giovedì 5 giugno 2014

ITAS "G. Briganti" di Matera protagonista al parco Murgia.

Si è concluso nella mattinata di mercoledì 4 Giugno 2014 il progetto formativo di alternanza scuola-lavoro che ha visto protagonisti gli studenti della classe IIIA dell'istituto Tecnico Agrario "G. Briganti” di Matera. Il progetto, dal titolo “Biodiversificati
: alla ricerca di antiche cultivar”, è iniziato a Marzo ed è stato attuato con la collaborazione tra l'istituto scolastico materano e lo Studio Oikos di Pisticci al fine di acquisire, sviluppare ed applicare competenze specifiche degli allievi coinvolti.
Filo conduttore del progetto sono state la ricerca e la valorizzazione delle antiche cultivar locali, lungo un percorso che, a partire da conoscenze teoriche e analisi dirette, ha portato alla realizzazione di uno studio scientifico che comprende: lo studio, l'identificazione e la mappatura di 50 specie rilevate nelle aree di studio, la realizzazione di schede botaniche e l'implementazione di contenuti multimediali fruibili da tutti gli utenti del web. Studio oikos ha fornito ai ragazzi gli imput necessari per l'attuazione di percorsi finalizzati alla valorizzare e alla promozione della biodiversità, attraverso la valutazione degli indicatori relativi a stato di conservazione, consistenza, distribuzione sul territorio e utilizzo delle specie botaniche individuate durante uscite formative e rilievi sul campo. Tra i risultati del progetto vi è l'elaborazione di un possibile modello di sviluppo che passa attraverso l’utilizzo razionale e “sostenibile” di molte aree rurali, specialmente se marginali o a rischio di marginalizzazione, e la rivalutazione di cultivar autentiche di indubbio pregio. L'elaborato finale del progetto è stato presentato presso Jazzo Gattini, sede del Parco Archeologico Storico e Naturale delle Chiese Rupestri del Materano, in presenza degli studenti, dei docenti e dei tutor. I ragazzi hanno ampiamente dimostrato di aver acquisito le competenze e le conoscenze previste dal progetto, ed hanno inoltre potuto confrontarsi con i loro colleghi dell'ITAS “ G. Cerabona” di Marconia, anch'essi coinvolti in una simile iniziativa che ha avuto come oggetto di studio il patrimonio rurale lucano, condotta con la collaborazione dell'istituto pisticcese e la Soc. Coop Archeoart. E' stata una importante occasione di incontro e scambio fra gli allievi delle classi terze degli istituti di Marconia e Matera su tematiche di interesse curriculare e di grande attualità, che potrebbero aver fornito la base per sviluppi futuri.

Ufficio Stampa Studio Oikos

Nessun commento:

Posta un commento