domenica 27 aprile 2014

A Scanzano Jonico una piscina da 50 metri

"A breve" sarà effettuata l'omologazione della prima piscina lucana da 50 metri, in un villaggio turistico di Scanzano Jonico (Matera). L'annuncio è stato dato dal presidente del Comitato regionale della Basilicata della Federnuoto, Roberto Urgesi, a margine della conferenza stampa di presentazione della due giorni che, oggi e domani, a Potenza, vedrà la partecipazione dei tecnici della nazionale di nuoto.

giovedì 17 aprile 2014

Il Comitato in difesa dell'Ospedale di Tinchi sprona l'amministrazione comunale su riabilitazione cardiopolmonare

MA CHE FINE HA FATTO LA RIABILITAZIONE CARDIOPOLMONARE? SONO PASSATI 16 MESI DALLA PUBBLICAZIONE DEL BANDO PER LA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE. Il Comitato chiede un intervento da parte del Sindaco e dell'Amministrazione Comunale Era di lunedì il 10 Dicembre 2012. L'ASM adottò una delibera ad oggetto "Manifestazione di interesse (da parte di esperti del settore) a partecipare alla procedura per la concessione del servizio di Riabilitazione ortopedica, cardiologica e pneumologica da attivare presso il P.O. di Tinchi (Pisticci) con la realizzazione di investimenti propedeutici alla gestione". L'Avviso Esplorativo fu approvato con delibera n . 1139 del 10.12.2012 con scadenza al 10 Maggio 2013, poi prorogata al 10 Agosto. L'avviso parlava di una riabilitazione, anche ortopedica oltre che cardiopolmonare, fino a 40 posti letto. Era finalizzato esclusivamente ad acquisire le manifestazioni di interesse da parte dei privati in modo non vincolante per l'ASM. "Eventualmente si procederà, ai sensi dell'art 278 del D P R 207/ 2O1O e dell'art.30 del D.Lgs.163/2006 e s.m.i., all'espletamento di gara informale per la scelta del concessionario" recitava la delibera. Solo il 4 Settembre 2013, con delibera n. 959, l'ASM ha finalmente nominato la Commissione esaminatrice per valutare le 4 proposte pervenute per la gestione della riabilitazione ortopedica, cardiologica e pneumologica da attivare presso il presidio ospedaliero di Tinchi. Dopo "solo" 10 (dieci) mesi abbiamo saputo il numero di quanti hanno risposto al bando. Hanno avuto dieci mesi di tempo nei quali potevano nominare la Commissione e hanno fatto passare un altro mese dopo la scadenza del bando. Ci volle la mobilitazione e le battaglie del Comitato e i comunicati che denunciavano "lo scandaloso silenzio dell'ASM", riportati dalla stampa, per farli accelerare e nominare finalmente la Commissione esaminatrice. Ma da allora non si è mosso più niente. Ci sono state le elezioni regionali, e per i politici e i direttori bastava dire che "a Tinchi si sta lavorando per realizzare un centro di riabilitazione ortopedico e cardiopolmonare". Sono passati più di 16 mesi dalla delibera 1139 del 10 dicembre 2012. A ogni incontro i responsabili dell'ASM ripetono: "E' quasi pronto il bando di gara informale per la scelta del concessionario". Ma non è mai pronto. Da 16 mesi. Chissà quanto tempo ancora dovrà passare. E' la stessa storia dell'Ambulatorio Chirurgico per il trattamento del Piede Diabetico e Vulnologia per il quale è stata fatta la delibera, è stato approvato il protocollo, ma tutto resta come prima per mancanza di volontà, incapacità organizzativa, forse non sanno da che parte cominciare, incapacità a comprendere il "protocollo" approvato per l'ambulatorio per il trattamento del piede diabetico. Sta di fatto che passano i giorni, le settimane e i mesi e tutto resta solo sulla carta. L'ambulatorio chirurgico per il trattamento del piede diabetico resta nella situazione drammatica in cui era prima della delibera. Senza attrezzature, senza decoro, senza una sala di attesa decente per i pazienti, senza mobili e arredo. I responsabili direttori non riescono a coordinarsi e per farli riunire ci vogliono le incazzature del Comitato. Ma con comodo, per loro è Pasqua. Anche per i cittadini che lottano a Tinchi, che non si fermano neanche per Pasqua e chiedono un intervento da parte del Sindaco e dell'Amministrazione Comunale. Non possono più permettersi di restare in silenzio. Tinchi, 16 Aprile 2014 Il Comitato Difesa Ospedale di Tinchi

martedì 15 aprile 2014

A Viggiano arrivano i "nasi elettronici"

La valutazione della molestia olfattiva e degli eventuali effetti tossicologici per chi vive nelle aree interessate dalle estrazioni petrolifere è stato il tema di una importante riunione tecnico-scientifica svoltasi questa mattina nella sede centrale dell’Agenzia Regionale per la Protezione e la Ricerca Ambientale di Basilicata. Lo rende noto l’Arpab. Alla riunione per discutere sul delicato tema - spiega il comunicato -  hanno preso parte, oltre al gruppo dirigenziale e ai tecnici di Arpab, anche rappresentanti del Dipartimento di “Ingegneria chimica” sia del Politecnico di Milano che dell’Università degli Studi di Bologna e del prestigioso Istituto di Ricerche farmacologiche “Mario Negri” nord.
Questo studio, coordinato proprio dall’Arpab - continua la nota - è finalizzato, entro la fine dell’anno, alla installazione di una rete di nasi elettronici nell’area del Centro Olio Val d’Agri e consentirà una valutazione tossicologica delle molecole odorigene( molecole capaci di produrre un odore a soglie olfattive molto basse) Definito il calendario dei prossimi incontri, a breve, gli Enti coinvolti, torneranno a riunirsi per il prosieguo delle azioni adottate.

giovedì 10 aprile 2014

Il Pisticci United sbotta contro il Gallicchio.

Formazione Pisticci United
Bomber Provenzano
Festival del goal al Michetti di Pisticci, nella gara tra lo United ed il fanalino di coda Gallicchio. Quattro reti per tempo sono “bastate” alla formazione di patron Sisto, per annientare i gallicchiesi e concludere la prima esperienza in seconda categoria con una salvezza più che tranquilla a quota 32 punti. Nella prima frazione di gioco il protagonista assoluto è Cosmiano D'Onofrio che già al 9' sblocca gli indugi, concludendo in rete dopo un bel assist di Iannuzziello. Il fantasista gialloblè si ripete al quarto d'ora, con un destro ad incrociare ben indirizzato all'angolo basso. Poco dopo è il turno di Grieco, bravo a correggere in rete un traversone dello stesso D'Onofrio. Alla mezzora l'eurogoal di Iannuzziello fissa il parziale sul 4 a 0. Nella ripresa dentro fuori Di Giulio per Provenzano, al quale basta un quarto d'ora per metter dentro 2 reti. Prima su una corta respinta di Schiavello ed il secondo con una splendida incornata. Il Gallicchio è praticamente inesistente, quasi a non accorgersi dell'avvicendamento tra i pali fra G. Sergio e V. D'Alessandro operato da mister Gioia. Al 35' c'è gloria anche per Panetta, che brucia sul tempo i difensori insaccando. Allo scadere ecco il tris di Provenzano, che porta a casa la sfera di gioco, confermandosi capocannoniere della formazione pisticcese con 17 reti. Seconda tripletta stagionale per il bomber, che anche all'andata punì il Gallicchio con un altro tris. Termina con questa splendida vittoria la stagione del Pisticci United, che ha offerto tutto sommato un bel calcio sulla netta impronta di mister Gioia, regalando qualche soddisfazione ai sostenitori ed ai componenti della stessa realtà.

Tabellino

Pisticci United: G. Sergio(dal 1' st V. D'Alessandro), F. D'Alessandro, Fuina, Passarelli(dal 15' st Panetta), G. G. Sergio, M. D'Onofrio, Grieco, Florio, C. D'Onofrio, Di Giulio(dal 1' st Provenzano), Iannuzziello;
A disp.: Lo Senno;
All.: Gioia;

Gallicchio: Schiavello, C. Vilino, F. Vilino, Torzullo, Catoggio, Conte, Novelli, Balzano, Eufemia, M. Vicino, Sinisgalli;
A disp.: Donnadio;
Dirig. Acc.: Pandolfi;

Arbitro: Abbatangelo di Bernalda;

Marcatori: D'Onofrio 9' e 15' pt, Grieco 22' pt, Iannuzziello 32' pt, Provenzano 8', 19', 39' st, Panetta 35' st;

Ufficio Stampa Pisticci United

Il "Piero Angela" di Scanzano Jonico sfiora la finale all'Eredità di Carlo Conti

Un abbonato di Scanzano Jonico agli studi di mamma Rai, per concorrere all'ambito premio dell'Eredità. Luciano Miraglia , simpaticamente appellato da Carlo Conti il "Piero Angela" di Scanzano Jonico, ha sfiorato la finale nell'edizione trasmessa lo scorso 7 aprile, del famosissimo quiz show. Il geologo materano ha ben figurato nella prima fase, abbinando in maniera perfetta ogni città alla rispettiva regione. Ancor prima, presentandosi al pubblico, ha passato in rassegna le peculiarità del metapontino, passando dalle particolarità enogastronomiche alla conformazione calanchiva del nostro territorio. Proprio per questo, oltre che per essere stato l'unico, tra i concorrenti ad aver superato il round della Scalata, è stato goliardicamente associato al famoso conduttore di Super Quark. Successivamente ha argutamente oltrepassato le manches del Vero o Falso e della temutissima Scossa. Nulla ha potuto quando uno dei concorrenti avversari gli ha puntato il dito contro. In questa fase del gioco, al concorrente, viene richiesto di individuare sei termini, in base ad alcuni indizi o sinonimi forniti dal conduttore. Non avendo individuato in alticcio il sinonimo di sbronzo il simpatico Luciano purtroppo è stato eliminato. Malgrado sia uscito dal gioco anzitempo la sua partita è stata ottima, stoppata da un sinonimo al quanto inusuale. Al termine della trasmissione il giovane concorrente, in maniera visibilmente divertita, si è mostrato entusiasta affermando di aver vissuto una splendida esperienza.
su La Nuova del sud del 09/04/2014
Mario Quinto

Virtus Re Leone sugli scudi. Tondo poker alla Umd Potenza.

Secco poker rifilato dalla Virtus Re Leone alla Umd Potenza. I policoresi scacciano subito via i fantasmi dell'ultima sfortunata sconfitta contro il Picerno, battendo a domicilio i potentini. Trascorsi 5' dall'inizio della prima frazione Lo Franco sblocca il risultato con un bolide dai 25 metri, che termina alle spalle di Romano. Alla mezzora i biancoverdi bissano con Minetola, pronto a leggere l'indecisione difensiva e lesto nel deviare la palla in rete. La retroguardia policorese è praticamente inattiva, a testimonianza del fatto che quando i terminali offensivi sono in giornata, l'idea di gioco impostata da mister D'Onofrio funziona. Nella seconda frazione si mette in luce Prillo. L'attanccante policorese classe 2000, nell'arco di pochi minuti infila per ben due volte la porta difesa da Romano, portando cosi a 4 il risultato finale. Splendida prova per i leoncini di mister D'Onofrio, che riscattano alla grande dopo la sconfitta casalinga contro il Picerno. Pienamente rilanciate le aspettative per la prossima stagione, viste le ottime prestazioni ed esperienze maturate da atleti sottoquota come Prillo.

Tabellino
Umd Potenza: Romano, Gerardi, Converti, Soldo, Fasanella, Garaguso, Lucia, Monetta, Casalaspro, De Cunto;
A disp.: Carleo, Indaco, Santarsiero;
All.: Chiorazzo;
Virtus Re Leone: Magno, Comparato, Santulli, De Lorenzo, Magro (dal 15' st Guadalupi), Lo Franco, Caravita (dal 20' st Gallo), Lobraglio, Minetola, Arone(dal 10' st Padula), Prillo;
All.: D'Onofrio;
Arbitro: Capece di Potenza;
Marcatori: 5' pt Lo Franco, 28' Minetola, 16' st e 29' st Prillo;
su La Nuova del sud del 08/04/2014
Mario Quinto

martedì 1 aprile 2014

Virtus Re Leone KO contro la Metanauto Picerno.

La vittoria all'inglese, ottenuta dalla Virtus Re Leone sabato scorso, sul campo del Pietragalla evidentemente non ha sortito l'effetto sperato. I notevoli progressi sul piano del gioco mostrati dal team di D'Onofrio, sono stati confermati contro il Picerno, che tuttavia di misura è riuscito a portar via l'intera posta dal Rocco Perriello. Riavvolgendo il nastro della gara, verrebbe da dire che “c'è chi semina e c'è chi raccoglie”. La disputa in effetti è stata pressoché a senso unico, con i padroni di casa alla spietata ricerca del goal, che latiterà per tutti i 90 minuti. Nella prima frazione sfiorano il vantaggio, prima Prillo e poi Arone, entrambi in un'azione fotocopia si ritrovano a tu per tu con Donnaiamma, ma spediscono a lato. Nella seconda frazione il forcing biancoverde non cessa, anzi aumenta di intensità con l'ingresso di Caravita. Il Picerno fatica a contenere le sortite offensive e si salva grazie all'imprecisione di De Lorenzo che di testa, da pochi passi, sfiora la traversa. Alla mezzora Caravita ispira Minetola, che fallisce l'appuntamento con il goal. Dall'unico corner conquistato dagli ospiti nasce il vantaggio picernese. Il goal avviene a causa di una fortuita deviazione di Santulli, che batte il proprio portiere. Gli ultimi minuti alla ricerca del pareggio, non servono ad altro che a confermare la giornata no dei leoncini. Punte di rammarico nel commento del post gara di D'Onofrio: “Peccato per il risultato, mi consola il fatto che la squadra gioca in
modo ineccepibile”.

Tabellino

Virtus Re Leone: Magno, Magro, Comparato, Santulli, De Lorenzo, Lo Franco(dal 1' st Caravita), Valluzzi, Minetola, Lobreglio(20' st Francomano), Arone, Prillo;
All.: D'Onofrio;

Metanauto Picerno: Donnaiamma, Curcio, Caggiano, Giardinetti, Tirone, Salvia, Marsico, Latorre, Corrado, Viggiani;
A disp.: Zaccagnino, Salvatore, Tomasillo;
All.: Petrullo;

Arbitro: Perdicchia di Bernalda;


Marcatori: aut. Santulli al 34' st;

su La Nuova del sud del 1/04/2014
Mario Quinto