venerdì 29 novembre 2013

Non solo regolamento urbanistico. I devastanti effetti di un incapacità di governo

Coordinatore FI Michele Forte
A due anni e mezzo dalla vittoria di questo Sindaco e di questa maggioranza, un tempo più che sufficiente  per esprimere una valutazione di merito e politica, Il giudizio sulla loro attività di governo è del tutto negativo.
Un bilancio totalmente insoddisfacente e tante sono le ragioni di preoccupazione e di allarme per lo stato comatoso in cui versa il nostro Comune.
Perché si è rinviato ancora una volta l’indizione della conferenza di pianificazione? Quali sono le ragioni che hanno impedito l’acquisizione di quegli atti mancanti di cui parla l’ex Sindaco Leone? Qualcuno vuole spiegare di quali atti si tratta? Se le indicazioni erano carenti perché non si è provveduto ad integrarle o a sostituirle?
Quello che dispiace e mortifica è che ancora una volta è assente la consapevolezza di un’idea di progetto per questo territorio capace di appassionare i cittadini e di coinvolgerli. Si preferisce il silenzio, il tirare innanzi per inerzia, forse perché non si vogliono toccare degli interessi consolidati e si ha timore di muovere alcune pedine. Quieta non movere?
Una cosa è certa. Gli effetti devastanti che si producono (paralisi amministrativa, crisi occupazionale e lenta agonia della speranza) toccano tutti e la nostra comunità, ancora una volta, è sospesa, qualsiasi idea di  rilancio e di sviluppo congelata se non del tutto naufragata.
Di quelle opere pubbliche di cui tanto si era sbandierato nella competizione elettorale del 2011 non c’è più traccia né alcuno ne parla. Erano soltanto illusioni, vaneggiamenti che l’immobilismo politico ha ancora di più fatto evaporare lasciando tutti con l’amaro in bocca perché ancora nessuno si risvolta le maniche mentre le situazioni di sofferenza continuano ad aumentare.
Forse da questa maggioranza di centro sinistra che ha fatto dell’immobilismo politico la sua filosofia e il suo credo, con una opposizione sostanzialmente omogenea (un brillante articolo di R. D’Alessandro a suo tempo titolava:”Che sia “Forum” o “Partito”, sempre “Democratico” è”, non è lecito attendersi di più, in quanto:”In tasca i coltelli. Sono sempre fratelli “democratici”).
Ma quei cittadini che pure hanno dato il loro mandato a questo Sindaco  hanno  il dovere di pretendere che quegli impegni siano mantenuti.
Allora,  per rinverdire la memoria e in trepida attesa che qualcosa si sblocchi ecco quanto previsto nel paragrafo “URBANISTICA”nel loro programma elettorale 2011:
Il capitolo relativo all’urbanistica non può prescindere dalla definizione dei procedimenti concernenti il Regolamento Urbanistico ed il Piano Strutturale Comunale. Detti atti rappresentano infatti strumenti fondamentali per il rilancio sociale ed economico della comunità. Per questa ragione sarà attivato ed agevolato un ampio dibattito tra i cittadini (anche mediante l’istituzione di un Ufficio del Piano) per discutere i contenuti della pianificazione e recepire il più possibile le istanze e le problematiche rappresentate dalla cittadinanza. Le due direttrici essenziali che guideranno il percorso di pianificazione saranno: conservazione, recupero e valorizzazione delle tipologie edilizie esistenti e realizzazione - laddove compatibile con il contesto urbanistico e ambientale - di nuovi interventi edilizi e / o insediamenti abitativi. Di grandissimo interesse è la previsione nell’abitato di Marconia di un Distretto di nuovo impianto in corrispondenza delle aree “cedute” dalla Regione Basilicata al Comune – quadrante compreso tra Via S. Giovani Bosco, Via Morandi e via Togliatti - da destinarsi prevalentemente a servizi ed interventi di interesse collettivo e a finalità perequative.
PRINCIPALI ULTERIORI OPERE ed INTERVENTI
• Riqualificazione urbana del quartiere ex Snam di Pisticci Scalo, con impiego, esclusivamente in loco, della totalità delle somme residue rivenienti dai trasferimenti operati dalla Snam al Comune. Sull’utilizzo delle somme suddette saranno attivate assemblee di quartiere per illustrare i progetti già predisposti e raccogliere segnalazioni, istanze e proposte dalla cittadinanza;
• Prosecuzione dell’opera di recupero edilizio del rione Terravecchia;
• Completamento dell’opera di ristrutturazione e riqualificazione già in corso su Centro Agricolo;
• Realizzazione della piazza del mercato coperto a Pisticci;
• Realizzazione su Pisticci di nuovi parcheggi a raso previa acquisizione di aree private;
• Attuazione delle convenzioni stipulate con i gruppi imprenditoriali del turismo a Marina di Pisticci (Nettis ed altre) per la realizzazione delle opere di urbanizzazione secondaria previste nelle convenzioni e non ancora realizzate e per la gestione del verde pubblico;
• Soluzione del problema relativo alle sedi della Caserma dei Carabinieri e del Commissariato di P.S.(grassetto dell’autore)
• Realizzazione rete idrica e fognaria a Pisticci;
• Rifacimento pavimentazione rione Dirupo e completamento pavimentazione rione Terravecchia;
• Ampliamento della Zona PIP di Marconia e realizzazione di zona commerciale urbana presso Fittipaldi con il sistema del partenariato pubblico - privato;
• Ristrutturazione cinema di Marconia.(opera forse completata ma che resta comunque inutilizzata)
• Attivazione di una rete internet WiFi  libera, che copra aree più ampie possibili dei centri urbani.
Purtroppo, si nutrono seri dubbi che qualcosa possa essere ancora  realizzata, mentre una grave nota lesione di un versante di Corso Margherita a ridosso di Piazza Sant’Antuono, in conseguenza delle abbondanti precipitazioni di questo ultimo periodo, si è incrementata di circa due cm., con conseguente aggravamento della situazione statica e idrogeologica, cosa che certo non dovrebbe far stare tranquilli.
Sezione Forza Italia di Pisticci e Marconia
Il Coordinatore
Michele Forte

Nessun commento:

Posta un commento