domenica 2 febbraio 2014

Allerta maltempo: nota della Protezione Civile e Prefettura.


Evidentemente un territorio martoriato dalle copiose precipitazioni abbattutesi negli ultimi mesi dell'anno appena trascorso, hanno lasciato ferite profonde e difficilmente rimarginabili. Ecco perché, d'ora in poi qualunque tipo di precipitazione di qualunque entità, porta paura ed una stato di perenne allerta, considerando inoltre che ad oggi risultano ancora irrisolti i danni dovuti all'alluvione di Ottobre. Nei giorni scorsi, indubbiamente l'allarme maltempo ha preso ulteriormente piede, in particolar modo se si considera che in circa 3 giorni di precipitazioni piovose quasi continue , la stazione Meteo di Alberto Raimondo ha rilevato una media di circa 21 mm in tutta la regione Basilicata, con picchi di 63 mm a Matera, 38 tra Miglionico e Grassano. A Pisticci come nel resto del Metapontino le precipitazioni aggiornate alla serata del 1 Febbraio hanno raggiunto quantità intorno ai 26 mm. Le previsioni meteorologiche per le prossime giornate non accennano a migliorare, con precipitazioni moderate e nuvolosità dense che occuperanno i nostri cieli almeno fino a martedì. Anche per questo la Protezione Civile attraverso una nota ha allertato i Sindaci di tutti i Comuni lucani con la seguente: "Tenuto conto delle previsioni meteorologiche dei prossimi giorni, con particolare attenzione alle giornate di sabato e domenica, e in considerazione della fragilità idrogeologica del nostro territorio, ulteriormente incrementata dagli eventi alluvionali dell'ultimo periodo, si raccomanda di utilizzare tutte le iniziative utili per garantire l'incolumità dei cittadini previste nel piano di protezione civile del proprio Ente. Inoltre, oltre alle procedure previste nel Piano di Protezione Civile, si raccomanda di seguire costantemente l'evoluzione della situazione meteorologica aggiornata dal Dip. Nazionale della Protezione Civile e dall'Ufficio Protezione Civile Regionale e di controllare periodicamente le pubblicazioni sul sito web regionale www.protezionecivilebasilicata.it e sui social network connessi al sito regionale"

Nessun commento:

Posta un commento