mercoledì 16 luglio 2014

Sporting Soccer al via, si parte dai più piccoli

Si è svolta ieri a Marconia, la cerimonia inaugurale della quattordicesima edizione dello Sporting Soccer. Nella cornice del campetto parrocchiale, rimesso a nuovo lo scorso anno grazie al meticoloso lavoro dall'Ass. Pandora organizzatrice del torneo di calcio a 5, c'è stato divertimento per tutti i gusti. Fin dal tardo pomeriggio, i ragazzi dello Staff dello Sporting Soccer in stretta collaborazione con i terapisti dell' Associazione Italiana Assistenza Spastici, hanno organizzato tanti giochi per i bambini del centro Aias di Marconia, alternati a momenti di riflessione, per rimarcare che attraverso lo sport è possibile valicare ogni diversità. In seguito è avvenuta la cerimonia di presentazione di tutte le squadre iscritte allo Sportin Soccer XIV Kids e dei fantastici trofei, alla presenza del Vicesindaco di Pisticci Dott. Domenico Albano. Il taglio del nastro ufficiale è avvenuto intorno alle 21 con il fischio d'inizio della gara tra Parr. San Giovanni Bosco e Pro Loco San Mauro Forte, valevole per il Girone B della categoria Giovanissimi. Il finale è stato netto in favore del San Mauro, non quanto lo è stata la differenza vista in campo. I parrocchiali hanno pagato, per alcune incertezze difensive, a causa delle quali il risultato si è assestato sul 6 a 3. Nel secondo incontro per il girone A della categoria Esordienti, i Physical Mania hanno surclassato gli avversari dell'Atl. Pisticci Seven, orfana di un portiere. Il team di Lo Senno, ha imposto il suo gioco fin dall'inizio grazie all'estro di Cecchi e Dragonetti, autori di gran parte delle marcature nel 15 a 1 finale. La disputa che ha concluso la prima è stata disputata tra Foto Grieco e Peppino Campagna Bernalda del girone A dei Giovanissimi. I bernaldesi hanno fatto il cappotto agli avversari rifilando ben 9 reti e subendone solo 1. Sano agonismo e fair play hanno caratterizzato la prima giornata dell'evento più social dell'estate pisticcese, che è ormai nel clou e attende soltanto di essere vissuto.

su La Nuova del Sud del 16/07/2014
Mario Quinto

Nessun commento:

Posta un commento