venerdì 10 gennaio 2014

Valbasento, a breve bandi di gara per lavori di bonifica.

La Ragione ha ultimato nei tempi previsti tutte le pratiche per l'affidamento dei lavori. Pittella: in 6 mesi abbiamo fatto ciò che non è stato fatto il 12 anni. Berlinguer: Già pronti gli accordi con L'Iss, Ispra e Arpab.

Già nelle prossime settimane saranno emessi i bandi di gara per l’appalto dei lavori finalizzati alla bonifica della Valbasento.
Il Dipartimento Ambiente della Regione Basilicata ha infatti portato a termine, rispettando i tempi previsti, tutte le pratiche amministrative necessarie alla stesura dei bandi. Anche i tempi per la sottoscrizione dei protocolli con gli Enti interessati sono stati rispettati. In seguito alla costituzione della Cabina di regia interistituzionale (Crisin), istituita dalla Regione Basilicata il 7 agosto 2013 per il coordinamento e la verifica delle attività di bonifica dei Siti di interesse nazionale di Tito e della Valbasento, sono già stati condivisi e approvati i protocolli di intesa con le Province di Matera e Potenza, con i Comuni di Grottole, Ferrandina, Miglionico, Pisticci, Pomarico, Salandra e Tito. E’ in attesa di approvazione della Giunta la convenzione con l’Istituto Superiore di Sanità per le attività di monitoraggio epidemiologico. Sono pronte anche la convenzione con l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (Ispra) e l’accordo con l’Agenzia regionale per la protezione ambientale della Basilicata (Arpab).
“In sei mesi siamo riusciti a realizzare tutto ciò che non è stato fatto in 12 anni, ovvero dal 2002, quando Tito e Valbasento sono stati dichiarati Siti di interesse nazionale. Procederemo, nei tempi stabiliti, alle attività per la bonifica e la messa in sicurezza dei Sin”. Lo assicura il presidente della Regione, Marcello Pittella, che ha evidenziato come “il fatto che non si dia risalto mediatico alle attività in corso, non significa che non si stia dando seguito a quanto sottoscritto il 19 giugno 2013 a Roma”, quando Regione Basilicata, Ministero dello Sviluppo economico e Ministero dell’Ambiente, hanno siglato l’Accordo di Programma Quadro per la bonifica dei siti, assegnando al progetto 46 milioni di euro, “che – ha puntualizzato Pittella - saranno adeguatamente e proficuamente impiegati”.
L’assessore regionale all’Ambiente, Aldo Berlinguer, ha sottolineato come la Regione Basilicata, in occasione dell’accordo con i Ministeri, abbia avuto “lungimiranza nel costituire un luogo istituzionale che ha consentito la semplificazione e la velocizzazione dei processi amministrativi”. “Gli accordi con l’Iss, l’Ispra e l’Arpab, nonché i bandi di gara di prossima emissione – ha aggiunto – testimoniano come la tabella di marcia prosegua senza blocchi. Porteremo a termine quanto definito – ha concluso Berlinguer – per la riqualificazione ambientale e la conseguente ripresa economica dei siti”.

Nessun commento:

Posta un commento