martedì 19 novembre 2013

Regionali Basilicata: Pittella a vele spiegate anche a Pisticci. Tanta astensione e schede nulle.

- Aggiornamento alle 00: 50 -
Terminato lo scrutinio di tutte le sezioni a Pisticci si è rispecchiato a pieno l'andamento che si è registrato al livello regionale. Nella città metapontina si è recato alle urne solo il 43,94%. La coalizione di centrosinistra a sostegno di Pittella è stata preferita dal 56,96%, mentre quella di centrodestra a sostegno di Tito Di Maggio dal 21,50%. Il Movimento 5 Stelle invece ha avuto il 10,91% mentre la Sel all'8,61. Oltre al conteggio dei voti in molti centri della Basilicata, specie a Potenza, gli scrutatori addetti allo spoglio delle schede hanno fatto la conta degli scontrini e degli insulti. Scontrini fiscali sono stati trovati nelle schede, lasciati dai cittadini appositamente per rimembrare lo scandalo di Rimborsopoli. In molte altre non sono stati trovati i nomi dei candidati, ma insulti rivolti alla classe politica lucana. Da quanto è possibile apprendere tramite alcuni social network, sembrerebbe che anche a Pisticci si siano verificati casi di questo genere, documentati attraverso le foto presenti in articolo. Questo dato raccapricciante testimonia come il grande numero di schede nulle rappresenti la beffa susseguente al danno dell'astensionismo. Intanto mancano meno di 50 sezioni da scrutinare e la vittoria per il centrosinistra di Marcello Pittella sta per divenire concreta, nonostante la perdita di mezzo punto percentuale (59,67% attuale). La coalizione di centrodestra al 19,7%, mentre il Movimento 5 Stelle raggiunge il 13,14% e Sel al 4,82%.

Nessun commento:

Posta un commento