giovedì 10 ottobre 2013

Post alluvione: A Marconia riaffiora una discarica. Quarto corpo esanime trovato a Ginosa.

Strato di terra e rifiuti (foto Manuel Di Leo)
Il forte nubifragio abbattutosi sui territori del metapontino nei giorni scorsi ha causato numerosi danni a cose e persone. Indubbiamente l'evento calamitoso ha avuto l'effetto più gravoso nel ginosino, dove oltre al crollo di ponti e strade, si sono purtroppo registrati 4 decessi. L'ultimo corpo è stato rinvenuto stamattina, si tratta di Giuseppe Bianculli, OSS 32enne di Montescaglioso in servizio a Ginosa Marina. In territorio lucano, particolarmente a Marconia sono saltati molti collegamenti stradali, oltre al muro in cemento armato di un abitazione in pieno centro per la quale è stata confermata l'ordinanza di sgombero . In contrada Lavandaio, in agro a Marconia le violente ed abbondanti piogge oltre ad occludere totalmente il passaggio verso Feroleto, hanno portato alla luce un sospetto strato di terra mista a rifiuti. La scoperta appurata da un cittadino e documentata attraverso le foto che vi mostriamo, ha subito destato scalpore soprattutto considerando che a pochi metri dal rinvenimento si erge il Canile di Pisticci. Il luogo di questa strana scoperta è stato in passato una discarica di rifiuti urbani. Dunque non è da escludere che l'unico residuo della discarica dismessa sia riaffiorato in conseguenza alle eccezionali precipitazioni dei giorni scorsi. Indubbiamente sul caso urge fare chiarezza, perché potrebbe rappresentare una emergenza conseguenziale.
Terra e rifiuti sotto il canile(foto Di Leo)

Nessun commento:

Posta un commento