersa da acqua e detriti e presenta frane in alcuni punti. La quantificazione dei danni al momento sembra impossibile, intanto la giunta del Comune di Pisticci e quella della Provincia di Matera hanno deliberato di chiedere lo stato di calamità naturale. Dalle prime ore di martedì, l’Assessore Nicola Benedetto in una riunione con il direttore del Dipartimento di Gestione del Programma Psr 2007-2013 per individuare una fonte finanziaria e provvedere in via quantomeno temporanea, destinando 3 milioni di euro per il ripristino dell’attività delle aziende agricole colpite e per la sistemazione delle infrastrutture. Le scene apocalittiche alle quali si è potuto assistere a Marconia come in tutto il metapontino, rappresentano un evento eccezionale che non si è mai registrato nei decenni trascorsi.


Mario Quinto

Allerta nubifragi: l'arco jonico sommerso dalle precipitazioni. A Ginosa un morto e quattro dispersi.


Donna tratta in salvo a Ginosa Marina
Il giorno dopo la tempesta, nei paesi del metapontino colpiti dalla pingue precipitazione piovosa, sembra aleggiare una tranquillità che suona quasi strana. La conta dei danni però è inevitabile. I casi più soft riguardano allagamenti di seminterrati e scantinati registratisi in quasi tutti i centri abitati colpiti. Le notizie più preoccupanti giungono da Ginosa Marina dove la conta dei dispersi è a 4 persone e purtroppo c'è stata anche una vittima. Nella prima mattinata di oggi i soccorritori, hanno trovato prima l'auto, una Fiat 600 e solo in seguito il corpo esanime della trentenne Rossella Pignalosa, travolta molto probabilmente dalla furia del Bradano che ha rotto gli argini. Nell'arco jonico lucano, invece non si sono registrati danni del genere, per fortuna nessun disperso. Le situazioni più critiche riguardano alcune abitazioni, ridotte davvero in condizioni pietose. In via Quattro Caselli a Marconia il cedimento del muretto di un privato ha causato ingenti danni, come anche alle palazzine di via Togliatti dove si è creata una sorta di voragine. In zona Cugnarelle, sempre a Marconia una parte del manto stradale è ceduto nella profonda cunetta. La macchina dei soccorsi ha avuto un gran da fare, intervenendo tempestivamente in quante più emergenze possibili. I Vigili del Fuoco ed il Nov sono stati coadiuvati da una squadra di Vigili del Fuoco proveniente da Potenza e una da Lavello, anche con la Protezione Civile di Montalbano. Da ieri sera nella Delegazione Comunale di Marconia il Sindaco Vito Di Trani con gli addetti del Comune di Pisticci sono in allerta, per accogliere qualsiasi richiesta di aiuto. Intanto almeno per oggi 8 Ottobre in via preventiva le scuole del territorio comunale rimarranno chiuse. Già dalla serata di ieri, sono state chiuse al traffico SS 106 Jonica ed SS 407 Basentana. Tutte le arterie che portano alle strade statali sono state interdette perché impraticabili, particolarmente critica la situazione sulla strada Destra Basento e sulla Pisticci San Basilio, dove all'altezza del sottopasso di bivio Franchi numerosi automobilisti sono rimasti intrappolati nell'auto in panne. La strada extracomunale Scanzano Montalbano è stata chiusa a causa della caduta di un albero sulla carreggiata. Sempre a Scanzano si è registrata la frana di un passaggio pedonale. A Bernalda oltre al muro di cinta dello stadio Comunale è crollato anche un muro di contenimento di un ponte. La quantificazione dei danni è in continuo aggiornamento. La raccomandazione più ovvia fornita dalla Protezione Civile è quella di uscire solo se strettamente necessario ed usare la massima prudenza.


Mario Quinto

Allerta nubifragi: Il metapontino in serie difficoltà.



I forti nubifragi che stanno interessando l'arco jonico non sembrano concedere tregua. Dopo le eccessive piogge abbattutesi nella giornata di ieri domenica 7 Ottobre, anche oggi lunedì 8, da poco dopo il tramonto le precipitazioni hanno ricominciato a colpire in maniera veemente il metapontino, causando non pochi danni nei centri di Policoro, Bernalda e Marconia. Proprio il popoloso centro abitato di Marconia ha subito un vero e proprio collasso che ha interessato la quasi totalità delle strade, completamente impraticabili e simili a fiumi in piena. La situazione ha destato timore anche per la situazione di molti cittadini rimasti intrappolati nelle auto andate in panne. La macchina dei soccorsi composta dai Vigili del Fuoco e dal Nucleo Operativo Volontari del Metapontino si è subito attivata, intervenendo repentinamente in molteplici emergenze. Molte sono state le chiamate riguardanti scantinati allagati e soccorsi di vario genere che hanno intasato le linee telefoniche. Molte delle arterie che servono le Strade Statali (Jonica e Basentana)sono state chiuse al traffico perché impraticabili ed interessate da pericolose frane, come la strada destra Basento e la Pisticci-San Basilio. Altra frana, per fortuna sotto il controllo dei Vigili del Fuoco, si è verificata in contrada Cugnarelle, poco prima della strada Spezzacatene chiusa anch'essa al traffico, dove gran parte della carreggiata sembra sia crollata nella profonda cunetta. Anche a Metaponto, Bernalda e Policoro la situazione non sembra delle migliori con molte delle strade impraticabili ed alcuni episodi d'emergenza, come la mancanza di energia elettrica, che ha reso ancor più complicati alcuni interventi di soccorso. Una strada  extracomunale tra Scanzano Jonico e Montalbano è interdetta a causa della caduta di un albero. Il sottopassaggio di bivio Franchi sulla Pisticci-San Basilio è zeppo d'acqua, quindi impraticabile. Dal momento in cui pubblichiamo le precipitazioni sono quasi cessate e la situazione sembra in via di stabilizzazione, ma rimangono da quantificare i danni causati da circa sei ore di pioggia, che solo il lento defluire dell'acqua porterà alla luce.

sabato 5 ottobre 2013

Sequestrata discarica La Recisa.

 La discarica comunale di Pisticci, in località Recisa, è stata sequestrata dai Carabinieri del Noe che hanno anche denunciato una persona per violazione della normativa ambientale.
Durante i controlli, a cui ha partecipato anche personale dell’Arpab, è stato scoperto che l’impianto era gestito in difformità rispetto all’Aia. In particolare, “non venivano - è scritto in un comunicato diffuso dal Noe - correttamente utilizzati gli impianti di preselezione, trattamento e biostabilizzazione, l’impianto di estrazione del biogas risultava incompleto, non vi era una adeguata regimentazione delle acque meteoriche, i piezometri per il monitoraggio delle acque sotterranee erano assenti, non veniva effettuata la copertura giornaliera dei rifiuti”. Inoltre gli autocompattatori “in ingresso alla discarica, provenienti dalla raccolta urbana, scaricavano direttamente i rifiuti solidi urbani 'tal qualì nel bacino, senza che gli stessi venissero sottoposti ad alcuna delle operazioni preliminari previste per legge”.
Le indagini hanno permesso di accertare che “da determinazione della Provincia di Matera, il comune di Pisticci avrebbe dovuto conferire i propri rifiuti solidi urbani presso la discarica di Tricarico”.

mercoledì 2 ottobre 2013

Al via il corso della "Scuola di formazione per genitori Educabil-mente"

È partito sabato 28 settembre il primo incontro del corso della “Scuola di Formazione per Genitori” Educabil-mente gestito dalla sede Exodus di Tursi, progetto che rientra nel Piano Territoriale Lotta alla Droga, che coinvolge in partnership i 17 Comuni dell’area metapontina-collina materana, (con
Tursi, quale Comune capofila), l’ASM – Ser.T di Policoro, l’U.E.P.E e U.S.S.M. di Matera e i soggetti del privato sociale dell’area territoriale (cittadinanzattiva). “In un periodo come questo in cui tutte le agenzie educative non riescono ad offrire sufficienti risposte – afferma la dottoressa Piera Vitelli, responsabile Exodus del Progetto - questo corso può diventare un’opportunità di crescita personale nel tentativo di raggiungere una consapevolezza maggiore sul proprio ruolo di genitore e di educatore. Questo non è più il tempo dell’accudire ma dell’ educare. “ Il corso si rivolge a tutti i genitori che vorranno intraprendere un percorso di formazione. In ogni incontro saranno sviluppati gli aspetti che caratterizzano la “genitorialità”, approfondendo il personale "stile educativo" con i figli e puntando a valorizzare le proprie capacità e risorse. Saranno forniti gli strumenti per imparare a leggere e analizzare le situazioni che possono crearsi in famiglia, per imparare a comunicare anche le proprie difficoltà e, in particolare, la “gestione delle regole”. Il corso offrirà, inoltre, tutte le informazioni di carattere teorico-culturale rispetto alle tematiche infantili, adolescenziali ed educative. Il corso è annuale. Gli incontri si terranno dalle ore 17.30 alle ore 19.30 con cadenza quindicinale, presso la sede Exodus di Tursi (via della Pineta, 1). Per informazioni e iscrizioni, rivolgersi presso il servizio sociale del proprio Comune di appartenenza.
Il calendario del corso si dispiegherà nelle giornate seguenti: 28 settembre, 10 ottobre, 24 ottobre, 08 novembre, 21 novembre, 06 dicembre, 28 dicembre per ciò che riguarda l'anno in corso. Al più presto saranno disponibili le date per il 2014.
Per ulteriori informazioni sul Progetto contattare Piera Vitelli – Responsabile Progetto.
Fondazione Exodus Onlus – Tel. 0835/533211 - E-mail: tursi@exodus.it 20rossana.serafino@tremendaedizioni.it

Sorpreso piromane in flagranza. Stava appiccando fuoco in territorio di Pisticci.

Nel corso di un procedimento con rito direttissimo, il giudice monocratico presso il Tribunale di Matera, Valerio Sasso, ha condannato a un anno e dieci mesi di reclusione un uomo di 57 anni di Pisticci (Matera) accusato di incendio doloso. La pena è stata patteggiata dall'avvocato Michele Porcari con il pm Alessandra Susca. L'uomo, rimesso in libertà, era stato arrestato in flagranza di reato e posto ai domiciliari il 2 settembre scorso da agenti del Corpo Forestale dello Stato.

martedì 1 ottobre 2013

Nuovo pari per la Virtus Re Leone. Trupo risponde a Crocetto.

La Virtus Re Leone al piccolo trotto, pareggia nella gara disputata sabato in quel di Muro Lucano sabato scorso contro l'Aurora Murese. Un pari che sta stretto però a mister D'onofrio, che oltre ad elogiare l'impegno dimostrato dal suo team, lamenta alcune assenze importanti. La partita disputata dalle due giovani formazioni si è svolta nel perfetto equilibrio. I padroni di casa al quarto d'ora hanno sbloccato il risultato, grazie ad una conclusione di Crocetto, che ha sfruttato nel migliore dei modi una disattenzione della retroguardia policorese. Nel seguito i rossoneri, hanno ben controllato le offensive attuate dalla Virtus Re Leone, mantenendo il vantaggio fino all'half time. Spronati dallo staff tecnico, i leoncini nella seconda metà di gioco, hanno messo in campo quel pizzico di cattiveria agonistica che era mancato nel primo tempo. Con pericolose verticalizzazioni hanno messo a più riprese in difficoltà i padroni di casa, che sono stati costretti nella loro metà campo per quasi tutti i 45' di gioco. Solo prima della mezz'ora, giunge il meritatissimo goal del pari. A siglarlo è il più piccolo di tutti, ovvero il classe 2001 Trupo, che con un pregevole tiro da fuori sorprende Dammiano e regala il pari ai suoi.

Tabellino

Aurora Murese: Dammiano, Marolda, Gugliotta, Turillo, Ceccia, Hamad, Manfredi, Crocetto, Angelicchio;
A disp.: Sansone, Mariani, Pirollo, Torello, Rendina;
All.: Devereziis;

Virtus Re Leone: Magno (dal 1’ st Parisi), Comparato, De Lorenzo, Santulli (dal 22’ st Lobreglio), Magro, Trupo, Arone(dal 20’ st Ianuzziello), Falotico(dal 25’ pt Caravita), Cuccarese(dal 5’ st Francomano), Minetola (dal 30’ st Passarelli), Carrieri;
All.: D'Onofrio;

Arbitro: Faraone di Potenza;

Marcatori: Crocetto 15’ pt, Trupo 22’ st;

Mario Quinto